• 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prima tempesta degna di nota della stagione
#1
Per la notte di domenica / prime ore di lunedì ormai tutti i modelli sono sostanzialmente concordi nel prevedere la discesa di una profonda saccatura che sembrerebbe formare una depressione piuttosto profonda giusto al largo della galizia. Altamente probabili precipitazioni intense, venti forti e mareggiate sull'ovest iberico, manca solo capire con precisione quali zone saranno le più colpite.
Con una mappa come questa, qui pioggia a go-go e mare forza 9, vediamo come andrà, nel dubbio preparo la macchina fotografica! :wink:


[Immagine: rtavn1201.png]

Uploaded with ImageShack.us

La buona notizia per voi è che finalmente l'Atlantico dà segnali di vita e qualcosa prima o poi riuscirà a penetrare anche in mediterraneo si spera, anche se al momento i modelli vedono negli stessi giorni la formazione di un anticiclone di blocco che al momento sembra blocchi ogni coinvolgimento dell'Italia.
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
  Cita messaggio
#2
Mi raccomando foto :wink:
"La Sardegna. Questa terra non somiglia a nessun altro luogo"D.H. Lawrence

"QUI VIGE L'UGUAGLIANZA: NON CONTA UN CAZZO NESSUNO!" cit.

"Quando l'ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa un dovere"
Bertolt Brecht
  Cita messaggio
#3
sardo doc Ha scritto:Mi raccomando foto :wink:

Se la natura mi darà materiale, sarà fatto!! :wink:
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
  Cita messaggio
#4
Un po' di animazioni dei valori di pressione, vento e precipitazione previsti con l'uscita di GFS 00. A fine periodo si nota l'approssimarsi del sistema, con venti sostenuti intorno agli 80 km/h

[Immagine: anim_wrf_arw_d01_xeop_500_sfc.gif]

[Immagine: anim_wrf_arw_d02_vento_sfc.gif]

[Immagine: anim_wrf_arw_d02_prec_01h_sfc.gif]
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
  Cita messaggio
#5
Dagli spaghi (presi con le coordinate di Santiago de Compostela) si può notare come sostanzialmente la situazione sia abbastanza definita. Spaghi piuttosto chiusi, qualche incertezza nella posizione finale e sull'entità del minimo fa sì che il picco previsto abbia una dispersione di circa 10 hPa, con valori tra i 995 ed i 985 hPa

[Immagine: graphe_ens4phpxyext1run6lat4288lon-8.gif]

Comparando i modelli si conferma il fatto che la situazione sembra piuttosto definita, si può vedere una concordia piuttosto notevole vista la distanza temporale e l'intensità del fenomeno che dovrebbe renderne più difficile la previsione.

Si noti in particolare come UKMO12, ECMWF12, JMA12 e GFS12 prevedano all'incirca la stessa traiettoria e la stessa posizione del minimo anche se con qualche sfumatura. Degno di nota che sia l'europeo che GFS vedano la formazione di un minimo secondario, con due mappe quasi fotocopia.

[Immagine: Dibujo.jpg]

Sul forum spagnolo più autorevole, dove scrivono moltissimi meteorologi di professione da tutto il mondo (foro.tiempo.com) un utente molto preparato spiegava quest'assonanza tra i modelli e tra run e run. Riporto qui la spiegazione anche se non è farina del mio sacco perchè mi è parsa molto interessante. Sostanzialmente diceva che i centri d'azione che dirigono questo peggioramento sono piuttosto estesi e profondi in questa stagione, per cui vi sono meno elementi di incertezza ad introdurre "instabilità" nei modelli le cui variazioni pertanto sono limitate, al contrario di quel che avviene in primavera-estate quando i centri d'azione normalmente sono poco strutturati in superficie e molto più piccoli ed imprevedibili, oltre al fatto che la presenza di depressioni termiche e di sistemi convettivi introduce ulteriori elementi di incertezza nei modelli.
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
  Cita messaggio
#6
La depressione sta iniziando a formarsi, e dal satellite si vede la massa d'aria calda ed umida d'origine sub-tropicale che inizia ad instabilizzarsi.

[Immagine: prog_sat_overlay.jpg]

[Immagine: D2u.jpg]

[Immagine: sat_new_ireu.gif]

Interessante e didattica animazione dell'acqua precipitabile nelle ultime 72 ore... si vede come all'origine del ciclone vi sia un'onda di aria calda ed umida in risalita dalle coste statunitensi, poco a nord della florida. Dall'interazione tra questa massa d'aria, la corrente a getto polare (notare il jet-streak piuttosto intenso in prossimità del sistema) e l'aria più fredda a 500 hPa trae origine il sistema attualmente in formazione.

[Immagine: Rtavn067.png]

[Immagine: latest72hrs.gif]

[Immagine: Rtavn061.png]

[Immagine: Rtavn0615.png]


Come effetto della gran diversità delle due masse d'aria, la depressione si approfondirà molto rapidamente, attualmente non è da escludere la possibilità di ciclogenesi esplosiva o bomba meteorologica visto che secondo GFS il sistema passerebbe in 24 ore dai 1000 hPa attuali ai 985 previsti per domani, siamo al limite.

[Immagine: Rtavn241.png]

Qui in galizia sono previsti venti intensi con raffiche fino a 100 km/h, oltre a precipitazioni che saranno intense e persistenti specie lungo la costa, dove i fenomeni saranno esaltati dall'innalzamento orografico e dall'apporto di umidità dell'oceano. Notevoli le precipitazioni previste anche in Portogallo meridionale, grazie alla formazione di un mimimo secondario all'altezza di Lisbona.

