Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Una mappa del Cervino in 3D
#1
[video=youtube;NuZUSe87miY]http://www.youtube.com/watch?v=NuZUSe87miY&feature=player_embedded[/video]

Negli ultimi anni stiamo assistendo all'ascesa dei droni. Il progetto dell’Ecole polytechnique fédérale di Losanna ha permesso di mappare il Cervino con immagini 3D ad alta risoluzione. La bellezza di questa montagna dal profilo inconfondibile è stata catturata con i velivoli a pilotaggio remoto.

[ATTACH=CONFIG]34136[/ATTACH]

Alla parola tecnologia qualcuno pensa agli ultimi modelli di automobili da corsa, qualcuno ai satelliti in orbita e alla stazione spaziale, qualcuno agli aerei che permettono di accorciare le distanze tra i continenti. Negli ultimi anni stiamo assistendo all’ascesa dei droni o velivoli a pilotaggio remoto. Anche chiamati UAV, hanno grandi potenzialità dal momento che non essendoci il pilota a bordo possono accedere a delle aree pericolose per l’uomo.

I droni, già usati largamente in campo militare, si stanno espandendo anche in campo civile. Se ne sono usati, per esempio, per monitorare la Costa Concordia, ma anche per controllare la sicurezza di alcuni edifici dopo il terremoto in Emilia. I vigili urbani di Torino sono inoltre stati “affiancati” da quadricotteri che, grazie a riprese dall’alto, hanno incastrato e fatto arrestare alcuni spacciatori.

Nell’ultimo mese il campo della tecnologia degli UAV è arrivato anche in alta montagna. Un progetto dell’Ecole polytechnique fédérale di Losanna (Epfl) ha permesso di mappare il Cervino con immagini 3D ad alta risoluzione. La bellezza di questa montagna dal profilo inconfondibile è stata catturata con droni eBee da due team a due altitudini diverse. Il primo team ha raggiunto la vetta a 4478 metri e ha fatto volare il piccolo e leggero aeromobile, che è arrivando ad una massima altitudine di 4707 metri per mappare la parete ovest, mentre il secondo team ha avuto il compito di mappare la parte a più basse altitudini con tre altri droni, facendoli volare in due fasi diverse. Questi ultimi sei voli hanno sorvolato le pareti nord ed est ad un’altitudine di 3260 metri.


[ATTACH=CONFIG]34137[/ATTACH]

Il progetto dell’azienda senseFly, che fa capo all’Intelligent Systems Laboratory (Lis) dell’Epfl, in collaborazione con Drone Adventures, Pix4D e Mapbox è stato un vero successo. Sul sito ufficiale scopriamo che gli eBee hanno scattato 2188 immagini ad alta risoluzione (ogni pixel rappresenta 20 cm di terreno), volando per una distanza complessiva di 263.6 km e per una durata complessiva di 5 ore e 40 minuti. Sono stati mappati 2800 ettari, corrispondenti a 28 chilometri quadrati. Noi sognatori speriamo che questo progetto sia solo l'inizio di una mappatura di tutto l'arco alpino.
http://www.fanpage.it/una-mappa-del-cervino-in-3d/
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)