• 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Tsunami di ghiaccio
#1
Gli eventi straordinari sono come le ciliegie: uno tira l’altro. Ho finito da poco di scrivere dei due inauditi tsunami di ghiaccio che hanno causato gravi danni nei giorni scorsi sulle rive dei laghi Dauphin e Mille Lacs, in Canada e negli Stati Uniti: ed ora mi imbatto in un altro, recentissimo tsunami di ghiaccio e nel relativo video. Nonchè in una spiegazione più convincente di questo fenomeno probabilmente mai osservato prima.

Un’agenzia canadese per la protezione dell’ambiente ha inserito su Youtube le immagini girate dall’alto dello tsunami di ghiaccio che ha sconvolto il lago artificiale Codette, appunto in Canada.

Il lago era gelato. Ad un certo punto, sulla sua superficie liscia e piatta, si è messa in moto una sorta di valanga orizzontale. Le immagini sono dopo il “continua”.

Sorbitevi, all’inizio, qualche secondo di spiegazioni da parte della Water security agency canadese, e poi trattenete il fiato.

Secondo l’interpretazione della stessa agenzia, lo tsunami di ghiaccio si è prodotto a causa del massiccio ingresso nel lago di acqua proveniente dalla fusione dei ghiacci.

L’acqua ha spezzato e accumulato davanti a sè il ghiaccio che ricopriva il lago.

Si è creata così una muraglia di ghiaccio alta tre metri che, su un amplissimo fronte, ha letteralmente spazzato il lago ghiacciato.

Non si vede (nè si dice) quali effetti ha prodotto l’onda di ghiaccio sulla riva e se, e fino a che punto, questo anomalo tsunami si è spinto sulla terra ferma. Si presume che non ci siano stati danni a cose o persone.

L’improvviso arrivo nel lago gelato di acqua di fusione mi sembra una spiegazione dello tsunami di ghiaccio migliore rispetto al forte vento al quale i media statunitensi e canadesi hanno attribuito i fenomeni (e i danni) verificatisi sulle rive dei laghi Mille Lacs e Dauphin.

Del resto (lo noto ora…Wink non si muove neanche un filo d’erba nell’unico video che mostra l’avanzata dello tsunami ghiacciato verso le case: bisognerebbe pensare che il vento avesse innescato il fenomeno e poi fosse caduto, oppure che soffiasse solo al largo mentre a riva non arrivava neanche un alito di brezza.

[video=youtube;OgMBQFf64JM]http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=OgMBQFf64JM[/video]
http://blogeko.iljournal.it/altro-inaudi...more-72895
  Cita messaggio
#2
spettacolare!! :o
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
  Cita messaggio
#3
Grazie della segnalazione

Tsunami di ghiaccio
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
  Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)