[Immagine: Rtavn361.png]

Il sistema dovrebbe far parlare di se anche (anzi, soprattutto) in Irlanda meridionale, dove è previsto che si diriga il minimo depressionario, col suo carico di pioggia e venti intensi, e dove è previsto che stazioni piuttosto a lungo, con un lieve moto retrogrado verso E.
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
  Cita messaggio
#7
Peggioramento concluso, in attesa di un nuovo minimo attualmente in rapida formazione e che dovrebbe giungere in terraferma domani.

Alla fine il peggioramento è risultato sì intenso, ma non estremamente violento; nulla di spettacolare e degno di passare agli annali. Il vento è stato intenso soprattutto lungo la costa, ma senza arrivare a valori estremi, si è registrato giusto qualche caduta di alberi e qualche tetto in lamiera volato via.

[Immagine: ESGAL_20111023_gust_v.jpg]

[Immagine: ventoe.png]

Il mare se n'è stato relativamente tranquillo, visto che la scarsa durata dei fenomeni non ha concesso il tempo sufficiente alla formazione di onde ragguardevoli... non credo si siano superati i 4-5 m.
Buoni accumuli, distribuiti piuttosto uniformemente in un territorio che ne aveva estremamente bisogno, dopo l'anomala siccità che ha visto un settembre e la prima metà di ottobre secchissimi.

Mappa degli accumuli registrati domenica (dati presi da meteoclimatic, una rete di stazioni meteo simile a meteonetwork), come si vede buoni accumuli, ma senza grosse criticità

[Immagine: ESGAL_20111023_rain_v-1.jpg]

Radarata di domenica, al culmine del peggioramento, che conferma quanto detto... preci diffuse ma senza picchi estremi (la scala d'intensità delle preci è un po' diversa dai radar italiani, il verde chiaro corrisponde più o meno al nostro giallo ed il giallo al nostro arancione/rosso, normalmente è associato a grandine fitta ma fina, 2-3mm di diametro)

[Immagine: 20111023_2205_PPI.jpg]

Precipitazioni di ieri, dovute più che altro all'instabilità convettiva associata all'avvezione di aria fredda e spesso associate a grandine fina.

[Immagine: ESGAL_20111024_rain_v.jpg]


e concludo col sat e radar delle precipitazioni di ieri... come si vede precipitazioni più sparse ma con picchi d'intensità elevata nei nuclei convettivi, nonostante il generalmente scarso sviluppo verticale che presentano questi nuclei post-frontali. I pixel gialli sono probabili grandinate (di solito grandine fina di 2-3 mm di diametro)

[Immagine: webexternaatlantico1245.jpg]

[Immagine: 22298430.gif]
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
  Cita messaggio
#8
In Irlanda sembra invece che sia andata peggio, come era pronosticato dai modelli del resto... immagini da Dublino:


<embed width='640' height='380' align='middle' type='application/x-shockwave-flash' pluginspage='http://www.adobe.com/go/getflashplayer' allowscriptaccess='always' allowfullscreen='true' wmode='transparent' name='polyshowEmbed' quality='high' id='polyshowEmbed' flashvars='configId=4&configUrl=../content/conf/CorrierePolymediaShow_embedded_640.xml&autostart=false&configAdvLabel=embed&configNielsenLabel=embed&videoId=9d6c5a66-ff12-11e0-b55a-a662e85c9dff&videoUrl=http://static2.video.corriereobjects.it/widget/content/video/rss/video_9d6c5a66-ff12-11e0-b55a-a662e85c9dff.rss&logo=http://static2.video.corriereobjects.it/widget/img/logocorriere.png&channelName=DAL%20MONDO&advChannel=Dal Mondo&nielsenChannel=Dal%20Mondo&videoChannelLabel=Dal%20Mondo&advTemplateUrl=http://video.corriere.it/widget/content/adv/advtemplate_108.xml&newsPaper=corriere&clickUrl=http://video.corriere.it/' src='http://static2.video.corriereobjects.it/widget/swf/CorrierePolymediaShow.swf'/>
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
  Cita messaggio
#9
Intanto in arrivo un altra tempesta, che dovrebbe colpire a breve il Portogallo del nord e la Galizia. Infatti un minimo depressionario in veloce scorrimento nell'ampia saccatura presente sull'Atlantico, si approfondirà entro domani mattina poco al largo della costa galiziana con valori di pressione al suolo che raggiungeranno i 990hPa. Il fronte occluso associato al suddetto vortice, determinerà forti piogge specie sul comparto settentrionale del Paese, a tratti a carattere alluvionale, con intense raffiche di vento e mareggiate lungo le coste.
La situazione prevista alle 12 di domani:

[Immagine: rtavn241.png]

[Immagine: rtavn244.png]
"La Sardegna. Questa terra non somiglia a nessun altro luogo"D.H. Lawrence

"QUI VIGE L'UGUAGLIANZA: NON CONTA UN CAZZO NESSUNO!" cit.

"Quando l'ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa un dovere"
Bertolt Brecht
  Cita messaggio
#10
Tienici informati Spritz
"La Sardegna. Questa terra non somiglia a nessun altro luogo"D.H. Lawrence

"QUI VIGE L'UGUAGLIANZA: NON CONTA UN CAZZO NESSUNO!" cit.

"Quando l'ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa un dovere"
Bertolt Brecht
  Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)