Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Ma vi sembra un comportamento professionale? - Meteogiornale-
#1
Lungi da me l'idea di fare una critica "freddofila", ma fare uscire un articolo di fondo di questo genere:

Tornerà il caldo, Atlantico rimandato a fine mese - MeteoGiornale.it

Con scenari modellistici come quelli di stamani (oltre al relativo "isolamento" di GFS va notato come ECMWF, UKMO e Nogaps mostrino già alle 96 ore scenari tutt'altro che combacianti), con l'incognita dell'uragano Nadine, con margini di incertezza di questo genere (ECMWF) sull'Europa occidentale:

[Immagine: essential!MSLP!Europe!96!pop!od!enfo!plo...!chart.gif]

e con spaghi GFS come questi:

[Immagine: MT8_Verona_ens.png]


Il comportamento del Dott. Ivan Gaddari, che fa uscire un articolo pieno di "certezze" contenente previsioni fino a 7 di ottobre... Vi pare "professionale" e soprattutto ha qualcosa di "professionale" questo approccio alla meteorologia?

P.S. penso sia opportuno spostare in area "Cestino", ma dovevo sfogarmi... perché ormai lo spettacolo della meteo via web è un abisso di frustrazione...
Cita messaggio
#2
Vavoldy Ha scritto:Lungi da me l'idea di fare una critica "freddofila", ma fare uscire un articolo di fondo di questo genere:

Tornerà il caldo, Atlantico rimandato a fine mese - MeteoGiornale.it

Con scenari modellistici come quelli di stamani (oltre al relativo "isolamento" di GFS va notato come ECMWF, UKMO e Nogaps mostrino già alle 96 ore scenari tutt'altro che combacianti), con l'incognita dell'uragano Nadine, con margini di incertezza di questo genere (ECMWF) sull'Europa occidentale:

[Immagine: essential!MSLP!Europe!96!pop!od!enfo!plo...!chart.gif]

e con spaghi GFS come questi:

[Immagine: MT8_Verona_ens.png]


Il comportamento del Dott. Ivan Gaddari, che fa uscire un articolo pieno di "certezze" contenente previsioni fino a 7 di ottobre... Vi pare "professionale"?

Giusto per non stare a criticare sempre i soliti 2 noti siti...


sono d'accordo con te. Già i modelli solitamente sono più ballerini nelle stagioni di transizione, quando i contrasti si fanno accesi (ed è esattamente quello che vediamo in questi giorni), non risulta molto professionale dare tante certezze in questo periodo, specie avendo l'incognita di Nadine sulla quale ora come ora esiste l'incertezza più assoluta sia da parte dei modelli tradizionali che da quelli specializzati nella previsione di uragani.
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
Cita messaggio
#3
Infatti è un comportamento da imbonitori, riscontrabile su meteogiornale.it come su altri siti... vi sono poi imbonitori più imbonitori di altri... tra questi il "tizio" di cui molti di noi sono stati a lungo ospiti.

Comunque vi sono cose sconcertanti, ad esempio quel noto sito nazionale, legato anche a un'associazione che ha fatto e sta facendo della buona didatica meteorologica e climatologica (meteonetwork) ma sul cui forum i 2/3 delle discussioni in stanza "meteo" (?) non riguardano il tempo che farà nel breve termine o quello che potrebbe fare nel "medio-lungo", bensì le teleconnessioni che potrebbero condizionare il prossimo inverno o la prossima estate... bah...
Cita messaggio
#4
Vavoldy Ha scritto:Infatti è un comportamento da imbonitori, riscontrabile su meteogiornale.it come su altri siti... vi sono poi imbonitori più imbonitori di altri... tra questi il "tizio" di cui molti di noi sono stati a lungo ospiti.

Comunque vi sono cose sconcertanti, ad esempio quel noto sit nazionale, legato anche a un'associazione che ha fatto e sta facendo della buona didatica meteorologica e climatologica (meteonetwork) ma sul cui forum i 2/3 delle discussioni in stanza "meteo" (?) non riguardano il tempo che farà nel breve termine o quello che potrebbe fare nel "medio-lungo", bensì le teleconnessioni che potrebbero condizionare il prossimo inverno o la prossima estate... bah...

E' un andazzo che purtroppo ormai va avanti da anni e contro cui non si può fare assolutamente nulla vista la protezione in blocco dei "santoni delle TLC" ad opera della moderazione. Peraltro è indubbio che le TLC abbiano una loro utilità, ma non possono monopolizzare sempre la discussione. Vabbè contenti loro :occhio:

Quanto all'articolo di apertura, un Ciclone Tropicale influenza già molto gli output dei modelli quando esso si trova molto distante dall?Europa (vedi Isaac), figuriamoci con un Uragano previsto sul Portogallo a 120h.
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
Cita messaggio
#5
Vavoldy Ha scritto:Infatti è un comportamento da imbonitori, riscontrabile su meteogiornale.it come su altri siti... vi sono poi imbonitori più imbonitori di altri... tra questi il "tizio" di cui molti di noi sono stati a lungo ospiti.

Comunque vi sono cose sconcertanti, ad esempio quel noto sit nazionale, legato anche a un'associazione che ha fatto e sta facendo della buona didatica meteorologica e climatologica (meteonetwork) ma sul cui forum i 2/3 delle discussioni in stanza "meteo" (?) non riguardano il tempo che farà nel breve termine o quello che potrebbe fare nel "medio-lungo", bensì le teleconnessioni che potrebbero condizionare il prossimo inverno o la prossima estate... bah...

si, esatto. Senza nulla togliere a quello che è un signor forum con utenti molto molto preparati e di altissimo livello e che ha dato e da un notevole contributo alla divulgazione scientifica in questo ambito, mi ha sempre lasciato perplesso il fatto che si parli praticamente solo di teleconnessioni... mi sembrano veramente energie e tempo sprecati per rincorrere una chimera, visti i bassissimi riscontri (e ci credo, non ci imbroccano nemmeno computer con potenza di calcolo sufficiente a tener conto di tutte le infinite variabili..). Anche perchè spesso l'approccio non è quello di "vediamo in base alle teleconnessioni che tempo potrebbe fare", ma "vediamo come le teleconnessioni potrebbero permettere l'arrivo del freddo in Italia"

E, soprattutto, ho visto più volte in passato come durante situazioni interessantissime in corso (Tropical-Like Cyclon, ondate di freddo etc) i topic d'analisi della situazione (le volte in cui esistevano) erano praticamente deserti e tutti invece a discorrere del lungo termine. Oltre al fatto che è molto difficile trovare qualcuno che risponda alle domande di utenti meno esperti.
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)