• 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Monitoraggio Ghiacci Artici
#41
Questo quanto detto oggi da Madrigali sul suo forum:

ragazzi, i dati in internet sono quelli che sono...io ho i dati DIRETTI, direttamente da esploratori artici e ricercatori polari, sia per la Groenlandia che per l'Artico in genere ... e non sussistino i problemi negativi da voi esaltati.....naturalmente non posso porre in rete i dati...lo farò non appena avrò concluso il libro con tutta la documentazione scientifica.......per ora che dirvi.....postate quello che vi pare.....tanto il catastrofimso è diventato stucchevole e fuori luogo e chi ha orecchie e capo per riflettere, non si farà di certo ingannare....e non aggiungo altro.....

I dati della nasa non sono diretti?
  Cita messaggio
#42
mesociclone Ha scritto:Io ho detto perchè l'articolo precedente era spazzatura...ora cerco qualcosa sull'Eemiano, è un argomento che non conosco affatto, il dibattito serve per questo.
Ma voglio che sia chiara una cosa, le osservazioni dei ghiacci marini artici degli ultimi decenni sono un discorso a parte, proprio perchè i cambiamenti paleoclimatologici erano ben più lenti di quelli che stiamo vivendo. Un dimezzamento del volume dei ghiacci artici in 30 anni per quel che ne so non ha precedenti ed è preoccupante (si parla sempre di minimo estivo, sia ben chiaro).

La storia della Terra è come un libro che non può essere letto partendo dall'ultima pagina. E la storia della Terra parla di "improvvisi" cambiamenti" climatici a dir poco sconvolgenti, dettati semplicemente dalla natura. L'Eemiano non è l'unico esempio.
  Cita messaggio
#43
matteo1982 Ha scritto:Questo quanto detto oggi da Madrigali sul suo forum:

ragazzi, i dati in internet sono quelli che sono...io ho i dati DIRETTI, direttamente da esploratori artici e ricercatori polari, sia per la Groenlandia che per l'Artico in genere ... e non sussistino i problemi negativi da voi esaltati.....naturalmente non posso porre in rete i dati...lo farò non appena avrò concluso il libro con tutta la documentazione scientifica.......per ora che dirvi.....postate quello che vi pare.....tanto il catastrofimso è diventato stucchevole e fuori luogo e chi ha orecchie e capo per riflettere, non si farà di certo ingannare....e non aggiungo altro.....

I dati della nasa non sono diretti?

Credo che Madrigali stia alla scienza come Eva Henger alla verginità. Detto ciò, non è del tutto privo di fondamento sostenere che la NASA (e non mi riferisco solamente al clima) filtri e, addirittura, manipoli i dati per rappresentare una situazione diversa da quella reale. Si pensi, come già detto, alle migliaia di immagini provenienti da Marte appositamente alterate al fine di fare apparire un cielo rosa/rossastro ed un ambiente ancor più estremo di quanto in realtà non lo sia. Immagini in netta contraddizione con le ultime dove, improvvisamente, non viene più applicato alcun filtro (o quasi). Evidentemente vi è molta influenza esterna sulla divulgazione dei dati all'opinione pubblica, e tale influenza muta con il mutare della società e della classe politica che la governa.
  Cita messaggio
#44
[ATTACH=CONFIG]6042[/ATTACH]
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
  Cita messaggio
#45
[ATTACH=CONFIG]6276[/ATTACH]
The graph above shows Arctic sea ice extent as of August 5, 2012, along with daily ice extent data for the 2011 and for 2007, the record low year. 2012 is shown in blue, 2011 in orange, and 2007 in green. The gray area around the average line shows the two standard deviation range of the data. Sea Ice Index data.

Credit: National Snow and Ice Data Center
High-resolution image


[ATTACH=CONFIG]6277[/ATTACH]
Arctic sea ice extent for July 2012 was 7.94 million square kilometers (3.07 million square miles). The orange line shows the 1979 to 2000 median extent for that month. The black cross indicates the geographic North Pole.Sea Ice Index data. About the data

Credit: National Snow and Ice Data Center

High-resolution image

A most interesting Arctic summer | Arctic Sea Ice News and Analysis
[Immagine: xzCrUL7.gif]
Mike:"You know what happened. The question is, can you live with it?”

"Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti"
  Cita messaggio
#46
[ATTACH=CONFIG]6618[/ATTACH]
[ATTACH=CONFIG]6619[/ATTACH]
[Immagine: xzCrUL7.gif]
Mike:"You know what happened. The question is, can you live with it?”

"Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti"
  Cita messaggio
#47
Sarmatico Ha scritto:[ATTACH=CONFIG]6618[/ATTACH]
[ATTACH=CONFIG]6619[/ATTACH]

A questo punto direi che è piu che probabile che il 2007 verrà battuto
Stazione meteo Tortoreto Lido (TE)


[Immagine: OutsideTempHistory.gif]
[Immagine: meteogram.png]
  Cita messaggio
#48
sempre più uno schifo
  Cita messaggio
#49
Quest'anno, o meglio questa estate, è stata infernale per tutto l'Emisfero Nord, sono poche le eccezioni !
[Immagine: guinness17591920x1080.jpg]

[Immagine: KE6Qs.gif]

Non condivido ciò che dici, ma sarei disposto a dare la vita affinchè tu possa dirlo.-- Voltaire (François Marie Arouet)

:lolB:Neve inverno 2012 : 250 cm ca.
:lolB:
[Immagine: 50px-Lightningireland.png]

« In Irlanda l'inevitabile non accade mai e l'inaspettato succede costantemente. »(<small>Sir John Pentland Mahaffy</small> )
  Cita messaggio
#50
suggerisco la lettura dell'interessante articolo di Gaddari pubblicato su mtg :occhio:

Una contrazione che va a sommarsi a quella ben più preoccupante registrata durante il mese di luglio, quando la portata media del ghiaccio è stata del 21,4% al di sotto della media. Un valore che colloca il mese di luglio come il secondo peggiore dall'inizio delle osservazioni (1979 ).

Nella prima immagine notiamo in rosso le aree con temperatura della superficie del mare più alta del normale. In blu, le zone dove la temperatura media è stata inferiore alla media. Secondo le stime del NOAA, proseguendo di questo passo nel mese di settembre 2012 si potrebbe battere il record relativo alla minima estensione del ghiaccio Artico.
[ATTACH=CONFIG]6646[/ATTACH]
La recente riduzione netta del ghiaccio marino nella zona è stata rilevata dal sensore SSMI/S a bordo del satellite DMSP dalla NASA , sensibile alla concentrazione di ghiaccio marino. Nelle due immagini satellitari si può vedere un confronto prima e dopo il passaggio della bassa pressione polare.
[ATTACH=CONFIG]6647[/ATTACH]
Fonte:
Luglio 2012, ghiaccio artico in forte contrazione - MeteoGiornale.it
  Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 2 Ospite(i)