Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Terremoto Aquila, sei anni ai membri della Commissione Grandi rischi
#1
AQUILA - Il giudice del tribunale dell'Aquila ha condannato a sei anni di reclusione i membri della Commissione Grandi rischi che parteciparono alla riunione del 31 marzo 2009, pochi giorni prima del devastante terremoto, sugli eventi sismici all'Aquila. L'accusa aveva chiesto la condanna a quattro anni. Il giudice Marco Billi ha ritenuto i sette membri della commissione tutti colpevoli di omicidio colposo plurimo e lesioni colpose. A Franco Barberi, Enzo Boschi, Mauro Dolce, Bernardo De Bernardinis, Giulio Selvaggi, Claudio Eva e Gianmichele Calvi sono state concesse le attenuanti generiche. I sette sono stati condannati anche all'interdizione perpetua dai pubblici uffici.

LE REAZIONI DEI CONDANNATI - "Sono avvilito, disperato. Pensavo di essere assolto. Ancora non capisco di cosa sono accusato", commenta a caldo Enzo Boschi, ex presidente dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). "Una sentenza sbalorditiva e incomprensibile, in diritto e nella valutazione dei fatti", afferma l'avvocato Marcello Petrelli, difensore del professor Franco Barberi. "Una sentenza che - ha aggiunto - non potrà che essere oggetto di profonda valutazione in appello". "Mi ritengo innocente di fronte a Dio e agli uomini". Così il professor Bernardo De Bernardinis, ex vicecapo della Protezione civile e attuale presidente dell'Ispra. "La mia vita da domani cambierà, ma se saranno dimostrate le mie responsabilità in tutti i gradi di giudizio - ha aggiunto - le accetterò fino in fondo".
Terremoto L'Aquila, sei anni ai membri della Grandi Rischi - Cronaca - ANSA.it
Cita messaggio
#2
bah...considerando i 6 anni inflitti, trovo la motivazione a dir poco assurda : precisamente si contesta loro di aver dato «informazioni inesatte, incomplete e contraddittorie» sulla pericolosità delle scosse registrate nei sei mesi precedenti al 6 aprile 2009
Con questo non escludo le colpe della "commissione grandi rischi",ma trovo la sentenza eccessiva e lesiva (oltre che mediatica),inoltre crea un precedente molto pericoloso.

Vi invito a leggere questo :
Citazione:Due settimane fa il Giappone ha riunito gli esperti per discutere le lezioni del terremoto del 2011, quello di Fukushima. E noi? I nostri sismologi invece di farli discutere li processiamo. Tra oggi e domani il Tribunale dell'Aquila deciderà se accogliere la richiesta del pubblico ministero, condannando a 4 anni di carcere un drappello di scienziati e funzionari della Commissione grandi rischi. L'accusa non è quella di non aver previsto il sisma che ha squassato l'Abruzzo nel 2009 uccidendo 309 persone: è noto che certe previsioni sono scientificamente impossibili. Ai sette imputati viene rimproverato piuttosto di aver rassicurato troppo la popolazione, escludendo che lo sciame sismico in atto preannunciasse una scossa distruttiva.
Le rassicurazioni eccessive possono indurre la gente ad adottare comportamenti rischiosi, restando in casa quando sente la terra tremare. Ma può un errore di comunicazione valere una condanna per omicidio colposo? «Noi crediamo di no», rispondono al Corriere gli americani Peter Sandman e Jody Lanard, veterani della comunicazione del rischio, che in passato hanno aiutato istituzioni e industrie a gestire ogni tipo di emergenza. Sarebbe la prima volta che un tribunale si spinge a tanto ed è per questo che sull'Aquila sono puntati gli occhi della comunità scientifica internazionale. «Se questi scienziati saranno dichiarati colpevoli, potremmo finire in mano ai ciarlatani», ha dichiarato Willy Aspinall a Science.

