Likes Likes:  2
Dislikes Dislikes:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 8 su 8
  1. #1
    mattiab
    Guest

    Come mai l'aria fredda a 500hPa é SEMPRE secchissima?

    é logico, l'aria fredda può contenere poco vapore acqueo in valore assoluto. Tuttavia l'umidità della massa d'aria viene misurata dall'UR, che é l'umidità relativa, che rappresenta il contenuto di vapore acqueo che la massa d'aria contiene in rapporto al massimo che può contenere. L'UR nn dipende quindi dalla temperatura, ma dalla caretteristica della massa d'aria. Durante l'anno possiamo avere 3° secchi grazie al fohn, o 3° umidi a causa dello sbarramento. Tutto bene? No, ho infatti osservato una cosa strana sui LAM. A 700hPa, 850hPa, 925hPa, 950hPa e al suolo la regola vale, intendo dire che l'UR non sembra correlata alla temperatura della massa d'aria, semmai lo é con la direzione del vento. Se da Nord al Nord tende ad essere secca, se da Sud tende ad essere umida. Logico anche questo. Poi arriviamo a 500hPa e qui casca il mondo perchè l'UR non dipende più dalla direzione di provenienza (effetti orografici svaniscono, infatti non c'é più l'influsso dei rilievi che sono più bassi). Infatti se da un lato l'aria calda a volte é secca ed a volte é umida, quella fredda é SEMPRE secca, presenta sempre UR bassissima. La domanda che mi pongo é perchè? Cosa determina il fatto che a 500hPa l'aria fredda presenta sempre UR basse? @Ice85, @spritz82, @snow88, @mesociclone

  2. #2
    Prosecco Member L'avatar di spritz82
    Registrato dal
    May 2011
    Residenza
    Madrid (655m)
    Messaggi
    3,969
    Domanda interessante e complessa, @mattiab, non ci avevo mai fatto caso. Credo dipenda dalla discesa di aria dai livelli più alti (limite inferiore troposfera/ settori più bassi della stratosfera), più secca e fredda.

    Se osservi la mappa 1,5 PVU che rappresenta all'incirca il limite della troposfera e l'inizio della stratosfera, puoi osservare che è più o meno sovrapponibile all'anomalia di temperatura ed immagino (non esistono mappe) di umidità.

    Nome:   gfs_eu_t500_009.png
Visite:  193
Grandezza:  174.7 KB

    Nome:   gfs-4-6.png
Visite:  197
Grandezza:  42.2 KB

    fino a questo momento pensavo che ciò comportasse sempre e comunque ad un'anomalia calda a 500hPa, tuttavia (azzardo) probabilmente questo è vero solo durante le intrusioni più intense che trasportano aria stratosferica da livelli superiori (e quindi più caldi). Proverò ad indagare ulteriormente
    "Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

    "L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)

  3. #3
    Unimeteo Supporter L'avatar di Ice85
    Registrato dal
    Sep 2011
    Residenza
    S.Giovanni in Persiceto (BO) 21 mt slm
    Messaggi
    1,473
    ciao Mattia, l'aria fredda in quota a 500 hPa non e' secchissima, ma a secondo di dove proviene ha delle caratteristiche..
    quella in oggetto ovvero la polare marittima ha un'ur che puo' variare fra il 40 e il 50%
    (quindi conforma al tuo postato da non confondere al prefrontale umido)
    quella artico marittima invece ha valori ben + alti di ur, che si possono attestare fa il 70 e l'80 %
    se vuoi dell'aria + secca in quota, ti serve quella artico continentale o ancora peggio quella polare continentale


  4. #4
    Junior Member L'avatar di snow88
    Registrato dal
    Aug 2013
    Residenza
    Alto Piemonte (S-D) / Milano (L-V)
    Messaggi
    432
    @mattiab vediamo un pò...
    Quella postata nel Lam è l'umidità relativa, che è il rapporto tra l'umidità assoluta e l'umidità di saturazione.
    L'umidità assoluta tende a decrescere con la temperatura dell'aria. Quindi al diminuire della temperatura, tende a diminuire anche l'umidità assoluta e quindi, essendo a numeratore, anche l'umidità relativa.
    L'ur di saturazione è invece il quantitativo massimo di vapore acqueo contenibile ad una determinata temperatura e diminuisce al diminuire della stessa...
    Abbiamo quindi, al calare della T, una diminuzione sia della T assoluta, che di quella di saturazione. Non è quindi una relazionelineare e quindi penso non sia una legge fisica che l'aria da nord in quota sia più secca, ma dipende appunto dalla sua estrazione e, dico io, anche dal gradiente verticale...L'aria di origine continentale ha un bassissimo gradiente termico verticale e presenta tassi di ur più bassi rispetto all'artico marittima che, viceversa, ha un gradiente termico verticale più pronunciato e di conseguenza una ur maggiore...
    La nostra pagina Facebook sul NW
    _____________________________________________________

