• 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Monitoraggio Ghiacci Antartici
#21
No no nun te scusamo mo te venimo a pia andò stai aspettace :p:p
Un saluto Andrea
Fabrizio
  Cita messaggio
#22
Monitoraggio ghiacci antartici - Aggiornamento del 28/9/2014


Estensione a confronto con la media '81 - '10

[ATTACH=CONFIG]42868[/ATTACH]


Estensione storica dal 1978

[ATTACH=CONFIG]42869[/ATTACH]


Note e previsioni a 10 giorni: Le decadi appena trascorse hanno portato l'ormai insperato record assoluto di estensione dei ghiacci antartici dal 1978 ad oggi, polverizzando il record precedente risalente al 2012 con uno scarto di oltre mezzo milione di chilometri quadrati. Un evento sicuramente notevole ed inaspettato su cui sarà bene interrogarsi, per capire le cause che inducono l'attuale ottima salute dei ghiacci marini dell'emisfero australe. Nei prossimi giorni il vortice polare australe rimarrà abbastanza disturbato, fattore buono per la conservazione dei ghiacci alle latitudini più basse. Sarà interessante valutare la variazione di estensione nei prossimi giorni.
Il mio sito (attualmente in stand by :notte: ) Trovate tante risorse per monitorare sole e ghiacci polari:

http://andreapederzoli.wix.com/sun-and-ice
  Cita messaggio
#23
Buongiorno Andrea una domanda cosa differisce i 2 poli come mai questa differenza marcata in termini di congelamento e scongelamento l'antartico aumenta e l'artico fa il contrario l'uomo ne sarà sicuramente colpevole ma come mai il globlal warming colpisce solo l'artico e' una questione di inclinazione dell'asse terrestre e la maggior parte del calore che produce l'uomo si accumula lì ?
Scusa le congetture e ti ringrazio
Fabrizio
  Cita messaggio
#24
Rughi70 Ha scritto:Buongiorno Andrea una domanda cosa differisce i 2 poli come mai questa differenza marcata in termini di congelamento e scongelamento l'antartico aumenta e l'artico fa il contrario l'uomo ne sarà sicuramente colpevole ma come mai il globlal warming colpisce solo l'artico e' una questione di inclinazione dell'asse terrestre e la maggior parte del calore che produce l'uomo si accumula lì ?
Scusa le congetture e ti ringrazio
Fabrizio


Esistono innumerevoli ipotesi a riguardo, ti riporto la più quotata al momento premettendo che non c'è ancora nulla di dimostrato.

Il calo di estensione dei ghiacci artici degli ultimi anni sembra essere direttamente legato all'aumento di temperatura globale (indipendentemente dal fatto che esso sia di natura antropica o meno), secondo un semplice feedback positivo (il sistema risponde in modo che un processo di cambiamento venga velocizzato): temperature più alte > più giorni all'anno di temperature positive in sede artica > maggiore scioglimento estivo > minore estensione dei ghiacci durante l'anno > aumento ulteriore delle temperature

Il discorso antartico invece pare essere più complesso. In questo caso sarebbe implicato un meccanismo di feedback negativo (il sistema si oppone ad un processo di cambiamento, mutando in modo da tendere all'equilibrio preesistente): temperature più alte > più ghiaccio sciolto dall'Antartide > diminuzione della temperatura e della salinità medie nei mari australi > temperatura di congelamento dei mari inferiore > estensione maggiore dei ghiacci antartici, pur con temperature più alte della media > diminuzione della temperatura dell'aria

Questo in estrema sintesi. Se vuoi chiedere altro sono qui, ma ci sentiamo venerdì mi sa (causa gambe) :lolA:
Il mio sito (attualmente in stand by :notte: ) Trovate tante risorse per monitorare sole e ghiacci polari:

http://andreapederzoli.wix.com/sun-and-ice
  Cita messaggio
#25
Monitoraggio ghiacci antartici - Aggiornamento del 14/3/2016


Estensione a confronto con la media '81 - '10

[ATTACH=CONFIG]48709[/ATTACH]


Note e previsioni a 10 giorni: Il periodo appena trascorso non ha portato cambiamenti sostanziali, l'estensione dei ghiacci australi resta perfettamente in media sebbene la distribuzione geografica del ghiaccio risulti abbastanza anomala. Nei prossimi giorni il vortice polare australe dovrebbe riprendere vigore, assicurando un inizio della stagione di congelamento nella norma.
Il mio sito (attualmente in stand by :notte: ) Trovate tante risorse per monitorare sole e ghiacci polari:

http://andreapederzoli.wix.com/sun-and-ice
  Cita messaggio
#26
Monitoraggio ghiacci antartici - Aggiornamento del 16/04/2016


Estensione a confronto con la media '81 - '10 (NOTA: l'immagine NOAA non è disponibile)

[ATTACH=CONFIG]48751[/ATTACH]

[ATTACH=CONFIG]48752[/ATTACH]


Note e previsioni a 10 giorni: Il periodo appena trascorso ha portato ad un aumento della superficie ghiacciata, come da attese, ed ora l'estensione è leggermente al di sopra della media. Nei prossimi giorni l'autunno artico dovrebbe procedere senza imprevisti, anche se i flussi meridiani attesi nell'emisfero australe potrebbero rallentare temporaneamente la crescita dei ghiacci.
Il mio sito (attualmente in stand by :notte: ) Trovate tante risorse per monitorare sole e ghiacci polari:

http://andreapederzoli.wix.com/sun-and-ice
  Cita messaggio
#27
Monitoraggio ghiacci antartici - Aggiornamento del 17/05/2016


Estensione a confronto con la media '81 - '10

[ATTACH=CONFIG]48797[/ATTACH]


Note e previsioni a 10 giorni: Come previsto, nel periodo appena trascorso i ghiacci antartici hanno subito un leggero rallentamento nello sviluppo, causa correnti non favorevoli. L'estensione resta comunque appena al di sotto della media. Nei prossimi giorni i flussi in sede antartica conserveranno ancora una spiccata componente meridiana, ci attendiamo quindi una crescita dei ghiacci abbastanza ridotta e, al contempo, un raffreddamento delle acque alle basse latitudini che dovrebbe favorire la stagione invernale.
Il mio sito (attualmente in stand by :notte: ) Trovate tante risorse per monitorare sole e ghiacci polari:

http://andreapederzoli.wix.com/sun-and-ice
  Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)