Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
stranieri, violenza inaudita nel milanese...
#1
Desio - Volano pugni e spintoni, con tanto di lancio di sedie e sgabelli: e il maxi raduno finisce in maxi rissa. Una delle tante che scoppiano tra gruppi di sudamericani. Questa volta è successo a Desio. Tutto ripreso in un video caricato su youtube qualche giorno fa. «Pleito del play Desio Milano» il titolo del filmato, introdotto dal sottotitolo «Round 1»: 8 minuti di immagini, col sottofondo musicale di una canzone rap. Sullo sfondo si vede il PalaDesio.

Decine di sudamericani, uomini e donne, giovani e meno giovani, sono nella via chiusa che porta al palasport, a lato del campo da softball. Fin dall'inizio del filmato si intuisce la tensione tra i gruppi rivali. Col passare dei minuti, la situazione degenera. Dagli spintoni, i sudamericani passano alle mani. Con violenza. Ad un certo punto compaiono anche sedie e sgabelli. Se li tirano addosso, sulla schiena. Nel video sembra quasi che seguano il ritmo della canzone rap caricata come sottofondo musicale. Le donne cercano di dividere i contendenti. Si vede anche qualche faccia spaventata. Ma niente da fare.

Le botte proseguono. Le auto parcheggiate davanti al gruppo hanno ormai i finestrini spaccati. Per terra è pieno di vetri. Il video finisce con i ''titoli di coda'': Diretto da ''Cnn Espanol''. E una nuova sfida: ''El round 2 El domingo 5 de giugno''. ''Girato in Arena de battalla Desio''. Sulla rissa resta il mistero. Le immagini parlano chiaro. Ma nessuno ha denunciato l'accaduto ai carabinieri. I feriti non sono stati portati in ospedale. E a quanto pare nessun cittadino si è accorto di nulla. il filmato nel giro di un pochissime ore ha già registrato oltre 2mila visualizzazioni. E il finale parla di un secondo round, con la data di oggi, domenica 5 giugno.
http://www.ilcittadinomb.it/stories/...esio_per_sito/
Cita messaggio
#2
ed ancora

Venditori di cocaina nel palazzo, vedette piazzate nelle strade, viavai continuo di consumatori viados tra le auto parcheggiate. "Lo Stato da queste parti non si fa vedere da troppo tempo"

Rose, mimose, cocaina. Al supermarket clandestino di via Crespi 10, oltre agli ombrelli quando piove, le mimose per la festa della donna e le rose tutto l'anno, è tornato il mercato della droga. Con la rete di vecchi spacciatori del quartiere - tra viale Monza e via Padova - che da un paio di settimane controllano gli angoli delle strade in attesa di decine di clienti ogni notte. Carichi di dosi acquistate alla centrale dello spaccio, proprio il palazzo al 10 di via Crespi, dove è tornato a vivere una vecchia conoscenza delle forze dell'ordine: un marocchino che ha spaccato il lucchetto di un piccolo bilocale al secondo piano e si è impossessato di quei 35 metri quadrati fino a pochi mesi fa abitati da un viados brasiliano sparito nel nulla.

Da quel giorno le famiglie dello stabile - una decina di inquilini italiani, il resto di tutte le etnie del mondo - vedono sulle rampe delle scale il traffico incessante di spacciatori e consumatori che si fanno strada tra venditori di rose che preparano i mazzetti da vendere in tutta la città. Dopo un paio di mesi di relativa tranquillità, gli italiani che vi abitano stanno ora lasciando le loro firme in calce a un esposto da consegnare al commissariato di zona nei prossimi giorni. "Lo spaccio parte dal palazzo al 10 ma si è esteso in tutta la via fino a notte fonda - denunciano i residenti - con un viavai di gente di tutti i tipi, non esclusi i viados che stazionano davanti all'11 e al 13, e spesso fanno sesso coi clienti tra le macchine".

A farsi carico della raccolta delle firme e di contattare anche i residenti degli altri stabili è l'amministratore di via Crespi 10, Gabriele Paduano. "Il nostro obiettivo è quello di far sapere alle istituzioni che in questa strada siamo tornati alla microcriminalità di qualche mese fa - dice l'amministratore del palazzo - vogliamo far capire che se le forze sane non intervengono, qui in poco tempo diventa in una polveriera. Lo Stato da queste parti non si vede. Poi sarà difficile intervenire".