L'esperto di disastri dell'Università di Bristol lavorava a Montserrat durante l'eruzione del 1997. Ci furono 19 morti, fu avviata un'indagine ed è bastato questo ad allontanare dall'osservatorio caraibico i ricercatori migliori. Lo stesso potrebbe accadere adesso in Italia: chi vorrà far parte delle prossime commissioni sui rischi? Davanti a un'imputazione monstre, la prima cosa da fare è auspicare l'assoluzione. Ma perché la tragedia dell'Aquila non sia accaduta invano, qualcosa dobbiamo anche imparare. «Gli scienziati non sanno comunicare. Quando parlano tra loro tendono a enfatizzare le lacune delle conoscenze, quando parlano al pubblico, invece, spesso danno l'impressione di sapere tutto», premettono Sandman e Lanard. Si tratta di un difetto diffuso, che in questo caso è stato ingigantito dalla voglia di fare fronte comune contro una voce fuori dal coro.
Il tecnico Gioacchino Giuliani profetizzava un terremoto imminente. E gli esperti della Commissione, indignati per quella previsione infondata, nella riunione del 31 marzo e nella successiva conferenza stampa potrebbero aver esagerato in senso contrario. «Hanno confutato la sua quasi certezza con un'altra quasi certezza, prevedendo che una forte scossa fosse quasi certamente non imminente», notano Sandman e Lanard. Il rischio zero non esiste e la sicurezza assoluta neppure. Se non capiamo questo non troveremo mai un punto di equilibrio tra negligenza e allarmismo, fra il disastro dell'Aquila e il falso allarme meteo di Roma: un temporale è stato trattato come un evento estremo e poi deriso.
L'Italia è un Paese in cui scienza e politica si mescolano in modo talvolta improprio, ed è probabile che la riunione dell'Aquila sia stata anche un esercizio di pubbliche relazioni. «Il terremoto ha scioccato gli esperti. Dopo tutto era un evento improbabile. Anche il processo sono stati uno shock. Ma il fatto che la conferenza stampa fosse scivolosa era prevedibile», ragionano Sandman e Lanard. «Un esperto scientificamente scrupoloso avrebbe insistito per far passare un messaggio di incertezza. Un esperto politicamente astuto invece avrebbe declinato l'invito a partecipare».

Ma l'Italia è anche e soprattutto un Paese a rischio sismico, con antichi centri storici spesso mal conservati e costruzioni moderne che non sono resistenti quanto dovrebbero. L'industria edilizia qualche volta risparmia e qualcuno chiude un occhio. Non è un caso che per le ricerche internazionali il tasso di corruzione dei Paesi sia correlato con il numero delle vittime dei terremoti. Se a pagare il conto fossero alcuni dei nostri migliori studiosi, come Enzo Boschi, sarebbe uno scempio difficile da accettare.

Anna Meldolesi
Il processo dell'Aquila agli scienziati dei terremoti e il rischio della fuga - Corriere.it
[Immagine: xzCrUL7.gif]
Mike:"You know what happened. The question is, can you live with it?”

"Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti"
Cita messaggio
#3
boh, a me non vuol tornare questa cosa, è una condanna senza senso, cioè non dico che non hanno colpe, ma 6 anni perché hanno detto alla gente di stare calma perché non c'è verso prevedere con sicurezza un terremoto... cosa avrebbero fatto di male per aver 6 anni di condanna quando ci son stupratori o assassini che dopo 2 o 3 anni sono liberi?
Instagram - 500px - LinkedIn
Le mie corse su Strava

«To see things thousands of miles away, things hidden behind walls and within rooms, things dangerous to come to, to draw closer, to see and be amazed. That’s Life.»

«Cos'è il genio? Fantasia, intuizione, colpo d'occhio e velocità d'azione.»
Cita messaggio
#4
Le carceri allora dovrebbero essere piene di meteorologi.

E' solo il primo grado, la cosa si ridimensionerà (mi auguro).
Amatrice in uno scatto...

[Immagine: 2ngg1t0.jpg]

[Immagine: KYEWF.png]
Cita messaggio
#5
Matte92 Ha scritto:boh, a me non vuol tornare questa cosa, è una condanna senza senso, cioè non dico che non hanno colpe, ma 6 anni perché hanno detto alla gente di stare calma perché non c'è verso prevedere con sicurezza un terremoto... cosa avrebbero fatto di male per aver 6 anni di condanna quando ci son stupratori o assassini che dopo 2 o 3 anni sono liberi?

