• 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Usa: chiude lo Stato federale Tagliati i servizi "non essenziali"
#1
A quanto pare non siamo l'unico Paese dove la destra sta subendo una mutazione, una deriva irresponsabile e sfascista che mi preoccupa parecchio. Anche in questo caso, per condurre una propria battaglia politica (per di più già persa, visto che la riforma sanitaria è romai approvata da tempo) si mette in discussione lo stesso funzionamento dello stato, correndo il rischio di travolgere la fragile ripresa economica USA e mondiale.


Shutdown, Obama: "Ecco cosa succederà. Repubblicani all'apice dell'irresponabilità" - Repubblica.it
Citazione:Shutdown, Obama: "Ecco cosa succederà.
Repubblicani all'apice dell'irresponabilità"
Il presidente Usa, a poche ore dal blocco delle attività federali, e mentre è lontano l'accordo tra i due partiti, parla agli americani: "Vorrebbero bloccare la riforma sanitaria, ma entrerà in vigore"
dal nostro corrispondente FEDERICO RAMPINI

Shutdown, Obama: "Ecco cosa succederà. Repubblicani all'apice dell'irresponabilità"

NEW YORK - "Non è inevitabile che lo Stato si fermi, il Congresso deve impedirlo, deve votare il bilancio". Barack Obama prende la parola alle 17 di Washington. Dalla Casa Bianca parla alla nazione, più ancora che ai parlamentari. Il suo ultimatum al Congresso per impedire il drammatico "shutdown" (chiusura degli uffici pubblici) avviene quando mancano ormai solo sette ore alla mezzanotte.

Il presidente deve mettere i repubblicani con le spalle al muro, richiamarli alle loro responsabilità, ma non si fa illusioni. E infatti il suo discorso diventa un lungo elenco di cose che accadranno allo scoccare della mezzanotte. Obama deve spiegare al popolo americano quel che lo attende domani al risveglio. "Gran parte dell'amministrazione pubblica sarà chiusa".


E' la conseguenza del braccio di ferro che paralizza il potere legislativo. Alla Camera, dove hanno la maggioranza, i repubblicani hanno tentato il colpaccio contro la riforma sanitaria di Obama, condizionando la legge di bilancio a un rinvio di almeno una anno nella nuova assistenza sanitaria. Non tira aria di ripensamento nella destra e il discorso del presidente diventa la dettagliata descrizione di un disastro ormai imminente.

Il presidente spiega anzitutto quali servizi verranno salvaguardati, su decisione della Casa Bianca, che ha qualche margine di manovra per orientare l'uso dei fondi esistenti. "Non smetteremo di pagare le pensioni. L'assistenza ospedalieri a poveri e anziani (Medicare, Medicaid) non cessa. La posta verrà distribuita. Le funzioni che garantiscono la nostra sicurezza saranno preservate, compresi i controllori di volo".

Poi inizia l'elenco di tutti i dipartimenti e agenzie federali che gli americani domattina troveranno chiusi, o decurtati di personale da non poter garantire i servizi. "Molti pagamenti di stipendi rallenteranno, così come i permessi di costruzione, compresi quelli nelle aree devastate da calamità naturali. Chiuderanno i parchi naturali, la Statua della Libertà, i musei dello Smithsonian. I reduci militari avranno un'assistenza ridotta".

Soprattutto, Obama prende di petto l'ideologia della destra che dipinge gli statali come dei parassiti. "Il governo federale - dice - è il più grosso datore di lavoro del paese. Due milioni di dipendenti solo nelle amministrazioni civili: di questi centinaia di migliaia saranno messi a riposo senza stipendio. Non potranno pagare le rate dei loro mutui. Questi americani sono nostri vicini di casa, vanno in chiesa insieme a noi, mandano i loro figli a scuola con i nostri, sono clienti degli stessi negozi. Tutti noi saremo danneggiati, l'impatto economico sarà duro. Stiamo parlando di persone in carne ed ossa".

