Likes Likes:  115
Dislikes Dislikes:  0
Pagina 30 di 80 primaprima ... 202829303132 40 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 291 a 300 su 796
  1. #291
    Senior Member L'avatar di ciccio9203
    Registrato dal
    May 2011
    Residenza
    vivo a Ceva (CN) ma sono nato a Gela (CL)
    Messaggi
    1,632
    alle ore 00:42 nuovo terremoto in garfagnana... 3.3 profondita 11 km
    FORZA INTER!!!!!

  2. #292
    Paleoclima Member L'avatar di Denver22
    Registrato dal
    Jan 2012
    Residenza
    Parma (Vigatto) / Porretta Terme (Bo) 400 s.l.m.
    Messaggi
    1,545
    Evacuazione in Garfagnana Garfagnana, allarme terremoto I Comuni: "Abbandonate le case" - Repubblica.it

    sul sito del'INGV c'è il comunicato a cui fa riferimento l'ordinanza di evacuazione, ma se leggete non c'è alcun riferimento a scosse o forti scosse imminenti
    http://terremoti.ingv.it/images/pdf/...1T18-45-01.pdf

    da un punto di vista geo-sismologico in questi giorni si è attivata questa piccola faglia a regime trascorrente. Le faglie trascorrenti sono per antonomasia faglie di trasferimento, ovvero trasferiscono gli sforzi fra faglie adiacenti. In garfagnana questa faglia si trova per l'appunto fra 2 faglie più grosse: una è quella del famoso terremoto del 1920. Quindi, STATISTICAMENTE, potrebbe attivarsi l'altra faglia più grande che sta a Sud rispetto al piccolo lineamento trascorrente, ma quando? Potrebbe essere oggi, domani, tra 1 anno, tra 10 - 40 -80 anni...nessuno può saperlo.

    Situazione delicata, soprattutto da gestire...

  3. #293
    Estate forever L'avatar di Gebbè
    Registrato dal
    Jul 2012
    Residenza
    Selvazzano Dentro (PD)
    Messaggi
    98
    Da profano sarebbe interessante capire la dinamica che ha fatto innescare l'allarme preventivo di ieri sera....e se non ricordo male in Italia (e mi pare nelle stesse zone) già una volta venne lanciato un allarme di pericolo terremoto con evacuazione della popolazione in loco (credo negli anni '80).

    Vi chiedo se sapete darmi una motivazione scientifica del perchè in questo caso è ''scattato'' l'allarme e non in altre analoghe se non più drammatiche situazioni in altre parti del nostro paese???
    ''Bravo così me piaci, quando ridi me stai più simpatico. Ah Robbè, che te frega delle tristezze, lo sai qual'è l'età più bella? Te lo dico io qual'è. E' quella che uno c'ha. Giorno per giorno. Fino a quanno schiatta se capisce....''
    (Bruno Cortona, 1962)

  4. #294
    Paleoclima Member L'avatar di Denver22
    Registrato dal
    Jan 2012
    Residenza
    Parma (Vigatto) / Porretta Terme (Bo) 400 s.l.m.
    Messaggi
    1,545
    Quote Originariamente inviato da Gebbè Visualizza il messaggio
    Da profano sarebbe interessante capire la dinamica che ha fatto innescare l'allarme preventivo di ieri sera....e se non ricordo male in Italia (e mi pare nelle stesse zone) già una volta venne lanciato un allarme di pericolo terremoto con evacuazione della popolazione in loco (credo negli anni '80).