Già oggi con il ritorno dello spaccio, i pochi italiani rimasti tentano di vendere gli appartamenti ma non ci riescono. O svendono. O restano. Costretti a convivere con altri 40 nuclei familiari liquidi: famiglie dalla composizione indefinita, bilocali che ospitano fino a dieci persone, con subaffitti di subaffitti che rendono impossibile risalire a chi è titolare di diritti e doveri. E soprattutto capire chi deve pagare le spese del condominio, con un passivo che ha raggiunto ormai i duecentomila euro.
Cita messaggio
#3
come detto in altri posti, venite a padova vedete che risate vi fate:polizia:
Cita messaggio
#4
qui ce ne sono troppi non a posto...
[SIZE="5"]MeteoLand, la Terra del Meteo[/SIZE]

Forum: [url]http://forum.meteoland.org/forum.php[/url]
Sito: [url]http://meteoland.org/[/url]
Cita messaggio
#5
DomenicoG Ha scritto:Desio - Volano pugni e spintoni, con tanto di lancio di sedie e sgabelli: e il maxi raduno finisce in maxi rissa. Una delle tante che scoppiano tra gruppi di sudamericani. Questa volta è successo a Desio. Tutto ripreso in un video caricato su youtube qualche giorno fa. «Pleito del play Desio Milano» il titolo del filmato, introdotto dal sottotitolo «Round 1»: 8 minuti di immagini, col sottofondo musicale di una canzone rap. Sullo sfondo si vede il PalaDesio.

Decine di sudamericani, uomini e donne, giovani e meno giovani, sono nella via chiusa che porta al palasport, a lato del campo da softball. Fin dall'inizio del filmato si intuisce la tensione tra i gruppi rivali. Col passare dei minuti, la situazione degenera. Dagli spintoni, i sudamericani passano alle mani. Con violenza. Ad un certo punto compaiono anche sedie e sgabelli. Se li tirano addosso, sulla schiena. Nel video sembra quasi che seguano il ritmo della canzone rap caricata come sottofondo musicale. Le donne cercano di dividere i contendenti. Si vede anche qualche faccia spaventata. Ma niente da fare.

Le botte proseguono. Le auto parcheggiate davanti al gruppo hanno ormai i finestrini spaccati. Per terra è pieno di vetri. Il video finisce con i ''titoli di coda'': Diretto da ''Cnn Espanol''. E una nuova sfida: ''El round 2 El domingo 5 de giugno''. ''Girato in Arena de battalla Desio''. Sulla rissa resta il mistero. Le immagini parlano chiaro. Ma nessuno ha denunciato l'accaduto ai carabinieri. I feriti non sono stati portati in ospedale. E a quanto pare nessun cittadino si è accorto di nulla. il filmato nel giro di un pochissime ore ha già registrato oltre 2mila visualizzazioni. E il finale parla di un secondo round, con la data di oggi, domenica 5 giugno.
http://www.ilcittadinomb.it/stories/...esio_per_sito/
Ordinarie scene da derby Inter-Milan... :lolA:
"Il governissimo come è stato fatto in Germania qui non è attuabile." (Enrico Letta, 8 aprile 2013). :buah:

La mia stazioncina meteo online (versione "quasi" definitiva)... Smile
http://rieticentrometeo.altervista.org

Terminillo.ORG Smile
----------
[SIGPIC][/SIGPIC]
Cita messaggio
#6
DomenicoG Ha scritto:ed ancora

Venditori di cocaina nel palazzo, vedette piazzate nelle strade, viavai continuo di consumatori viados tra le auto parcheggiate. "Lo Stato da queste parti non si fa vedere da troppo tempo"

Rose, mimose, cocaina. Al supermarket clandestino di via Crespi 10, oltre agli ombrelli quando piove, le mimose per la festa della donna e le rose tutto l'anno, è tornato il mercato della droga. Con la rete di vecchi spacciatori del quartiere - tra viale Monza e via Padova - che da un paio di settimane controllano gli angoli delle strade in attesa di decine di clienti ogni notte. Carichi di dosi acquistate alla centrale dello spaccio, proprio il palazzo al 10 di via Crespi, dove è tornato a vivere una vecchia conoscenza delle forze dell'ordine: un marocchino che ha spaccato il lucchetto di un piccolo bilocale al secondo piano e si è impossessato di quei 35 metri quadrati fino a pochi mesi fa abitati da un viados brasiliano sparito nel nulla.

Da quel giorno le famiglie dello stabile - una decina di inquilini italiani, il resto di tutte le etnie del mondo - vedono sulle rampe delle scale il traffico incessante di spacciatori e consumatori che si fanno strada tra venditori di rose che preparano i mazzetti da vendere in tutta la città. Dopo un paio di mesi di relativa tranquillità, gli italiani che vi abitano stanno ora lasciando le loro firme in calce a un esposto da consegnare al commissariato di zona nei prossimi giorni. "Lo spaccio parte dal palazzo al 10 ma si è esteso in tutta la via fino a notte fonda - denunciano i residenti - con un viavai di gente di tutti i tipi, non esclusi i viados che stazionano davanti all'11 e al 13, e spesso fanno sesso coi clienti tra le macchine".

