Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Sarà davvero così....??
#1
Addio estati torride in sud Europa?
Presto potrebbero tornare più mitiUno studio inglese mette in relazione i mutamenti che dagli anni '90 hanno reso i mesi estivi più piovosi al nord in Europa, e più caldi e secchi al sud, con un'oscillazione nelle temperature dell'oceano Atlantico. Ma tutto potrebbe cambiare a breve, con il raffreddamento delle acque oceanicheLo leggo dopo
L'ESTATE appena passata è stata una delle più calde di sempre 1. Temperature torride, ben al di sopra della media, città infuocate e poca tregua anche al mare. Anche negli anni precedenti non è andata tanto meglio: il sud dell'Europa è ormai abituato a mesi estivi roventi. Ma tutto questo potrebbe cambiare: lo suggerisce l'andamento delle temperature dell'oceano Atlantico. Dopo un periodo di riscaldamento che, a partire dagli anni '90, ha reso le estati europee sempre più piovose e moderate al nord e molto calde e asciutte al sud, lo studio realizzato da Rowan Sutton e Buwen Dong dell'Università di Reading, in Gran Bretagna, e pubblicato su Nature Geoscience 2, prevede un periodo di raffreddamento delle acque oceaniche che avrà ripercussioni sul clima europeo.

Incrociando una serie di dati relativi alle temperature delle acque dell'Atlantico e il clima europeo, i ricercatori britannici hanno osservato una stretta correlazione tra i ciclici periodi di riscaldamento dell'oceano e le 'anomale' estati europee, registrate tra 1930-1960 e a partire dai primi anni '90, che portano a pensare che l'Atlantico giochi un ruolo chiave nei mutamenti del clima in Europa.

Le estati torride rimarranno con noi finché l'Atlantico resterà insolitamente caldo. Ma la situazione potrebbe presto cambiare, e in modo repentino. Basandosi
su una transizione precedente, i ricercatori sottolineano che un ritorno ad un abbassamento delle temperature atlantiche potrebbe avvenire in modo rapido. Con un conseguente cambiamento repentino del clima europeo, come avvenuto nel trentennio precedente, e con estati finalmente più miti sul Mediterraneo.

Da Repubblica.it
Socio fondatore e Consigliere dell'ASS.Meteo Caput frigoris

http://www.caputfrigoris.it/rete-meteo.htm

Avatar: Cappadocia(1000slm), febbraio 2012...
Cita messaggio
#2
magari succedesse.....:adoro:
Cita messaggio
#3
Non sono in grado di sapere se le conclusioni nascono da oggettivi dati scientifici o da semplici supposizioni, ma certamente mi accodo alla preghiera :adoro::adoro::adoro:
Termometro Dallas Ds18b20 in schermo solare Davis modificato 10 piatti.
Termoigrometro DHT22 in schermo solare Davis modificato 11 piatti