    Vi chiedo se sapete darmi una motivazione scientifica del perchè in questo caso è ''scattato'' l'allarme e non in altre analoghe se non più drammatiche situazioni in altre parti del nostro paese???
    Ciao @Gebbè ... provo a spiegarti come la penso io con uno schizzo fatto in 2 minuti su illustrator sperando di essere chiaro

    Allora:
    l'immagine sotto riassume molto schematicamente la situazione tettonica nella zona di Castelnuovo Garfagana. Sono presenti grosse faglie normali, a carattere distensivo, con piano di immersione verso Sud-OVest: numero 1 e 2.
    Fra le 2 faglie c'è una faglia minore a carattere trascorrente e quindi con piano di immersione praticamente verticale. Tali faglie, come suddetto, sono svincoli preferenziali per il trasferimento di energia.
    La faglia 1 è quella che generò il forte terremoto del 1920 quindi, uno stato tensionale sulla faglia trascorrente che intercorre tra 1 e 2 può indurre a pensare che ci sia un trasferimento di forze da 1 verso 2 e che quindi la faglia 2 possa venir attivata... il problema è il quando. Potrebbe avvenire domani come fra 80 anni, impossibile da dire.
    Io penso che l'allarme, da un punto di vista fisico, derivi da queste considerazioni.

    Nome:   bd4g5W6.jpg
Visite:  115
Grandezza:  50.8 KB

  5. #295
    Estate forever L'avatar di Gebbè
    Registrato dal
    Jul 2012
    Residenza
    Selvazzano Dentro (PD)
    Messaggi
    98
    Grazie @Denver22 .... spegazione esauriente..... ma io chiedo come mai in questa particolare zona d'Italia si sia arrivati a lanciare per ben due volte un allarme per un ''probabile imminente terremoto'' (era già successa nel 1985: Gli atenei «credono» nel radon: previsioni possibili - Corriere della Sera ) e non sia invece mai successo per altre zone del paese......

    che cosa c'è (o non c'è) in Garfagnana di diverso rispetto ad altre zone da far arrivare la Protezione Civile a lanciare un tale allarme per ben 2 volte in 25 anni ??? Penso all'Emilia, a L'Aquila, all'Umbria.....

    articolo dell'epoca:
    http://www.archiviolastampa.it/compo...0001_13833467/
    ''Bravo così me piaci, quando ridi me stai più simpatico. Ah Robbè, che te frega delle tristezze, lo sai qual'è l'età più bella? Te lo dico io qual'è. E' quella che uno c'ha. Giorno per giorno. Fino a quanno schiatta se capisce....''
    (Bruno Cortona, 1962)

  6. #296
    Paleoclima Member L'avatar di Denver22
    Registrato dal
    Jan 2012
    Residenza
    Parma (Vigatto) / Porretta Terme (Bo) 400 s.l.m.
    Messaggi
    1,545
    Di fatto c'è che è una zona molto conosciuta, studiata e dispone di un robusto dataset di rilevazioni utili alla statistica sismologica, quindi a volte fare considerazioni su quell'area è più semplice.
    TI faccio l'esempio dell'Emilia: noi sappiamo che ci sono quelle strutture sismogeniche sotto alla pianura padana, ma non conosciamo a dovere il loro tempo di attività. L'ultimo terremoto forte nel ferrarese risale al 1500, dopo quasi niente...quindi creare un dataset per considerazioni statistiche diventa molto difficile.
    Sul Radon si è parlato a lungo, non ha valenza. Purtroppo in Italia si continua a dar voce a certa gente e l'ignoranza continua a dilagare...

  7. #297
    Estate forever L'avatar di Gebbè
    Registrato dal
    Jul 2012
    Residenza
    Selvazzano Dentro (PD)
    Messaggi
    98
    Quote Originariamente inviato da Denver22 Visualizza il messaggio
    Di fatto c'è che è una zona molto conosciuta, studiata e dispone di un robusto dataset di rilevazioni utili alla statistica sismologica, quindi a volte fare considerazioni su quell'area è più semplice.
    TI faccio l'esempio dell'Emilia: noi sappiamo che ci sono quelle strutture sismogeniche sotto alla pianura padana, ma non conosciamo a dovere il loro tempo di attività. L'ultimo terremoto forte nel ferrarese risale al 1500, dopo quasi niente...quindi creare un dataset per considerazioni statistiche diventa molto difficile.
    Sul Radon si è parlato a lungo, non ha valenza. Purtroppo in Italia si continua a dar voce a certa gente e l'ignoranza continua a dilagare...

    Grazie, molto chiaro....

