Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
luglio 2011
#1
Siamo ormai in procinto di assistere ad una cospicua onda di calore che investira' gradualmente ed in modo piu' diretto specie il centro-sud,il tutto legato al getto in uscita dall'east-coast statunitense ,palsmato dall'attuale assetto delle ssta, quandro delle ssta appunto pero' cosi delineatosi in senso zonale il quale non depone per lunghe oscillazioni sud-nord, base di partenza di un estate a sobbalzi e dunque del tutto normale.Il vero snodo cruciale a mio modestissimo parere e' rappresentato come notai in passato dal minimo di pressione stazionante a sud-ovest del REGNO UNITO il quale risente dal getto in uscita dagli USA,nelle sue oscillazioni zonali con rimonte azzorriane alte,si scopre come in questa fase il varco mediterraneo,con aggancio alla lacuna barica sud-orientale.L'altra faccia di tale oscillazione la stiamo per sperimentare a breve tra fine prima decade e seconda(6-12),con rotazione e leggero affondo occidentale con enfasi caliente.Il tutto pero'indicativo di un successivo passaggio frontale che a mio avviso sara' per alcune aree anche intenso nel post calura.Tale break si conferma nella fase 13-14,con penetrazione certa al centro-nord ,da valutare al meridione nei prossimi giorni,e di certo avremo fortissimi temporali.A seguire mentre il settentrione risentira' dell'oscillazione instabile britannica,con una seconda fase di luglio a mio avviso specie nella fascia alta,spesso instabile(comunque con alcune pause),al centro-sud con riferimento ai versanti orientali assisteremo ad un'impennata pre-frontale caliente(probabilmente garbino)attorno al 17-19 cui seguira' una nuova sferzata instabile entro l'inizio della terza decade.





[Immagine: luglio2011.gif]

Uploaded with ImageShack.us


b serata

b serata
Cita messaggio
#2
Bella analisi tifone. La fase calda che stiamo per vivere, sopratutto al centro-sud e isole, rientra nella normalità per il mese di luglio, neanche lontanamente paragonabile alla mostruosa estate del 2003 :rabbia:
La posizione dell'azzoriano in quella posizione nel basso atlantico, non consente richiami estremamente caldi e duraturi, che associata alla bassa pressione presente in UK, può garantire break notevoli in quanto a termiche con le ovvie conseguenze di ts violenti è diffusi. Staremo a vedere
"La Sardegna. Questa terra non somiglia a nessun altro luogo"D.H. Lawrence

"QUI VIGE L'UGUAGLIANZA: NON CONTA UN CAZZO NESSUNO!" cit.

"Quando l'ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa un dovere"
Bertolt Brecht
Cita messaggio
#3
tanto una scaldata doveva arrivare e a luglio è + che normale,per fortuna che l'apice sarà nel weekend e non mentre si lavora
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)