E' qui che sbagliate...premesso che erano mesi e mesi che c'erano scosse + o meno forti, a fine marzo ne fece una di 4.5 richetr se nn erro, e per loro era finita lì..nel senso che affermarono che nn C'ERA NULLA DA TEMERE, NESSUNA SCOSSA PERICOLOSA SI SAREBBE VERIFICATA..
Ora, se nn è possibile prevedere terremoti, mi dite con quale coscenza questi tranquillizzavano la massa? mi dite con quale sicurezza DA ROMA dicevano che tutta era ok? Il buonsenso avrebbe dettato la seguente "forma": nn possiamo garantire che lo sciame sismico sia finito o che nn ci saranno altre scosse anche + forti, fate ciò che ritenete + opportuno per la vs incolumità(RICORDO CHE INVITAVANO LA MASSA A DORMIRE NELLE CASE PERCHè TUTTO SOTTO CONTROLLO)!!
Socio fondatore e Consigliere dell'ASS.Meteo Caput frigoris

http://www.caputfrigoris.it/rete-meteo.htm

Avatar: Cappadocia(1000slm), febbraio 2012...
Cita messaggio
#6
Matte92 Ha scritto:cioè non dico che non hanno colpe
Sarmatico Ha scritto:Con questo non escludo le colpe

eppure l'abbiamo scritto entrambi Marsicano... :confused:
[Immagine: xzCrUL7.gif]
Mike:"You know what happened. The question is, can you live with it?”

"Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti"
Cita messaggio
#7
L'errore e' stato quello di escludere a priori una scossa di un certo rilievo...
Pure se, bisogna dire, e' ancora scientificamente impossibile fare delle previsioni sui terremoti..
Cita messaggio
#8
Sarmatico Ha scritto:eppure l'abbiamo scritto entrambi Marsicano... :confused:

Dopo quasi 1 anno di scosse, nn puoi dire di stare calmi alla popolazione che vuol dormire in auto o in camper..nn puoi dire di stare calmi ad una popolazione che dopo molti mesi che si sente dire che è tutto sotto controllo, becca una scossa di 4.5(mediamente + forte delle altre), poi che è tutto finito nn facciamo inutili allarmismi...!!Si preoccupavano di "smerdare" Giuliani(che scienza o nn scienza ha salvato anche involontariamente molte persone con il suo mettere in guardia(ahimè poi ben visto) poichè molti l'hanno ascoltato, invece di muoversi secondo buonsenso: e cioè EVITARE DI dire state calmi che tanto i terremoti nn possiamo prevederli...mstate in casa che è tutto passato!! Non notate delle contraddizioni? Ripeto la formula sarebbe dovuta essere: Fate vobis, fate ciò che + vi tranquillizza...!
Socio fondatore e Consigliere dell'ASS.Meteo Caput frigoris

http://www.caputfrigoris.it/rete-meteo.htm

Avatar: Cappadocia(1000slm), febbraio 2012...
Cita messaggio
#9
Quindi i 6 anni sono giusti per te ?
Ricordo che sono stati giudicati "colpevoli di omicidio colposo plurimo e lesioni colpose"
[Immagine: xzCrUL7.gif]
Mike:"You know what happened. The question is, can you live with it?”

"Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti"
Cita messaggio
#10
Sarmatico Ha scritto:Quindi i 6 anni sono giusti per te ?
Ricordo che sono stati giudicati "colpevoli di omicidio colposo plurimo e lesioni colpose"

Pochi...Pochi dal momento che ci si è sentiti in diritto di tranquillizzare SENZA AVERNE GLI ELEMENTI SCIENTIFICI PER FARLO, la popolazione che invece era ragionevolmente preoccupata! Bastava dire facilmente: ragazzi qui nn ne possiamo venire a capo, nn ne abbiamo i mezzi; nn possiamo rassicurarvi sul fatto che sia tutto finito, dormite o recatevi dove vi sentite + sicuri, noi di più nn sappiamo nè possiamo dirvi!!
Invece pur di vestirsi di quella saccenza che solo l'essere umano conosce, si è ridicolizzato a volte gli studenti che lasciavano la città, chi dormiva in giardino o in auto!!
Socio fondatore e Consigliere dell'ASS.Meteo Caput frigoris

http://www.caputfrigoris.it/rete-meteo.htm

Avatar: Cappadocia(1000slm), febbraio 2012...
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)