Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Mi sono trasferito a Madrid!
#1
Ebbene si, trasferimento che arriva dopo un anno che è stato tra i più difficili della mia vita, da quando a maggio dell'anno scorso mi hanno annunciato che al dicembre successivo avrebbero dovuto licenziarmi per la cattiva situazione in cui versavano. Nella Spagna della disoccupazione al 27% vi lascio immaginare che razza di mazzata possa essere stata. È iniziata una faticosa ricerca costellata di delusioni viste le pochissime offerte disponibili. Per 3 volte sono arrivato alle fasi finali della selezione personale con 3 diverse aziende, per poi veder ritirare l'offerta (non data ad un altro che rientrerebbe nell'accettabile, proprio sparire nel nulla) da un momento all'altro sotto i colpi degli ulteriori tagli fatti dal governo spagnolo nell'autunno dell'anno scorso.

Poi, quando ormai avevo già rivolto le mie ricerche al nord europa dove sono anche stato un paio di mesi tra un colloquio e l'altro, a maggio è finalmente arrivata la svolta, un'azienda di consulenze di Madrid m'ha assunto per una consulenza di un mese ad una grossa multinazionale. Progetto di breve durata, ma almeno intanto mi facevo conoscere. Non vi dico lo stress, visto che in un mese dovevo svolgere da solo un lavoro piuttosto delicato in uno dei progetti attualmente più importanti della multinazionale e senza conoscere né l'azienda che mi aveva assunto né il cliente, in un ambiente dove la pressione era altissima.

Ma per fortuna, tutto è andato benissimo, il cliente è rimasto soddisfattissimo ed i miei datori di lavoro contentissimi m'hanno inserito in un altro progetto con un contratto molto più stabile. Una bellissima soddisfazione dopo tanti mesi neri. Alla fine di tutta sta storia, dal punto di vista lavorativo, ci ho guadagnato senza dubbio, l'azienda mi piace molto di più di quella precedente a santiago, i progetti sono molto più interessanti ed i clienti più importanti, ed anche la retribuzione è sostanzialmente più alta.

Ora la "logistica" con mia moglie è un attimo complicata visto che lei continua a lavorare a Santiago, ma per fortuna i collegamenti aerei sono frequenti ed economici, nella speranza che non tardi molto a trovare anche lei un buon lavoro qui a Madrid. Ma nonostante questi problemi possiamo finalmente tornare a guardare avanti e fare progetti... so solo che il prossimo che sento dire che i 'ggiovani devono essere più flessibili, col "flessibile" gli ci freso il culo! :lolA:

volevo semplicemente condividere questo bel momento con voi! :wink:
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
Cita messaggio
#2
Complimetoni!!!!!

Ma in che tipo di multinazionale lavori?
"Sai perché essere intelligenti è brutto? Perché sai sempre quello che sta per accadere: non c'è nessuna suspance!"

(Cit. Terry in "Bandits")
Cita messaggio
#3
FrancescoMilano Ha scritto:Complimetoni!!!!!

Ma in che tipo di multinazionale lavori?

Grazie! La ditta è un'azienda di consulenze i cui clienti sono per lo più multinazionali del settore TIC
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
Cita messaggio
#4
hai sempre vissuto in Spagna o sei emigrato per scelta?
Cita messaggio
#5
mattiab Ha scritto:hai sempre vissuto in Spagna o sei emigrato per scelta?
no, vivo qui da 6 anni, emigrato per scelta (per amore se vuoi, ma è un po' troppo smelenso! :p)
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
Cita messaggio
#6
spritz82 Ha scritto:[...]Ma nonostante questi problemi possiamo finalmente tornare a guardare avanti e fare progetti... so solo che il prossimo che sento dire che i 'ggiovani devono essere più flessibili, col "flessibile" gli ci freso il culo! :lolA:

volevo semplicemente condividere questo bel momento con voi! :wink:

Ma almeno, lì da voi, non ci sono i nostri ministri: questa è già una piccola garanzia ... .Big Grin

In bocca al lupo, spritz82! :wink:
Cita messaggio
#7
Senmut Ha scritto:Ma almeno, lì da voi, non ci sono i nostri ministri: questa è già una piccola garanzia ... .Big Grin

In bocca al lupo, spritz82! :wink:

non che siano molto meglio purtroppo :facepalm:

Crepi!
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
Cita messaggio
#8
complimenti chi si sbatte ,..prima o poi arriva !:wink::wink:
[Immagine: 1523773_10151975495315765_744383259_o.jpg]
Cita messaggio
#9
In bocca al lupo per tutto [MENTION=1412]spritz82[/MENTION]
"La Sardegna. Questa terra non somiglia a nessun altro luogo"D.H. Lawrence

"QUI VIGE L'UGUAGLIANZA: NON CONTA UN CAZZO NESSUNO!" cit.

"Quando l'ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa un dovere"
Bertolt Brecht
Cita messaggio
#10
buona fortuna
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)