    https://www.facebook.com/pages/North...67398806779209

  5. #5
    Prosecco Member L'avatar di spritz82
    Registrato dal
    May 2011
    Residenza
    Madrid (655m)
    Messaggi
    3,969
    Quote Originariamente inviato da Ice85 Visualizza il messaggio
    ciao Mattia, l'aria fredda in quota a 500 hPa non e' secchissima, ma a secondo di dove proviene ha delle caratteristiche..
    quella in oggetto ovvero la polare marittima ha un'ur che puo' variare fra il 40 e il 50%
    (quindi conforma al tuo postato da non confondere al prefrontale umido)
    quella artico marittima invece ha valori ben + alti di ur, che si possono attestare fa il 70 e l'80 %
    se vuoi dell'aria + secca in quota, ti serve quella artico continentale o ancora peggio quella polare continentale

    da dove ricavi i dati di umidità a 500 hPa @Ice85? ho cercato dappertutto senza trovarli se non nei LAM

    infatti non sono riuscito a corroborare la premessa iniziale di @mattiab di aria fredda SEMPRE secca per mancanza di dati
    "Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

    "L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)

  6. #6
    mattiab
    Guest
    Quote Originariamente inviato da Ice85 Visualizza il messaggio
    ciao Mattia, l'aria fredda in quota a 500 hPa non e' secchissima, ma a secondo di dove proviene ha delle caratteristiche..
    quella in oggetto ovvero la polare marittima ha un'ur che puo' variare fra il 40 e il 50%
    (quindi conforma al tuo postato da non confondere al prefrontale umido)
    quella artico marittima invece ha valori ben + alti di ur, che si possono attestare fa il 70 e l'80 %
    se vuoi dell'aria + secca in quota, ti serve quella artico continentale o ancora peggio quella polare continentale

    scusa ice85 ma sei smentito dal mio LAM, che mostra come l'aria che tu indichi avente UR 40-45% nella tua carta perchè polare marittima abbia nei fatti una UR a volte sotto il 20 e a volte tra il 20 e il 40% di umidità. indicherei sulla base di quel LAM un UR tra 10 e 40% per quel tipo di massa d'aria.

  7. #7
    Unimeteo Supporter L'avatar di Ice85
    Registrato dal
    Sep 2011
    Residenza
    S.Giovanni in Persiceto (BO) 21 mt slm
    Messaggi
    1,473
    Quote Originariamente inviato da spritz82 Visualizza il messaggio
    da dove ricavi i dati di umidità a 500 hPa
    Ciao @spritz82, non li ricavo da nessuna parte e come te non saprei dove trovarli, sono valori "medi" che fanno parte delle caretteristiche delle masse d'aria a seconda della loro estrazione, valori che conosco da tempo, possono variare se la massa d'aria staziona a lungo in un posto diverso da dove e' nata, altrimenti sono quelli..

  8. #8
    Unimeteo Supporter L'avatar di Ice85
    Registrato dal
    Sep 2011
    Residenza
    S.Giovanni in Persiceto (BO) 21 mt slm
    Messaggi
    1,473
    Quote Originariamente inviato da mattiab Visualizza il messaggio
    scusa ice85 ma sei smentito dal mio LAM, che mostra come l'aria che tu indichi avente UR 40-45% nella tua carta perchè polare marittima abbia nei fatti una UR a volte sotto il 20 e a volte tra il 20 e il 40% di umidità. indicherei sulla base di quel LAM un UR tra 10 e 40% per quel tipo di massa d'aria.
    ciao Mattia,
    non c'e' ne da smentire ne da confermare, io ti ho scritto l'ur che si porta appresso l'aria polare marittima su una forbice 40/50,
    e' implicito che tu dovresti sapere che quel che c'e' di "puro" di quell'aria e' e sta nel "core" della stessa, ovvero all'interno del cavo o dell'eventuale goccia e non sul getto dove trovi sia la parte + umida data da richiamo prefrontale che la parte + secca dove il jet corre + veloce.. oltretutto hai preso un'esmpio dove e' praticamente un cavetto isolato dal getto principale quindi siamo su una circolazione secondaria con "quasi" una goccia isolata perche' non + alimentata dalla mamma polare..
    l'ur a disposizione del nocciolo in base alla sua estrazione e' quella che ti ho scritto, dopo entrano in gioco altri fattori, tipo l'occlusione che rientra verso il core perche' non e' + un cavo alimentato.. ma siamo sempre li, l'aria fredda a 500 hPa non sta sulla circonferenza ma nel proprio core d'azione..

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •