Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Un paio di domande...
#1
Ultimamente, in questo inverno "anomalo" per le nostre parti mi pongo alcune domande/riflessioni, provo a riproporle in ordine sparso:

1) Perchè ce la prendiamo tanto con i "meteoman" che per campare annunciano sensazionalismi che puntualmente non avvengono? D'altra parte anche le carte/modelli fanno la stessa identica cosa (tendenze che puntualmente non si verificano)...l'argomento previsione è un po' in alto mare ancora, nonostante gli evidenti passi da gigante comunque degli ultimi anni?

1bis) Perchè mandiamo in galera gente che non prevede i terremoti, mentre quelli che non azzeccano previsioni meteo fanno soldi?

2) Si stava meglio quando si stava peggio? Ricordo 15-20 anni fa (ma anche 10 dai), ai tempi della preistoria internettiana, o anche medioevo, in cui attendevo con ansia spasmodica Caroselli alle 17 su Rai1 per sperare nelle paroline magiche. Ora che abbiamo tutto a disposizione, non trovate che qualcosa si sia comunque perso invece che guadagnato?

3) Non sono esperto meteo, mi piace leggervi e ammiro la vostra preparazione da appassionati. Non pensate che a lungo andare tutto questo (carte, modelli ogni 4 ore, indici, dati in quantità industriale) possa portare ad un disamoramento dato dalle continue "cantonate" che si prendono?

3bis) Ad un certo punto uno non si può stufare di seguire modelli che prevedono chissà che a medio/lungo termine, e poi avviene esattamente il contrario?


Sono tutte domande che uno profano come me si pone, una persona che non è assolutamente preparata in materia e che dal suo punto di vista "pellicolare" vede le cose in un certo modo.

Saluti Smile
Cita messaggio
#2
sergio_79 Ha scritto:Ultimamente, in questo inverno "anomalo" per le nostre parti mi pongo alcune domande/riflessioni, provo a riproporle in ordine sparso:

1) Perchè ce la prendiamo tanto con i "meteoman" che per campare annunciano sensazionalismi che puntualmente non avvengono?
D'altra parte anche le carte/modelli fanno la stessa identica cosa (tendenze che puntualmente non si verificano)...l'argomento previsione è un po' in alto mare ancora, nonostante gli evidenti passi da gigante comunque degli ultimi anni?

Il meteoman "per campare" nn deve fare "sensazionalismo".. ma --> prevedere <--..
prevedere in un lasso di tempo che sia e rimanga "ragionevole" altrimenti diventa azzardo
e si va quindi a "fortuna" e qui perde le caratteristiche di previsore e/o professionista e diventa un "giocatore d'azzardo".. i modelli sono in continuo miglioramento basti guardare in 1/4 di secolo. .siamo passati dal 65% all'85% degli inglesi a 5gg.. e' un salto da "paura"..
ma bisogna semprerestare entro certi parametri temporali altrimenti si vende " fuffa"..
e questo e' noto ai +... aime' nn a quelle persone che si avvicinano con poche conoscenze..
in pratica si abusa dei modelli per fini e paturnie prersonali...
[Immagine: rnmn.nhsh.gif]

Citazione:1bis) Perchè mandiamo in galera gente che non prevede i terremoti, mentre quelli che non azzeccano previsioni meteo fanno soldi?

perche' il mondo va cosi' .. in ogni caso nn mandiamo in galera "nessuno" e' un'estremizzazione la tua che ho parzialmente compreso ma che nn giustifico a livello globale..
chi ha interessi legati al meteo viene cmq pesantemente compromesso a livello lavorativo..
per nn entrare nel discorso "pericolo" e/o vite umane che diventa ancora + complesso ma voglio evitare commenti..

Citazione:2) Si stava meglio quando si stava peggio? Ricordo 15-20 anni fa (ma anche 10 dai), ai tempi della preistoria internettiana, o anche medioevo, in cui attendevo con ansia spasmodica Caroselli alle 17 su Rai1 per sperare nelle paroline magiche. Ora che abbiamo tutto a disposizione, non trovate che qualcosa si sia comunque perso invece che guadagnato?

sicuramente c'erano delle persone nettamente + competenti con dei connotati che adesso
possiamo tranquillamente "rimpiangere".. il fatto di inserire il proprio "sapere" .. all'interno di una carta.. e il proprio sapere e' un bagaglio che pochi hanno.. fa la differenza... assieme a una pacatezza e modestia che oggi "manca a prescindere"...

Citazione:3) Non sono esperto meteo, mi piace leggervi e ammiro la vostra preparazione da appassionati. Non pensate che a lungo andare tutto questo (carte, modelli ogni 4 ore, indici, dati in quantità industriale) possa portare ad un disamoramento dato dalle continue "cantonate" che si prendono?

cio' che e' "nuovo" .. parlo da potenziale anziano.. e' futuro.. sono le persone e il modo con cui
queste potenzialita' vengono "sminuite" e non apporfondite che possono dare vita a quella disaffezione di cui parli.. i modelli fanno il loro sporco lavoro.. sta negli opratori e/o noi appassionati saperli leggere senza ricami e quant'altro... wanna marchi e' stata condannata..
il fatto di vendere fumo.. nn e' lecito e le persone.. nn sono stupide.. io resto fiducioso..
Citazione:3bis) Ad un certo punto uno non si può stufare di seguire modelli che prevedono chissà che a medio/lungo termine, e poi avviene esattamente il contrario?

ci sono una miriade di persone che hanno conoscenza o perlomeno sono afferrati in materia senza essere laureati.. dobbiam osmetterla di cercare "visibilita' " gratuita e consensi..
questo.. non porta a conoscere i fatti ma a dare una visione che venga assimilata quale
quella richiesta o meglio dire.. quello che vorremmo sentirci dire...
e solitamente non combacia con la realta.. i modelli nn danno "delusioni" a chi li sa leggere...
le danno a chi e' stato "fuorviato a credere che oltre un determinato spazio temporale..
quello che vedono e' vero.. e' una differenza pari a "giorno e notte" insomma..
nn ti devo "dar piacere" per avere il tuo "consenso".. devo parlare a segno... ma oggi nn funziona cosi'..
[Immagine: performance_modelli_500hPa.jpg]

Citazione:Sono tutte domande che uno profano come me si pone, una persona che non è assolutamente preparata in materia e che dal suo punto di vista "pellicolare" vede le cose in un certo modo.

Saluti Smile

saluti Ice85
Cita messaggio
#3
Grandissimo.
Ti ringrazio per la chiarezza che sempre ti contraddistingue Wink
Cita messaggio
#4
sergio_79 Ha scritto:Ultimamente, in questo inverno "anomalo" per le nostre parti mi pongo alcune domande/riflessioni, provo a riproporle in ordine sparso:

1) Perchè ce la prendiamo tanto con i "meteoman" che per campare annunciano sensazionalismi che puntualmente non avvengono? D'altra parte anche le carte/modelli fanno la stessa identica cosa (tendenze che puntualmente non si verificano)...l'argomento previsione è un po' in alto mare ancora, nonostante gli evidenti passi da gigante comunque degli ultimi anni?

Perchè i modelli seguono degli input reali e oggettivi e sono "incatenati" da formule fisiche e matematiche. Un modello a 384h vale praticamente niente, ma non annuncia continuamente il gelo per ottenere visite sul sito, il risultato è casuale.
Molte volte non si verificano HP o scaldate atroci viste a oltre 240h eppure non ci si ricorda di questo, solitamente, ma ci si ricorda delle colate gelide che vengono previste a 300h e poi scompaiono... Dopodichè c'è da dire che molto si fa con l'esperienza...Prendere per oro colato le temperature a 850hpa a 5-6 giorni di distanza è da irresponsabili, poichè l'orografia europea è talmente complessa che ogni piccola modifica può portare a uno stravolgimento importante degli effetti sul proprio orticello.
Il modello ECMWF a 5 giorni mi pare sia sul 90% negli ultimi mesi, quindi non direi che siamo in alto mare. Il vero problema è che le previsioni non sono perfette e ci vorranno ancora molti anni per affinarle e farle diventare affidabili anche per la microarea. In questo sono decisivi i LAM e ce ne sono di molto validi anche in Italia (Moloch liguria, Moloch ISAC, WRF Meteoriccione...).

sergio_79 Ha scritto:1bis) Perchè mandiamo in galera gente che non prevede i terremoti, mentre quelli che non azzeccano previsioni meteo fanno soldi?

Non si manda in galera chi non prevede i terremoti, bensì chi prevede che NON ci saranno terremoti pericolosi per la gente (vedi l'Aquila). Le previsioni meteo sono altra cosa, ma se qualche meteoman prevedesse, per esempio, durante un'intensa fase perturbata, che NON si verificherebbero episodi pericolosi per la gente dovrebbe, a mio parere, subire lo stesso trattamento.
Tuttavia, bisognerebbe prima regolamentare la professione di meteorologo, visto che tutti possono fregiarsi di tale titolo anche se non ne hanno le competenze (vedi A.S. ...).

sergio_79 Ha scritto:2) Si stava meglio quando si stava peggio? Ricordo 15-20 anni fa (ma anche 10 dai), ai tempi della preistoria internettiana, o anche medioevo, in cui attendevo con ansia spasmodica Caroselli alle 17 su Rai1 per sperare nelle paroline magiche. Ora che abbiamo tutto a disposizione, non trovate che qualcosa si sia comunque perso invece che guadagnato?

Personalmente mi faccio le previsioni, quindi non rimpiango i meteoman (ricordo cantonate veramente epiche anche di Giuliacci e Caroselli, evitabilissime da chiunque conosca la propria zona o osservi i modelli su internet) e, visto lo spazio sempre minore dato alle previsioni in TV non posso che essere ipersoddisfatto della meteo su internet...certo ci vuole un po' per fare esperienza e evitare le bufale.

sergio_79 Ha scritto:3) Non sono esperto meteo, mi piace leggervi e ammiro la vostra preparazione da appassionati. Non pensate che a lungo andare tutto questo (carte, modelli ogni 4 ore, indici, dati in quantità industriale) possa portare ad un disamoramento dato dalle continue "cantonate" che si prendono?

3bis) Ad un certo punto uno non si può stufare di seguire modelli che prevedono chissà che a medio/lungo termine, e poi avviene esattamente il contrario?

No, perchè semplicemente lo si sa in partenza che si parla di avvenimenti difficilmente prevedibili e con mille variabili che possono intercorrere a cambiare indici e previsioni. Si cerca di farsi un'idea e spesso comunque in linea di massima funziona, vedi la teoria del NAM che sta effettivamente funzionando molto bene purtroppo.
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
Cita messaggio
#5
Grazie anche a te Meso (anche se sei interista :lolASmile
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)