Conclude accusando di "irresponsabilità" chi sceglie di mettere "un cuneo dentro le ruote dell'economia", e minaccia la ripresa economica. "Non c'è nulla di inevitabile, si può ancora impedire che questo accada". Ma i segnali di ripensamento da parte dei repubblicani ancora non ci sono.
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
  Cita messaggio
#2
Sto cominciando seriamente a riabilitare il modello di "Democrazia autoritaria" pensato e voluto da Putin per la Russia... ed è tutto detto...
  Cita messaggio
#3
Minchia!! 800.000 dipendenti pubblici rimasti senza lavoro ed a circa un milione di impiegati sarà chiesto di lavorare senza paga. Tutti gli uffici pubblici non essenziali resteranno chiusi, solo i membri dell’esercito – grazie a un’apposita legge firmata ieri da Obama – continueranno a essere pagati.
Il governo degli Stati Uniti “chiude” | Il Post

Per fare un esempio su ciò che sta accadendo negli USA, il sito del NOAA è paralizzato, garantendo solo il weather service
"Due to the Federal Government shutdown, NOAA.gov and most associated web sites are unavailable. However, because the information this site provides is necessary to protect life and property, it will be updated and maintained during the Federal Government shutdown."
NOAA Status Alert
"La Sardegna. Questa terra non somiglia a nessun altro luogo"D.H. Lawrence

"QUI VIGE L'UGUAGLIANZA: NON CONTA UN CAZZO NESSUNO!" cit.

"Quando l'ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa un dovere"
Bertolt Brecht
  Cita messaggio
#4
Incredibile :eek:
[Immagine: xzCrUL7.gif]
Mike:"You know what happened. The question is, can you live with it?”

"Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti"
  Cita messaggio
#5
In confonto le missioni della troika in Grecia sono scampagnate fra amici...
"Il governissimo come è stato fatto in Germania qui non è attuabile." (Enrico Letta, 8 aprile 2013). :buah:

La mia stazioncina meteo online (versione "quasi" definitiva)... Smile
http://rieticentrometeo.altervista.org

Terminillo.ORG Smile
----------
[SIGPIC][/SIGPIC]
  Cita messaggio
#6
Questo invece il sito che avevo come riferimento per la sismicità nel mondo...

[ATTACHMENT NOT FOUND]

Critical USGS Web Sites available during Government Shutdown
Amatrice in uno scatto...

[Immagine: 2ngg1t0.jpg]

[Immagine: KYEWF.png]
  Cita messaggio
#7
sergio_79 Ha scritto:Questo invece il sito che avevo come riferimento per la sismicità nel mondo...

[ATTACHMENT NOT FOUND]

Critical USGS Web Sites available during Government Shutdown
pazzesco, pazzesco :eek:
[Immagine: xzCrUL7.gif]
Mike:"You know what happened. The question is, can you live with it?”

"Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti"
  Cita messaggio
#8
Guardate a cosa sono arrivati i dipendenti del National Weather Service di Anchorage

Alaska National Weather Service office begs “please pay us” in secret message
[Immagine: xzCrUL7.gif]
Mike:"You know what happened. The question is, can you live with it?”

"Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti"
  Cita messaggio
#9
Shutdown, economia e politica del caos - Il Sole 24 ORE
L'economista Mark Thoma ha scritto recentemente un eccellente editoriale per il Fiscal Times, in cui collega la battaglia per l'innalzamento del tetto all'indebitamento al problema più generale del dilagare della disuguaglianza. Ma la realtà, secondo me, è ancora peggio di quello che suggerisce Thoma. Ecco cosa scrive: «L'aumento della diseguaglianza e il differenziale di esposizione al rischio economico spinge un gruppo a vedersi come la parte produttivà della società, che provvede agli altri e si accolla gran parte degli oneri, mentre l'altro gruppo sarebbe la parte parassita, che si prende tutti i benefici. Gli strati più ricchi della società si domandano: Perché dovrei pagare per l'assistenza sociale quando i benefici che ne ricevo sono molto scarsi o del tutto nulli? da qui nascono gli attacchi contro questi programmi».

