Likes Likes:  6
Dislikes Dislikes:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 7 su 7
  1. #1
    Mega Member L'avatar di Ciasco
    Registrato dal
    Aug 2010
    Residenza
    San Costanzo (PU) 150m sldm
    Messaggi
    3,687

    Scoperto il mistero dei bagliori durante i terremoti

    Piccole luci. Appaiono improvvisamente poco prima dei terremoti ma fino a oggi il motivo scientifico non era stato risolto. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista 'Seismological Research Letters', e condotto dai ricercatori guidati da Robert Thériault, geologo del Ministero delle Risorse Naturali del Quebec in Canada, le luci sismiche, chiamate Eql (EarthQuake Light), sono legate a un rapido accumulo dell'energia intrappolata tra le faglie del sottosuolo.

    La terra si muove, e fa scintille di luce. Queste correnti elettriche indotte fluiscono in superficie attraverso fenditure dove, ionizzandosi insieme alle molecole d'aria, generano la luminosità osservata. Per molto tempo le luci sono state considerate un mito. I sismologi hanno accertato la loro esistenza quando sono state fotografate in Giappone a Nagano durante lo sciame sismico di Mitsushiro, tra il 1965 e il 1967.

    Il fenomeno è stato osservato e filmato poi durante il terremoto del Perù del 2007, il terremoto del Sichuan del 2008, e il terremoto del Cile del 2010. Ma anche durante il terremoto dell'Aquila del 2009. Le luci sono iniziate nove mesi prima della scossa principale e proseguite per 5 mesi dopo. Poco prima della grande scossa, alcune persone hanno visto una luce tremolante alta 10 centimetri sopra il lastricato di via Francesco Crispi nel centro della citta.

    Ma le luci telluriche potrebbero assumere un valore importante: "Possiamo considerarle come un fenomeno pre-terremoto – ha detto Thériault – e combinando questi dati con altri tipi di parametri che variano poco prima di un sisma, potremo un giorno tentare di prevedere questi eventi che sono così catastrofici per l'uomo".

    I terremoti restano impredevibili. Ma i ricercatori hanno comunque assicurato di essere in grado di prevedere quale area della Cina sarà colpita dal prossimo grande sisma. Secondo uno studio pubblicato in 'Seismological Research Letters', la scossa si verificherà lungo un segmento di 60 chilometri sulla faglia di Longmenshan, al confine tra il Tibet e il bacino del Sichuan nel sud-ovest del paese. Per Mian Liu della University of Missouri questa è infatti la zona "più a rischio di essere colpita". Nell'aprile 2013 circa 200 persone morirono nella provincia di Sichuan per un terremoto di magnitudo 6,6. Nel 2008 uno di magnitudo 8 causò quasi 90 mila tra morti e dispersi. *

  2. #2
    Facepalm Member L'avatar di Sarmatico
    Registrato dal
    May 2011
    Residenza
    Teramo (263 m s.l.m.)
    Messaggi
    31,606

    Mike:"You know what happened. The question is, can you live with it?”

    "Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti"

  3. #3
    Mega Member L'avatar di Ciasco
    Registrato dal
    Aug 2010
    Residenza
    San Costanzo (PU) 150m sldm
    Messaggi
    3,687
    ero dal cellulare, ho sbagliato categoria e mi sono dimenticato la fonte, impiccatemi pure

  4. #4
    Unimeteo Photographer L'avatar di sergio_79
    Registrato dal
    Jul 2011
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    7,271
    Quote Originariamente inviato da Ciasco Alborella Visualizza il messaggio
    ero dal cellulare della polizia ho sbagliato categoria e mi sono dimenticato la fonte, impiccatemi pure
    Amatrice in uno scatto...




  5. #5
    Prosecco Member L'avatar di spritz82
    Registrato dal
    May 2011
    Residenza
    Madrid (655m)
    Messaggi
    3,969
    Quote Originariamente inviato da Ciasco Alborella Visualizza il messaggio
    ero dal cellulare, ho sbagliato categoria e mi sono dimenticato la fonte, impiccatemi pure


    Nome:   hang.gif
Visite:  548
Grandezza:  2.0 KB
    "Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

    "L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)

  6. #6
    Unimeteo Staff L'avatar di Cris96
    Registrato dal
    Jun 2013
    Residenza
    Fasano
    Messaggi
    7,038
    notizia interessante
    Inverno 2014/2015 stupiscimi

  7. #7
    Senior Member L'avatar di francesco415
    Registrato dal
    Feb 2012
    Residenza
    Cessaniti (VV) 300m
    Messaggi
    2,135
    molto interessante
    That's one small step for man,one giant leap for mankind

    Questo è un piccolo passo per un uomo, ma un grande passo per l'Umanità.

    cit. Neil Armstrong
    -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



    aspettando l'inverno.........

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •