• 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Monitoraggio Ghiacci Artici
#31
Senmut Ha scritto:E, nei panni della "persona non schierata", ribadisco che non vi è nulla di allarmante in Groenlandia con particolare riferimento all'ultimo episodio di parziale scioglimento delle nevi. Ciò che trovo allarmante, invece, è il sensazionalismo di contorno e le modalità con cui i media hanno ripreso la notizia.

Diciamo che i media estremizzano sempre tutto. Ti ricordi per caso l'Inverno 2008/2009? Era l'inizio dell'Era Glaciale per la stampa italiana e al sud fiorivano i ciliegi...Il sensazionalismo vende.

Al di là di tutto:

[ATTACH=CONFIG]5878[/ATTACH]

Facciamo finta di niente o commentiamo?

PS a quanto pare le dinamiche groenlandesi sono un po' diverse, l'albedo minimo si raggiunge a luglio...
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
  Cita messaggio
#32
mesociclone Ha scritto:Diciamo che i media estremizzano sempre tutto. Ti ricordi per caso l'Inverno 2008/2009? Era l'inizio dell'Era Glaciale per la stampa italiana e al sud fiorivano i ciliegi...Il sensazionalismo vende.

Al di là di tutto:

[ATTACH=CONFIG]5878[/ATTACH]

Facciamo finta di niente o commentiamo?

PS a quanto pare le dinamiche groenlandesi sono un po' diverse, l'albedo minimo si raggiunge a luglio...

"Albedo" è femminile: vedi che non bisogna criticare troppo gli altri ...?:fumo::occhio:

Imprecisioni a parte (hai il diritto di mandarmi anche a quel paese :lolBSmile non ritengo che l'albedo rappresenti, per la Groenlandia, un parametro essenziale dal punto di vista della correlazione con le temperature e, comunque, tale da creare un immediato campanello d'allarme sulla salute dei ghiacci continentali.

Ritengo che l'albedo sia invece importantissima per altre regioni del pianeta.
  Cita messaggio
#33
Nessuno dice che lo sia a livello immediato (lo è per i ghiacci artici), ma avere i due anni peggiori fa iniziare un trend. Un trend che ci si attende fra l'altro nel bene e nel male, ma se vogliamo girarci dall'altra parte per me non c'è problema...

Tanto per cambiare situazione drammatica e molto distante da quella che dovrebbe essere la media per quanto riguarda l'Artico a livello globale:

[ATTACH=CONFIG]5879[/ATTACH]
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
  Cita messaggio
#34
Ritengo che le medie, soprattutto quelle basate su pochi decenni di osservazioni, siano del tutto insignificanti. Dovremmo invece ragionare con i tempi della natura i quali, essendo però non paragonabili a quelli umani, ci costringono ad effettuare delle ricostruzioni che, come noto, sono assai diverse dalle misurazioni e, soprattutto, materia di acceso dibattito e contrasto. Io potrei stupidamente replicare con il trend dei ghiacci marini antartici ma, alla fine, ci perderemmo in discussioni trite e ritrite che non portano a nulla.

Piuttosto sarebbe interessante domandarsi se, dal punto di vista paleoclimatico, vi è traccia di periodi ben più caldi dell'attuale.

E penso che l'Eemiano possa già fornirci qualche elemento utile circa le potenzialità della natura nel dettare l'entità del possibile incremento termico del pianeta.
  Cita messaggio
#35
Vabbè continui a confondere cause astronomiche di riscaldamento con altre independenti, non val la pena continuare così: chiarisciti qual è la differenza (mi son stufato di spiegarla su questi schermi, proprio non c'ho voglia...) poi ne riparliamo al limite altrimenti la finiamo qui.

Mica è importante quel che ritieni tu, le medie ci sono e sono pure di anni caldi per i ghiacci. Guardati i dati del volume dei Ghiacci Artici e poi dimmi se non c'è nulla di cui preoccuparsi visto che l'anno scorso si era dimezzato rispetto agli anni 70.
Non è neppure rilevante che quelli Antartici siano stabili, visto che basta si sciolga considerevolmente una delle due calotte per generare un feedback importante, feedback che da sempre regola il clima del pianeta Terra e di solito lo faceva per cause prettamente orbitali, che ne innescavano inoltre altre indipendenti. Inoltre i carotaggi, seppur riguardanti singole aree, danno indicazioni fino a 200.000 anni fa, bastano come rilevazioni?
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
  Cita messaggio
#36
Con me si finisce sempre per perdere la pazienza, ed è per questo che abbandono. Eppure non mi pare di aver attaccato nessuno, anzi ... .

In ogni caso ho ben presenti quali siano le cause astronomiche in grado di incidere più direttamente sul clima e, proprio per tale motivo, ho citato l'Eemiano che non rappresenta alcuna peculiarità dal punto di vista astronomico.