Thoma, insomma, mette in relazione la battaglia sull'innalzamento del tetto del debito con l'influenza dei ricchi, che vogliono smantellare lo Stato sociale perché per loro non ha nessuna importanza e perché vogliono abbassare le tasse. Si potrebbe aggiungere che la stessa disuguaglianza che rende i ricchi più distanti dai problemi del volgo dà loro un maggior potere, e dunque conferisce più peso alle loro opinioni anti-welfare.Perché, allora, dico che le cose sono ancora peggiori di come le dipinge Thoma? Perché molti dei ricchi sono selettivi nella loro avversione verso gli aiuti pubblici per gli infelici: sono contrari a cose come i buoni alimentari e i sussidi di disoccupazione, ma quando si tratta di salvare Wall Street sono più che favorevoli!Dico sul serio: Charlie Munger, il vicepresidente della Berkshire Hathaway, nel 2010 disse che dovevamo ringraziare Dio per il salvataggio delle banche, ma che i comuni cittadini in ambasce dovevano farsi coraggio e arrangiarsi. Lo shutdown: economia e politica del caos.

Come siamo arrivati a questo punto? Ezra Klein, del Washington Post, fornisce implicitamente due interpretazioni abbastanza differenti.
Klein descrive benissimo l'essenza del problema: «L'obbiettivo è semplicemente fermare una legge che aumenta le tasse ai ricchi e riduce i sussidi alle assicurazioni private nel quadro del Medicare(l'assistenza sanitaria pubblica per gli anziani) allo scopo di aiutare gli americani a basso reddito ad avere una copertura sanitaria. Sì, esatto: è per questo motivo che il Partito repubblicano potrebbe costringere lo Stato a sospendere le sue attività e dichiarare il default». Proprio così. Questo scontro per certi versi rappresenta incontestabilmente una lotta di classe: da un lato gli interessi dello 0,1% della popolazione, dall'altro quelli delle famiglie a basso reddito. Ma arrivati a questo punto quasi tutto lo 0,1% sta supplicando i Repubblicani di darci un taglio. Insomma, quando tutto è cominciato era una questione di lotta di classe, ma ormai il mostro è sfuggito dalla gabbia: perfino Karl Rove, l'uomo che praticamente è il difensore ufficiale dei privilegi delle classi alte, piagnucola che il partito non lo sta a sentire.C'è una cosa fondamentale da tenere presente: il Partito repubblicano sembra essere stato preso in ostaggio dalla sua ala radicale. Un elemento cruciale della storia è la bolla conservatrice, che significa, fra le altre cose, che molti a destra hanno idee mostruosamente distorte sulla riforma sanitaria: diversi politici repubblicani probabilmente credono davvero che si tratti di un complotto comunista, o dell'equivalente morale dello schiavismo, o qualcosa del genere. Tornando alla questione della lotta di classe: la mia teoria è che i ricchi si sono comprati un partito di destra radicale, convinti - a ragione - che gli avrebbe tagliato le tasse e avrebbe ridotto la regolamentazione, ma senza rendersi conto che la follia alla fine avrebbe assunto vita propria e che il mostro che avevano evocato si sarebbe rivoltato non solo contro i poveracci, ma anche contro i suoi creatori.E nessuno sa come va a finire.
[Immagine: xzCrUL7.gif]
Mike:"You know what happened. The question is, can you live with it?”

"Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti"
  Cita messaggio
#10
anche alcuni servizi "nostri" sono stati sospesi per questa situazione, ad esempio sul LaMMA

Stima di pioggia | Consorzio LaMMA
Instagram - 500px - LinkedIn
Le mie corse su Strava

«To see things thousands of miles away, things hidden behind walls and within rooms, things dangerous to come to, to draw closer, to see and be amazed. That’s Life.»

«Cos'è il genio? Fantasia, intuizione, colpo d'occhio e velocità d'azione.»
  Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)