Appassionato di informatica e Software Libero
Cita messaggio
#4
Aggiungo qualcosa anch'io
Le estati torride nel Sud dell’Europa potrebbero presto diventare solo un lontano ricordo: lo indica l’andamento della temperatura dell’oceano Atlantico, secondo le ultime ricerche degli esperti. Dopo il periodo di riscaldamento che a partire dagli anni ’90 vrebbe reso le estati europee sempre piu’ piovose nel Nord e molto calde nel Sud, lo studio realizzato da un gruppo di ricercatori dell’Universita’ di Reading e pubblicato su Nature Geoscience, prevede a breve un periodo di raffreddamento delle acque oceaniche che avra’ ripercussioni sul clima europeo. Le previsioni delle evoluzioni climatiche dipendono da una enorme quantita’ di parametri difficilmente valutabili ma e’ comunque riconosciuto ormai da tempo che l’Oceano Atlantico e’ in grado di influenzare in maniera molto importante l’evoluzione negli anni del clima europeo. Questo fenomeno e’ causato in buona parte dalla cosiddetta Oscillazione Atlantica Multidecennale, un variazione ciclica, della durata di decine di anni, delle temperature delle acque oceaniche. Analizzando i dati disponibili degli ultimi 100 anni, i ricercatori britannici hanno osservato che le acque dell’Atlantico settentrionale sono risultate particolarmente calde nel periodo tra 1931 e 1960, poi hanno avuto una fase fredda successiva, e infine si sono nuovamente riscaldate a partire dai primi anni ’90. La ricerca ha poi voluto verificare alcune possibili relazioni tra questo ciclo oceanico e il clima europeo scoprendo che gli ultimi vent’anni sono stati caratterizzati da anomale estati molto umide nel Nord Europa e contemporanee estati molto secche al Sud. Secondo i dati analizzati, questi cambiamenti climatici hanno quindi coinciso con il riscaldamento delle acque dell’Atlantico settentrionale regolato dalla Oscillazione Atlantica Multidecennale. Analizzando i dati climatici dell’intero secolo i ricercatori hanno osservato che le anomalie climatiche dei due periodi sono pressocche’ identiche e potrebbero quindi essere una evidente risposta alle oscillazioni di temperatura dell’Atlantico. Sembra quindi realistico attendersi, concludono i ricercatori, una possibile brusca variazione climatica in Europa, cosi’ come avvenuto al termine dell’oscillazione tra anni ’30 e ’60, con una riduzione generale delle temperature estive e una maggiore umidita’ nelle aree mediterranee.
AMO LE DONNE E LA SEDUZIONE
http://meteoprevisioni24.blogspot.it/
Cita messaggio
#5
Io so solo che a Roma vedono neve da quasi 4anni di fila e con manto al suolo anche in centro urbano...siamo perennemente sopranorma o quasi, ma certi eventi acuti ed estremi a mio avviso, nn capitano a caso..
L'estate 2012 in europa...divisione netta, ma sembrerebbe che in un futuro abbastanza prossimo, la linea di "demarcazione" scenderà di latitudine verso il ns mediterraneo...e sappiamo che un ritorno alle estati di oltre 30anni fa....e qui mi fermo!!

[Immagine: 2357811.gif]
Socio fondatore e Consigliere dell'ASS.Meteo Caput frigoris

http://www.caputfrigoris.it/rete-meteo.htm

Avatar: Cappadocia(1000slm), febbraio 2012...
Cita messaggio
#6
Buongiorno a tutti
Intanto qui trovate l'articolo sulla Repubblica:Addio estati torride in sud Europa? Presto potrebbero tornare più miti - Repubblica.it

l'influenza dell'AMO ( Atlantic Multidecadal Oscillation) sul clima Europeo è stata studiata diverse volte anche se recentemente. Attualmente siamo in una fase di AMO+ iniziata intorno al 1996, quindi è presumibile che fra qualche anno l'AMO torni in fase negativa, se teniamo conto che tale oscillazione dura dai 20 ai 40 anni.
Questo l'andamento dell'AMO nell'ultimo secolo
[Immagine: 672px-Amo_timeseries_1856-present.svg.png]

Per chi volesse saperne di più sull'AMO index, tempo fa scrissi qualcosa: http://www.unimeteo.net/didattica-meteo/...index.html
"La Sardegna. Questa terra non somiglia a nessun altro luogo"D.H. Lawrence

"QUI VIGE L'UGUAGLIANZA: NON CONTA UN CAZZO NESSUNO!" cit.

"Quando l'ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa un dovere"
Bertolt Brecht
Cita messaggio
#7
Marsicano74 Ha scritto:Io so solo che a Roma vedono neve da quasi 4anni di fila e con manto al suolo anche in centro urbano...siamo perennemente sopranorma o quasi, ma certi eventi acuti ed estremi a mio avviso, nn capitano a caso..
L'estate 2012 in europa...divisione netta, ma sembrerebbe che in un futuro abbastanza prossimo, la linea di "demarcazione" scenderà di latitudine verso il ns mediterraneo...e sappiamo che un ritorno alle estati di oltre 30anni fa....e qui mi fermo!!

[Immagine: 2357811.gif]

il caso di Roma secondo me è il classico esempio dall'estremizzazione del clima,qui ad esempio in questo autunno abbiamo avuto 200 mm di precipitazioni in 2-3 giorni a settembre e poi non ha piovuto praticamente più o come il gelo e la neve di febbraio che sono stati sì notevoli ma in un inverno che per quanto riguarda dicembre e gennaio è stato anonimo.
Cita messaggio
#8
Magari *_____*
Dicembre 2007 nel Cuore! 25 cm di neve! :applausi:
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)