Il fatto è che tutti gli scienziati guardano con estremo interesse all'Eemiano: se vuoi posso citarti anche il nostro Luca Mercalli.

Così come posso allegarti immagini di basi americane antartiche dismesse da qualche decennio ed ormai sepolte dai ghiacci.

Però ho capito che non vi è possibilità di proseguire.

La chiudo qui ed amici come prima.
  Cita messaggio
#37
Aggiungo solo il parere di Mercalli. Chi è interessato si compri il libro.

[ATTACH=CONFIG]5880[/ATTACH]

[ATTACH=CONFIG]5881[/ATTACH]
  Cita messaggio
#38
La mia volontà di proseguire il discorso c'è tutta non sono il tipo che abbandona, ma pretendo un minimo di attenzione e soprattutto una divisione degli argomenti. Se cominciamo a fare una discussione su tutto ciò che riguarda la climatologia è la fine. Stavamo parlando dei ghiacci artici e siamo finito all'Eemiano...

Mi posti tu stesso un documento che ti dice quello che avevo detto nel mio ultimo post:

"il forzante radiativo fu prevalentemente orbitale"

Tu mi dici "ho citato l'Eemiano che non rappresenta alcuna peculiarità dal punto di vista astronomico."

O sfugge qualcosa a me o qualcosa a te, che ne dici?
----

In ogni caso per chi fosse interessato alla Paleoclimatologia...

Cicli di Milankovi

La Paleoclimatologia

Le Carote di Ghiaccio

Dendrocronologia, la storia climatica più vicina a noi
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
  Cita messaggio
#39
mesociclone Ha scritto:La mia volontà di proseguire il discorso c'è tutta non sono il tipo che abbandona, ma pretendo un minimo di attenzione e soprattutto una divisione degli argomenti. Se cominciamo a fare una discussione su tutto ciò che riguarda la climatologia è la fine. Stavamo parlando dei ghiacci artici e siamo finito all'Eemiano...

Mi posti tu stesso un documento che ti dice quello che avevo detto nel mio ultimo post:

"il forzante radiativo fu prevalentemente orbitale"

Tu mi dici "ho citato l'Eemiano che non rappresenta alcuna peculiarità dal punto di vista astronomico."

O sfugge qualcosa a me o qualcosa a te, che ne dici?
----

In ogni caso per chi fosse interessato alla Paleoclimatologia...

Cicli di Milankovi

La Paleoclimatologia

Le Carote di Ghiaccio

Dendrocronologia, la storia climatica più vicina a noi

Io credo che non si possa parlare di ghiacci marini prendendo, come riferimento, dei semplici grafici relativi alle osservazioni degli ultimi decenni. Occorre necessariamente osservare la storia del pianeta per capire fina a che punto si possa spingere la natura indipendentemente dalle presunte forzanti antropiche. Detto ciò, ho appositamente citato Mercalli per partire da colui che ha una visione diametralmente all'opposto della mia, così da non destare sospetti. Del resto Mercalli non dice nulla circa l'incidenza effettiva di questi parametri orbitali e, come intuibile, non lo fa appositamente, in quanto nemmeno lui possiede l'argomento a tal punto da potersi sbilanciare nettamente. Diciamo che non può fare a meno di riconoscere il gran caldo dell'Eemiano ma, per non contraddire la sua particolare visione dell'attuale fase di riscaldamento, cita genericamente alcune variabili astronomiche conferendo, alle medesime, tutta quell'importanza che viene invece sistematicamente negata allorquando si restringe il campo delle osservazioni e si esclude l'Eemiano.

Credo che il tutto abbia poco a che vedere con un atteggiamento scientifico ed esprima, al contrario, l'ipse dixit di chi pensa di aver tutto compreso.

E sei proprio tu a citarmi, correttamente, i cicli solari orbitali di Milankovitch, allegandomi un link che, paradossalmente, sminuisce l'importanza dei medesimi, negando così il pensiero di Mercalli.

Ora, sul punto, io potrei allegare quanto segue ma immagino che il tutto verrà considerato, come già fatto, carta straccia (senza tuttavia dire il perché):

Climatemonitor
  Cita messaggio
#40
Io ho detto perchè l'articolo precedente era spazzatura...ora cerco qualcosa sull'Eemiano, è un argomento che non conosco affatto, il dibattito serve per questo.
Ma voglio che sia chiara una cosa, le osservazioni dei ghiacci marini artici degli ultimi decenni sono un discorso a parte, proprio perchè i cambiamenti paleoclimatologici erano ben più lenti di quelli che stiamo vivendo. Un dimezzamento del volume dei ghiacci artici in 30 anni per quel che ne so non ha precedenti ed è preoccupante (si parla sempre di minimo estivo, sia ben chiaro).
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
  Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)