Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Onda della morte - La luce blu passa da cellula a cellula e spegne la vita
#1
ROMA - Svelato il mistero della morte. Al momento della morte un'onda di luce fluorescente azzurra si sprigiona dalle cellule e, da una cellula all'altra, si propaga nell'intero organismo: lo ha scoperto una ricerca internazionale che per la prima volta ha fotografato «l'onda della morte».
Descritta sulla rivista PLoS Biology, l'onda azzurra della morte è stata fotografata in un organismo semplice come un verme, da un gruppo coordinato dal britannico University College London.

SI DIFFONDE NEL CORPO Il fenomeno per la prima volta può aiutare a comprendere come la morte cellulare si diffonde in tutto il corpo, anche dell'uomo, dal momento che i meccanismi cellulari nei mammiferi sono simili a quelli dei vermi. Inoltre, la scommessa di questa ricerca è identificare i geni che controllano l'invecchiamento e le malattie collegate. Quando le singole cellule muoiono si innesca una reazione chimica a catena che porta alla rottura dei componenti cellulari e a un accumulo di detriti molecolari. Ma se queste reazioni sono ben comprese a livello cellulare, si sa molto poco invece, su come la morte raggiunge tutte le cellule dell'organismo. Il sopraggiungere della morte è stato osservato al microscopio in uno degli organismi più semplici e studiati nei laboratori di biologia e genetica: il minuscolo verme Caenorhabditis elegans. La morte appare come un'onda fluorescente azzurra che si diffonde in tutte le cellule del verme. Un effetto, questo, che dipende da una sostanza chiamata acido antranilico e la sua diffusione avviene tramite il calcio, che agisce come un messaggero di cellula in cellula. Inizialmente si sospettava che la fonte della fluorescenza blu fosse una sostanza chiamata lipofuscina, che emette luce di un colore simile ed è anche collegata all'invecchiamento perchè si accumula con l'età creando danni molecolari. Ma poi è stato osservato che la lipofuscina non è coinvolta.

MORTE IRREVERSIBILE I ricercatori hanno anche provato a bloccare il percorso chimico che propaga la morte cellulare ma sono riusciti a ritardare solo la morte indotta da uno stress come un'infezione e non la morte per vecchiaia. Ciò suggerisce, secondo il coordinatore del lavoro, David Gems, che la morte dovuta a un'infezione è più facile da rallentare perchè è innescata da un numero minore di processi, mentre la morte dovuta all'invecchiamento è più difficile da ritardare perchè è innescata da molti processi che agiscono in parallelo e che sono più difficili da combattere. «Dobbiamo concentrarci sugli eventi biologici che si verificano durante l'invecchiamento e la morte; ha concluso Gems - per comprendere correttamente come interrompere questi processi».




Fonte: ECCO 'L'ONDA DELLA MORTE': LA LUCE BLU PASSA DA CELLULA A CELLULA E SPEGNE LA VITA
Cita messaggio
#2
sito nn il massimo della scientificità, se veritiero mi viene da chiedermi se é per quello che alcuni che sostengono di essere stati vicini alla morte riferiscono di un tunnel luminosissimo.
Cita messaggio
#3
mattiab Ha scritto:sito nn il massimo della scientificità, se veritiero mi viene da chiedermi se é per quello che alcuni che sostengono di essere stati vicini alla morte riferiscono di un tunnel luminosissimo.

Se non è un' ANSA qui si fanno le pulci...

Fotografata l'onda azzurra della morte - - ANSA.it
Cita messaggio
#4
Yahoo

Yahoo! Notizie - Ultime Notizie dall'Italia e dal Mondo

La Stampa

La Stampa - Fotografata “onda della morte” nelle cellule, è azzurra

Corriere Della Sera

Fotografata l'onda azzurra della morte - Corriere della Sera
Cita messaggio
#5
Da Plos Biology, rivista scientifica americana che ha pubblicato la ricerca

