Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Seconda vittoria per Fognini in Germania
#1
Fognini trionfa anche ad Amburgo: battuto in tre set l'argentino Delbonis , - La Gazzetta dello Sport

Il tennista italiano vince il secondo torneo Atp una settimana dopo Stoccarda. Delbonis cede dopo 147 minuti di battaglia sulla terra tedesca. Ora il ligure entra di prepotenza nella Top 20 del tennis mondiale

NELLA TOP 20 — Questa di Amburgo è la 52a vittoria italiana nel circuito Atp, la più importante per valore del torneo da quando nel 1991 Omar Camporese riuscì a vincere il torneo di Rotterdam su Ivan Lendl e l'anno dopo il torneo indoor di Milano su Goran Ivanisevic. Per l'azzurro, dopo le finali perdute nel 2012 a St. Petersburg e Bucarest del 2012, è la seconda vittoria in 8 tornei dopo il successo di Stoccarda su Philipp Kohlscreiber. L'ultimo azzurro a trionfare ad Amburgo era stato Paolo Bertolucci che aveva vinto l'edizione del 1977 battendo in finale Manolo Orantese. Da domani Fognini sarà per la prima volta nei top 20 attestandosi in 19a posizione.
[Immagine: xzCrUL7.gif]
Mike:"You know what happened. The question is, can you live with it?”

"Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti"
Cita messaggio
#2
Ho visto la finale, oltre che altri spezzoni delle sue partite nei tornei tedeschi. Salta subito all'occhio il progresso fatto con il dritto e nel servizio, oltre che una maturità mentale, molto importante per poter vincere a certi livelli...
"La Sardegna. Questa terra non somiglia a nessun altro luogo"D.H. Lawrence

"QUI VIGE L'UGUAGLIANZA: NON CONTA UN CAZZO NESSUNO!" cit.

"Quando l'ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa un dovere"
Bertolt Brecht
Cita messaggio
#3
sardo doc Ha scritto:Ho visto la finale, oltre che altri spezzoni delle sue partite nei tornei tedeschi. Salta subito all'occhio il progresso fatto con il dritto e nel servizio, oltre che una maturità mentale, molto importante per poter vincere a certi livelli...
Nel secondo set ha rischiato di buttare via la finale per un maledetto warning, ingiusto si ,ma stiamo parlando di un maledetto warning , è migliorato molto mentalmente riuscendo a reagire e vincere quel set
Citazione:I fatti inspiegabili si succedono a partire dal secondo gioco del secondo set quando l'italiano ha appena ottenuto il break a favore (0-1) dopo aver perso per 4-6 il primo set per mano di Federico Delbonis, mancino argentino, 22 anni, numero 114 del mondo, che avendo ieri battuto persino Roger Federer si sta arrampicando sul gradino numero 65 del ranking. Inspiegabilmente, appunto, per la terza volta in pochi minuti si spezzano le corde della racchetta di Fabio

Evento rarissimo il triplo cedimento (della corda della racchetta). Quando accade, con la lentezza che è una sua caratteristica a volte fastidiosa, il numero 1 azzurro va verso la sua sedia per cambiarla, ma deve attendere che gliene portino una sana. Fischi isolati del pubblico che non capisce. Improvvisamente interviene
il supervisor ATP che intima all'arbitro di infliggere all'italiano un warning per il tempo perso. Fabio allibito comincia a protestare, chiede spiegazioni, impreca, perde la calma. È il demone che lo domina, è chiaro, che gli suggerisce un comportamento così autolesionista. Fossimo lì con lui, lo potremmo toccare, appollaiato com'è sulla spalla di Fabio. E magari strozzarlo. Anche il coach Josè Perlas è visibilmente preoccupato. Il gioco riprende dopo una lunga pausa. L'italiano è in trance anti-agoistica, nel giro di dieci minuti Delbonis va sul 4-1 a suo favore. Sembra finita.

Invece il demone ha una nuova crisi, forse ha la febbre ancora alta, s'assopisce e Fabio torna sé stesso. Riprende a macinare gioco, a difendersi con personalità e - udite udite - umiltà. Si rifà sotto, recupera il break subìto, porta il set sul 6 pari. Nel tie break, tesissimo, rischia per tre volte di perdere il match, ma alla fine lo trascina alla terza partita. Che non ha quasi storia, con Fognini di nuovo solido al servizio, capace di imporre i propri ritmi negli scambi da fondo, preciso nelle chiusure a rete. Finisce 6-2 ed è una doppia vittoria: su Delbonis e sul suo demone.

Il tennis maschile italiano sta quindi diventando quello che non era più da decenni: competitivo come il movimento agonistico nazionale merita. Senza esagerare, possiamo dire che l'era delle delusioni potrebbe essere alle spalle. In due settimane abbiamo visto cose che nulla faceva presagire vedessimo in questo 2013 in campo maschile: un ragazzo marchigiano di 16 anni, Gianluigi Quinzi, che conquista il titolo junior di Wimbledon; un altro, il ligure di Ponente ora numero 18 al mondo, 26 anni, che si prende prima l'ATP 250 di Stoccarda e poi l'ATP 500 di Amburgo. Un torneo, quest'ultimo, che in tempi lontanissimi era stato vinto da Pietrangeli e poi da Bertolucci e che è il più amato da Roger Federer, che ottenne qui il suo primo grande successo in carriera nel 2002, battendo in finale Marat Safin per 6-1 6-3 6-4. E ad Amburgo lo svizzero deve ora registrare un negativo che potrebbe segnare una nuova svolta. Perché perdere in semifinale 6-7 6-7 da Delbonis non è come uscire con le ossa rotte dalla finale di Roma con Rafael Nadal. Non gli ha forse giovato il cambio di racchetta, che giorni fa aveva giustificato così: "Dopo quel che è successo a Wimbledon, ho pensato che fosse il momento di cambiare materiale, da provare in alcuni tornei importanti. Ma volevo farlo da tempo". Da martedì parteciperà al 250 di Gstaad in Svizzera e poi, chiusa la stagione sulla terra e sull'erba, affronterà il veloce americano, la sua superficie preferita. Vedremo se continuerà a sperimentare le nuove racchette speciali della Wilson o tornerà all'antico per tentare di essere di nuovo l'uomo da battere.
Twitter @claudiogiua
La doppia vittoria di Fognini su Delbonis e sul suo demone - Repubblica.it
[Immagine: xzCrUL7.gif]
Mike:"You know what happened. The question is, can you live with it?”

"Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti"
Cita messaggio
#4
Non ci credo, semifinale contro Monfils ad Umag sembrava ormai vinta, al terzo set da 0-5 a 6-5 :notte:

tie-break 6-6!
[Immagine: xzCrUL7.gif]
Mike:"You know what happened. The question is, can you live with it?”

"Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti"
Cita messaggio
#5
Grandissimo ! 7-3 al tiebreak ,terza finale consecutiva e 15° nel ranking alla portata.
[Immagine: xzCrUL7.gif]
Mike:"You know what happened. The question is, can you live with it?”

"Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti"
Cita messaggio
#6
è finita male la terza finale consecutiva (2 atp 250/1 atp 500) di Fognini contro Robredo , chiusa in due set
[Immagine: xzCrUL7.gif]
Mike:"You know what happened. The question is, can you live with it?”

"Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti"
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)