Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
"Terrone" è un offesa?
#1
Siccome di recente mi è capitato di assistere ad un battibecco sull'argomento... cosa ne pensate???:bat:
Cita messaggio
#2
ciao wise, come butta? io sono assolutamente antirazzista eppure i miei amici del sud li chiamo spesso terroni e a loro non da assolutamente fastidio...dipende da come usi la parola.
Cita messaggio
#3
secondo me dipende dalle situazioni ,se fatto ta amici o in modo scherzoso,oppure fatto con modi da insultare
Cita messaggio
#4
Bass Ha scritto:ciao wise, come butta? io sono assolutamente antirazzista eppure i miei amici del sud li chiamo spesso terroni e a loro non da assolutamente fastidio...dipende da come usi la parola.

Weeeela è ancora vivo anche questo ehehehBig Grin
In questi giorni si stanno rifacendo vivi tutti, come va???

Eh questioni come queste sono sempre sul filo e dipendono sempre dall'atteggiamento sia di chi lo dice sia di chi lo riceve. Ovviamente all'interno di un rapporto di amicizia se ne dicono anche di molto peggio, ma al di fuori di questo ambito è già stato riconosciuto dalla Cassazione nel 2005 che dare del "terrone" ad un individuo equivale ad un insultarlo.
Cita messaggio
#5
io tutto bene. Comunque non mi pare così grave, eppure pubblicamente effettivamente è un'offesa
Cita messaggio
#6
Dipende dal tono con cui lo si usa, io mio papà o mia morosa li chiamo a volte terùn Big Grin se lo dico ad uno che non conosco ed in tono dispregiativo, diventa un'insulto....ma terrone non credo sia un'offesa, il tono lo fa diventare un'insulto semmai
Cita messaggio
#7
Dipende dal tono e dal contesto...
Cita messaggio
#8
si, perchè Terrone non indica una persona originaria del sud italia in generale, ma indica più che altro una serie di atteggiamenti e di situazioni molto precise nel contesto del sud Italia.

non tutti quelli del sud sono terroni, e non è detto che un terrone debba per forza essere del sud
Cita messaggio
#9
Dipende da come lo usi ed in che contesto. Ho molti amici meridionali che si auto-definiscono terrone, ed io non mi faccio nessun problema a chiamarli così, scherzosamente. Se usato intenzionalmente per offendere, cambia il discorso, ma questo vale per tutte le parole. Non lo userei con uno sconosciuto, in ogni caso.
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
Cita messaggio
#10
Terrone, ignorante o polentone per me non sono offese in sè.
Divengono offese solo se chi le usa non conosce il senso del termine, oppure se l'ascoltatore non lo conosce o se entrambi non lo conoscono.
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)