A farsi carico della raccolta delle firme e di contattare anche i residenti degli altri stabili è l'amministratore di via Crespi 10, Gabriele Paduano. "Il nostro obiettivo è quello di far sapere alle istituzioni che in questa strada siamo tornati alla microcriminalità di qualche mese fa - dice l'amministratore del palazzo - vogliamo far capire che se le forze sane non intervengono, qui in poco tempo diventa in una polveriera. Lo Stato da queste parti non si vede. Poi sarà difficile intervenire".

Già oggi con il ritorno dello spaccio, i pochi italiani rimasti tentano di vendere gli appartamenti ma non ci riescono. O svendono. O restano. Costretti a convivere con altri 40 nuclei familiari liquidi: famiglie dalla composizione indefinita, bilocali che ospitano fino a dieci persone, con subaffitti di subaffitti che rendono impossibile risalire a chi è titolare di diritti e doveri. E soprattutto capire chi deve pagare le spese del condominio, con un passivo che ha raggiunto ormai i duecentomila euro.
La droga in Italia c'era anche prima che arrivassero gli stranieri, me lo ricordo perfettamente; sono cambiati (in parte) gli spacciatori, ma i "pesci grossi" sono sempre gli stessi (italiani)... Prendersela con i piccoli spacciatori è un buon modo per perdere di vista quello che c'è dietro...
"Il governissimo come è stato fatto in Germania qui non è attuabile." (Enrico Letta, 8 aprile 2013). :buah:

La mia stazioncina meteo online (versione "quasi" definitiva)... Smile
http://rieticentrometeo.altervista.org

Terminillo.ORG Smile
----------
[SIGPIC][/SIGPIC]
Cita messaggio
#7
Padania Libera.
Cita messaggio
#8
Gennaio1985 Ha scritto:Ordinarie scene da derby Inter-Milan... :lolA:

O forse volevi dire da Roma-Lazio..:lolA:
Cita messaggio
#9
Fosse per me introdurrei una semplice legge riguardo questi problemi, li stranieri sono accettati tutti, con le regole in vigore adesso, semmai se c'è troppo afflusso si chiede l'aiuto di altri paesi.. però a una condizione, se si comportano bene allora possono rimanere tranquillamente, se si comportano male si prendono e si rispediscono al loro paese, che ci sia guerra o no, che ci sia carestia o no, se vogliono vivere in Italia è meglio che rispettino le leggi in vigore in Italia, altrimenti tornano al loro paese visto che qui si comportano male.. certamente ho detto così perché tra gli stranieri ci sono anche tante persone brave e buone, ne conosco pure alcuni bravissimi io, ma quelli che si comportano male proprio non li tollero, fosse per me quelli che compiono rapine o fatti come quelli descritti in questo post li prenderei e li rispedirei da dove vengono, perché significa che qui ci stanno male e quindi è il caso che tornino al loro bel paese..
Ah, se vi chiedete se sono un po' razzista, si lo sono, soprattutto dopo alcuni fatti che mi sono capitati lo sono diventato ancor di più, ma non contro tutti, solamente contro quelli che si comportano male.
E vi prego, non iniziate con i soliti post come "Gli Italiani compiono più crimini degli stranieri", "Gli stranieri non sono tutte persone cattive", eccetera eccetera.. con questa mia opinione credo di aver risolto tutti questi vostri problemi, poi pensatela come volete voi altri.
Instagram - 500px - LinkedIn
Le mie corse su Strava

«To see things thousands of miles away, things hidden behind walls and within rooms, things dangerous to come to, to draw closer, to see and be amazed. That’s Life.»

«Cos'è il genio? Fantasia, intuizione, colpo d'occhio e velocità d'azione.»
Cita messaggio
#10
Licantropo90 Ha scritto:O forse volevi dire da Roma-Lazio..:lolA:
E' la stessa cosa, sempre imbecilli restano, ho fatto l'esempio del derby meneghino solo perchè i fatti si sono svolti a Milano...
"Il governissimo come è stato fatto in Germania qui non è attuabile." (Enrico Letta, 8 aprile 2013). :buah:

La mia stazioncina meteo online (versione "quasi" definitiva)... Smile
http://rieticentrometeo.altervista.org

Terminillo.ORG Smile
----------
[SIGPIC][/SIGPIC]
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)