Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Secondo Giuliacci l'inverno.......
#1
Gelo e neve ci stanno dando una parziale tregua ma presto le cose cambieranno e in molte zone d’Italia l’inverno sarà decisamente gelido e nevoso. E’ quanto prevede il colonnello Mario Giuliacci, direttore del portale meteogiuliacci.it, secondo cui “il gelo si farà sentire soprattutto nella seconda parte della stagione, specie al Nord, mentre le regioni meridionali godanno di temperature più miti”. Nel Centro Italia invece la stagione sarà una via di mezzo tra l’inverno rigido del Nord e quello dolce del Sud, con l’alternanza fra periodi molto freddi e fasi più tiepide. Sempre in base alle proiezioni di meteogiuliacci.it le piogge bagneranno con particolare insistenza le regioni settentrionali, preda di un continuo via vai di perturbazioni soprattutto fra gennaio e febbraio. Nel resto d’Italia invece l’inverno sarà meno piovoso. “Al Sud pioverà meno del normale – afferma Giuliacci – mentre nelle regioni centrali a un dicembre e un gennaio piuttosto asciutti seguirà un febbraio decisamente più piovoso”. Il colonnello Giuliacci ha anche parole rassicuranti per gli amanti dello sci perché “grazie al clima rigido e alle tante perturbazioni sulle Alpi cadrà abbondante la neve, che tra l'altro raggiungerà con facilità anche le grandi città del Nord”. Insomma, gli abitanti di Torino, Milano e Bologna sono avvisati: in più di un’occasione vedranno la neve. Più rare invece le nevicate al Centrosud anche se, avvisa Giuliacci, “le regioni adriatiche tra gennaio e febbraio in qualche frangente potrebbero vedere i fiocchi spingersi fino a quote molto basse e raggiungere anche le coste”. Gli esperti di meteogiuliacci.it sono giunti a queste conclusioni analizzando la temperatura delle acque dell’Atlantico, l’estensione del territorio di Europa e Asia già coperto da neve, le caratteristiche dei venti prevalenti in quota e la recente attività solare. “L’attenta analisi di tutti questi elementi – continua il colonnello Giuliacci – ha già dato buoni risultati nella previsione degli inverni più recenti, per cui non abbiamo esitato a impiegare lo stesso metodo per la stagione di quest’anno”.

[Immagine: mm?id=14372]
http://www.meteogiuliacci.it/articoli/in...talia.html
Cita messaggio
#2
buongiorno popolo
ma le carte che il colonnello Giugliacci prevedeva.. non erano queste ? Confusedhock:
mi devo essere perso qualcosa..

[Immagine: giugliacci_fig.5.gif]

[Immagine: giugliacci_fig.6.gif]
Cita messaggio
#3
Ice85 Ha scritto:buongiorno popolo
ma le carte che il colonnello Giugliacci prevedeva.. non erano queste ? Confusedhock:
mi devo essere perso qualcosa..

[Immagine: giugliacci_fig.5.gif]

[Immagine: giugliacci_fig.6.gif]
Si vede che aveva un'asso nella manica, anch'io sono rimasto stupito da questa presa di posizione.:devil:
Cita messaggio
#4
Non sono assolutamente d'accordo col colonnello

Inviato dal mio GT-S7500 con Tapatalk 2
la mia pagina sul ciclismo, venite numerosi!

https://www.facebook.com/UnaVitaInSellaT...mo?fref=ts
Cita messaggio
#5
Non è il solo

Previsioni Stagionali per l’Inverno 2013-2014 | Reggio Emilia Meteo
Cita messaggio
#6
ivano53 Ha scritto:Si vede che aveva un'asso nella manica, anch'io sono rimasto stupito da questa presa di posizione.:devil:

Idem, sono a dir poco allibito :o

Gegge Ha scritto:Non sono assolutamente d'accordo col colonnello

Inviato dal mio GT-S7500 con Tapatalk 2

Nemmeno io, ma l'opinione del Colonnello Giuliacci è sicuramente più valida della mia....
Luca C.
Cita messaggio
#7
Nel vedere i modelli direi che e' plausibile che l'inverno continuera' relativamente mite al sud e soleggiato, con alcune pause piovose
Cita messaggio
#8
Jackone Ha scritto:Non è il solo

Previsioni Stagionali per l’Inverno 2013-2014 | Reggio Emilia Meteo

Le stagionali che apprezzo di più, probabilmente...
Comunque l'esperienza mi dice che l'unico sblocco possibile è nel solito stratwarming di gennaio...ormai ci siamo abituati, stratosfera molto più fredda del normale a inizio inverno con VP che gira a mille, superamento soglia NAM, ma pausa non lunghissima (30-40 giorni circa dal superamento e non 60 e passa, come potrebbe accadere da letteratura) quindi stagione che entra nel vivo dopo uno stratwarming che resetti la situazione stabile in stratosfera intorno a inizio-metà gennaio.
D'altra parte questi stratwarming sono dovuti anche al fatto che il VP accelera marcatamente nei mesi autunnali, quindi non è così strana come cosa.
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
Cita messaggio
#9
mesociclone Ha scritto:Le stagionali che apprezzo di più, probabilmente...
Comunque l'esperienza mi dice che l'unico sblocco possibile è nel solito stratwarming di gennaio...ormai ci siamo abituati, stratosfera molto più fredda del normale a inizio inverno con VP che gira a mille, superamento soglia NAM, ma pausa non lunghissima (30-40 giorni circa dal superamento e non 60 e passa, come potrebbe accadere da letteratura) quindi stagione che entra nel vivo dopo uno stratwarming che resetti la situazione stabile in stratosfera intorno a inizio-metà gennaio.
D'altra parte questi stratwarming sono dovuti anche al fatto che il VP accelera marcatamente nei mesi autunnali, quindi non è così strana come cosa.
Stratwarming evoluzione a cui giuliacci non crede
delle sue previsioni c'é qualcosa che nn convince. Ha definito l'inverno gelido e nevoso al nord ed identifica qualcosa di simile al 2010-2011.
L'inverno 2010-2011 fu in media termica 1981-2010 e un po' più caldo del normale rispetto alla vecchia media 1961-1990 in Ticino. Quindi nulla di gelido, un con relativamente poca neve sia al piano che in montagna a causa di precipitazioni scarse. Eccezione dicembre con precipitazioni abbondanti.

[Immagine: tre_a_201012.png]
[Immagine: tre_a_201101.png]
[Immagine: tre_a_201102.png]
Cita messaggio
#10
mattiab Ha scritto:Stratwarming evoluzione a cui giuliacci non crede
delle sue previsioni c'é qualcosa che nn convince. Ha definito l'inverno gelido e nevoso al nord ed identifica qualcosa di simile al 2010-2011.
L'inverno 2010-2011 fu in media termica 1981-2010 e un po' più caldo del normale rispetto alla vecchia media 1961-1990 in Ticino. Quindi nulla di gelido, un con relativamente poca neve sia al piano che in montagna a causa di precipitazioni scarse. Eccezione dicembre con precipitazioni abbondanti.

[Immagine: tre_a_201012.png]
[Immagine: tre_a_201101.png]
[Immagine: tre_a_201102.png]

Qui è stato sopra media nivo, anche se di poco (50.5 cm contro 46). Bellissimo l'inizio ma il proseguio è stato triste. Diciamo che un inverno stile 10/11 sarebbe sicuramente meglio di un inverno in stile anni '90....
Luca C.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 2 Ospite(i)