Abstract

For cells the passage from life to death can involve a regulated, programmed transition. In contrast to cell death, the mechanisms of systemic collapse underlying organismal death remain poorly understood. Here we present evidence of a cascade of cell death involving the calpain-cathepsin necrosis pathway that can drive organismal death in Caenorhabditis elegans. We report that organismal death is accompanied by a burst of intense blue fluorescence, generated within intestinal cells by the necrotic cell death pathway. Such death fluorescence marks an anterior to posterior wave of intestinal cell death that is accompanied by cytosolic acidosis. This wave is propagated via the innexin INX-16, likely by calcium influx. Notably, inhibition of systemic necrosis can delay stress-induced death. We also identify the source of the blue fluorescence, initially present in intestinal lysosome-related organelles (gut granules), as anthranilic acid glucosyl esters—not, as previously surmised, the damage product lipofuscin. Anthranilic acid is derived from tryptophan by action of the kynurenine pathway. These findings reveal a central mechanism of organismal death in C. elegans that is related to necrotic propagation in mammals—e.g., in excitotoxicity and ischemia-induced neurodegeneration. Endogenous anthranilate fluorescence renders visible the spatio-temporal dynamics of C. elegans organismal death.
Author Summary

In the nematode Caenorhabditis elegans, intestinal lysosome-related organelles (or “gut granules”Wink contain a bright blue fluorescent substance of unknown identity. This has similar spectral properties to lipofuscin, a product of oxidative damage known to accumulate with age in postmitotic mammalian cells. Blue fluorescence seems to increase in aging worm populations, and lipofuscin has been proposed to be the source. To analyze this further, we measure fluorescence levels after exposure to oxidative stress and during aging in individually tracked worms. Surprisingly, neither of these conditions increases fluorescence levels; instead blue fluorescence increases in a striking and rapid burst at death. Such death fluorescence (DF) also appears in young worms when killed, irrespective of age or cause of death. We chemically identify DF as anthranilic acid glucosyl esters derived from tryptophan, and not lipofuscin. In addition, we show that DF generation in the intestine is dependent upon the necrotic cell death cascade, previously characterized as a driver of neurodegeneration. We find that necrosis spreads in a rapid wave along the intestine by calcium influx via innexin ion channels, accompanied by cytosolic acidosis. Inhibition of necrosis pathway components can delay stress-induced death, supporting its role as a driver of organismal death. This necrotic cascade provides a model system to study neurodegeneration and organismal death.

Citation: Coburn C, Allman E, Mahanti P, Benedetto A, Cabreiro F, et al. (2013) Anthranilate Fluorescence Marks a Calcium-Propagated Necrotic Wave That Promotes Organismal Death in C. elegans. PLoS Biol 11(7): e1001613. doi:10.1371/journal.pbio.1001613

Academic Editor: Douglas R. Green, St. Jude Children's Research Hospital, United States of America

Received: October 10, 2012; Accepted: June 13, 2013; Published: July 23, 2013

Copyright: 2013 Coburn et al. This is an open-access article distributed under the terms of the Creative Commons Attribution License, which permits unrestricted use, distribution, and reproduction in any medium, provided the original author and source are credited.

Funding: CC, CA, FC, and DG acknowledge funding from the BBSRC, the EU (FP7-259679 IDEAL, FP6-036894 and FP6-518230), and the Wellcome Trust (Strategic Award 098565/Z/12/Z). ZP was supported by a Jane Coffin Child postdoctoral fellowship, and ZP and FJS were supported by NIH R01 AG033921. KWN acknowledges support from the NSF (IOS 0919848: KN). EA was supported in part by a Ruth L. Kirschstein National Research Service Institutional Training Grant T32 GM068411. FM is supported by a Special Research Fund fellowship from the University of Ghent. FCS and PM were supported in part by the NIH (AG033839 and GM088290). The funders had no role in study design, data collection and analysis, decision to publish, or preparation of the manuscript.

Competing interests: The authors have declared that no competing interests exist.

Abbreviations: AA, anthranilic acid; DANS, differential analysis by 2D-NMR spectroscopy; DF, death fluorescence; ER, endoplasmic reticulum; LMP, lysosomal membrane permeabilization; NGM, nematode growth medium

Fonte completa: PLOS Biology: Anthranilate Fluorescence Marks a Calcium-Propagated Necrotic Wave That Promotes Organismal Death in C. elegans
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)