• 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Ops.... ci siamo "dimenticati" dell'11 settembre...
#1
[ATTACH=CONFIG]31156[/ATTACH]

ah no qualcuno ci ha pensato !:facepalm::facepalm:

in miliardi siamo rimasti scioccati dall'evento e tutti gli anni abbiamo un groppo in gola a rivedere quella tragedia che ha cambiato il mondo,...e vedere che esiste una nuova generazione di "fenomeni"che riesce a scherzarci sopra anche nel giorno della memoria mi spaventa!!!..... non riesco proprio a capire cosa ci sia di divertente,.io non riesco a non ricordarlo così!

[ATTACH=CONFIG]31157[/ATTACH]

...non pretendo che sia condivisa la mia tristezza, ma il rispetto almeno verso quelle persone è dovuto.
[Immagine: 1523773_10151975495315765_744383259_o.jpg]
  Cita messaggio
#2
Concordo.
  Cita messaggio
#3
Io vorrei pure il rispetto per i terroristi (alias civili e molto spesso banbini ) bombardati a seguito dell'attacco di un gruppo ristretto di persone (e NON di uno Stato)...
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
  Cita messaggio
#4
mesociclone Ha scritto:Io vorrei pure il rispetto per i terroristi (alias civili e molto spesso banbini ) bombardati a seguito dell'attacco di un gruppo ristretto di persone (e NON di uno Stato)...


quoto. Questo rito del dolore per l'11 settembre mi ha parecchio stufato, visto che non solo non si fa nessuna riflessione simile per le centinaia di migliaia (non 3700... centinaia di migliaia) di morti innocenti in Afghanistan ed Iraq, ma continuiamo tranquillamente ad ammazzarli.

Il diritto alla sicurezza vale solo per una parte del mondo?

PS: con i sauditi, popolo di origine di Bin Laden e della maggior parte dei terroristi dell'11 settembre, nonchè di gran lunga i più grandi finanziatori di Al Qaeda, continuiamo a fare affari d'oro.
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
  Cita messaggio
#5
L’unico 11 settembre che conosco è quello dei poveri cristi, ovvero quello che fa da sfondo all’11 settembre indotto.

Ecco la patria della democrazia e della libertà. La patria della “giustizia giusta”, da prendere come esempio per disprezzare i nostri tribunali, ed il lavoro dei nostri giudici e dei nostri magistrati:

Le vite d'oro degli uomini del crac Lehman - Corriere.it

Guerre di scopo , attentati di scopo e bancarotte di scopo hanno un’unica matrice: il denaro che sono in grado di garantire.

Questo è il pane degli USA. Una nazione che, adesso, non incanta più nessuno (e la Siria, in tal senso, rappresenta un punto di svolta).
  Cita messaggio
#6
Se penso a tutte le morti che ha causato l'11 settembre o meglio a tutte le persone uccise in nome dell'11 settembre.... tutti i militari delle missioni in Iraq e Afganistan, tutti i civili iracheni e afgani quasi sempre povera gente innocente... per non parlare dei feriti, degli amputati, dei militari rientrati con gravi turbe psichiche (e non oso sapere quanti civili hanno questi problemi)...
Se penso a tutto questo preferisco dimenticare l'11 settembre...
  Cita messaggio
#7
spritz82 Ha scritto:quoto. Questo rito del dolore per l'11 settembre mi ha parecchio stufato, visto che non solo non si fa nessuna riflessione simile per le centinaia di migliaia (non 3700... centinaia di migliaia) di morti innocenti in Afghanistan ed Iraq, ma continuiamo tranquillamente ad ammazzarli.

Il diritto alla sicurezza vale solo per una parte del mondo?

PS: con i sauditi, popolo di origine di Bin Laden e della maggior parte dei terroristi dell'11 settembre, nonchè di gran lunga i più grandi finanziatori di Al Qaeda, continuiamo a fare affari d'oro.

Avete ragione pure voi, ma intendeva che ci hanno fatto barzellette sull 11 Sett, e non lo trovo giusto. Poi ovvio che esportare Democrazia in un certo modo non va bene.
  Cita messaggio
#8
michelesottozero Ha scritto:Avete ragione pure voi, ma intendeva che ci hanno fatto barzellette sull 11 Sett, e non lo trovo giusto. Poi ovvio che esportare Democrazia in un certo modo non va bene.


beh, se è per questo esistono barzellette su tutto, sull'Iraq, sull'Afghanistan sui bambini africani che muoiono di fame e pure sull'Olocausto. Sfido ognuno di voi a dire di non averne sentita almeno una senza essersi per questo indignato.
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
  Cita messaggio
#9
spritz82 Ha scritto:beh, se è per questo esistono barzellette su tutto, sull'Iraq, sull'Afghanistan sui bambini africani che muoiono di fame e pure sull'Olocausto. Sfido ognuno di voi a dire di non averne sentita almeno una senza essersi per questo indignato.

E' vero, ma sono abituato durante una ricorrenza a pensare a quello. Non ho ideologie, sono libero, rispetto tutti.
  Cita messaggio
#10
michelesottozero Ha scritto:E' vero, ma sono abituato durante una ricorrenza a pensare a quello. Non ho ideologie, sono libero, rispetto tutti.

sul fatto che per tutto ci sono momenti più o meno opportuni, sono d'accordo :wink:
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
  Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)