    Ho pubblicato l'articolo dall'archivio de La Stampa perchè mi sono reso conto che il primo citava la questione radon che so essere un eventuale precursore al quale purtroppo non si può dare praticamente mai una certa valenza statistica e non volevo essere frainteso....
    Quindi mi dici che quella zona è molto conosciuta, statisticamente è possibile fare un database di tutti gli eventi sismici e quindi quando avvengono determinate scosse in una determinata sequenza o in un determinato modo, in base a questo database di eventi sismici passati gli esperti hanno la facoltà di lanciare un allarme alla popolazione se lo ritengono necessario... Interessante questo discorso..... quindi un minimo di previsione forse è realmente fattibile....
    Sarebbe interessante riuscire ad allargare queste possibilità anche per altre zone anche più pericolose....
    ''Bravo così me piaci, quando ridi me stai più simpatico. Ah Robbè, che te frega delle tristezze, lo sai qual'è l'età più bella? Te lo dico io qual'è. E' quella che uno c'ha. Giorno per giorno. Fino a quanno schiatta se capisce....''
    (Bruno Cortona, 1962)

  8. #298
    Senior Member L'avatar di Mistero
    Registrato dal
    Nov 2010
    Residenza
    bologna
    Messaggi
    1,365
    Terremoto sta mattina a finale emilia..
    Magnitudo 2.4 con profondità di 5km
    Comuni entro i 10Km

    FINALE EMILIA (MO)
    AMO LE DONNE E LA SEDUZIONE
    http://meteoprevisioni24.blogspot.it/

  9. #299
    Paleoclima Member L'avatar di Denver22
    Registrato dal
    Jan 2012
    Residenza
    Parma (Vigatto) / Porretta Terme (Bo) 400 s.l.m.
    Messaggi
    1,545
    Si, se si ha a disposizione un robusto dataset, l'unica cosa che si può tentare è una "previsione" probabilistica.
    Purtroppo, più le strutture interessate sono grandi e più questo discorso va a farsi friggere, perchè entrano in campo troppe variabili e la probabilità di successo irrimediabilmente cala.

    Comunque questo ad oggi è il metodo più utilizzato dalla comunità scientifica, non solo in Italia, ma in tutto il mondo.

    I giapponesi ad esempio, che sono fra i leader mondiali in queste ricerche, stanno dividendo in vari settori il piano di Benioff che hanno "sotto i piedi", cioè la placca pacifica, che subduce sotto le placche Nord-Americana e Euro-Asiatica, la quale è la causa di tutti i forti terremoti giapponesi.
    Hanno dei settori dove ad esempio stimano che un sisma di magnitudo 6.5 ha il 73% di probabilità di avvenire entro un anno...e così via.
    Gli americani attuano lo stesso concetto, in Italia...
    In Italia è un concetto difficile da digerire: questo avviene perchè la squallida buorocrazia all'italiana vuole sempre attaccarsi ad un dato, hanno bisogno di metodologie ingegneristiche e quindi di una scienza deterministica, vogliono un numero! Peccato che la sismologia, la geofisica, la geologia in generale, per quello che riguarda i terremoti, non sono ASSOLUTAMENTE deterministiche, bensì probabilistiche. Ma vallo a far capire...

  10. #300
    Estate forever L'avatar di Gebbè
    Registrato dal
    Jul 2012
    Residenza
    Selvazzano Dentro (PD)
    Messaggi
    98
    Chiaro.... Ma non comprendo come sia possibile che se vengono usati i medesimi parametri statistici per calcolare un eventuale rischio sismico (magari in un arco temporale di mesi o anni) venga invece invece comunicato alla popolazione di uscirsene di casa per un paio di giorni e basta .....

    Non mi torna la cosa....
    ''Bravo così me piaci, quando ridi me stai più simpatico. Ah Robbè, che te frega delle tristezze, lo sai qual'è l'età più bella? Te lo dico io qual'è. E' quella che uno c'ha. Giorno per giorno. Fino a quanno schiatta se capisce....''
    (Bruno Cortona, 1962)

Pagina 30 di 80 primaprima ... 202829303132 40 ... ultimoultimo

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •