Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Lezioni di nuoto obbligatorie, famiglia musulmana ricorre alla Corte dei diritti dell'Uomo!
#1
Ticinonline - Svizzera/Estero - Lezioni di nuoto obbligatorie, famiglia musulmana ricorre alla Corte dei diritti dell'Uomo
BASILEA - A Basilea non sembra risolversi la disputa tra cinque famiglie musulmane e il dipartimento dell'educazione cantonale. La disputa ruota attorno alle multe comminate nei confronti delle cinque famiglie che si sono rifiutate di mandare i loro figli alle lezioni di nuoto. Una di esse, secondo quanto riporta la Basler Zeitung, presenterà venerdì prossimo ricorso alla Corte Europea dei diritti dell'uomo a Strasburgo.

Le famiglie di religione islamiche si rifiutano di far nuotare i loro figli in una classe mista delle scuole elementari. Il direttore del dipartimento dell'educazione di Basilea Città Christoph Eymann del partito liberal-democratico, comunque, non si lascia intimorire e resta fermo sulle sue posizioni. Di discriminazione non ne vuol sentire parlare. "La legge sulla scuola non è contro i mussulmani" ha dichiarato al Basler Zeitung, "ma vieta a livello generale l'esenzione dalle lezioni obbligatorie". "Riteniamo fondamentale la partecipazione alle scuole dell'obbligo, indipendentemente dal colore del passaporto" ha aggiunto. Le scuole dell'obbligo - secondo il direttore del dipartimento dell'educazione - rappresentano un elemento di coesione tra la popolazione e questo principio non può essere messo in discussione". Nessuna eccezione quindi. Le lezioni obbligatorie, in quanto tali, non consentono esenzioni. Per nessuno. A Basilea le ragazze di fede maomettana hanno il permesso di indossare il costume integrale, che copre tutto il corpo. Ma evidentemente, per alcune famiglie islamiche non basta. Secondo la commissione basilese sull'Islam (Basler Muslimkommission) la migliore soluzione sarebbe quella di far frequentare lezioni private, che le famiglie mussulmane pagherebbero di tasca propria. Eymann, però, non ne vuole sentire parlare di questa opzione e rifiuta categoricamente la posizione. Secondo il consigliere di stato basilese in questo caso il problema non sta soltanto nell'imparare a nuotare. Eymann ritiene giusto che le esperienze comuni di una classe, vengano condivise da tutti. Anche per quanto riguarda l'intenzione di una famiglia musulmana di ricorrere alla corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo non preoccupa Eymann: "E' un diritto democratico e bisogna accettarlo".

C'è un altro fronte però che non lascia tranquillissimo il consigliere di stato basilese. Un servizio mandato in onda recentemente da "Telebasel" proprio sulla disputa in corso nei due semi-cantoni di Basilea ha un titolo che non è per niente piaciuto ad Eymann: "Inquisizione contro i musulmani". Il paragone con gli inquisitori che perseguivano in modo violento gli eretici è ritenuto dal direttore del dipartimento dell'educazione basilese "insostenibile". Eymann sta valutando se ricorrere alle vie legali e la sua intenzione è appoggiata dal suo collega di Basilea Campagna Urs Wütrich, del Partito Socialista. "Noi non stiamo lottando contro un gruppo" ha detto Eymann. "Noi vogliamo semplicemente far rispettare una legge che valga per tutti e che eviti di creare società parallele".

La domanda del Basler Zeitung è se la posizione dura del governo nei confronti di quelle famiglie musulmane che non vogliono mandare i figli alle lezioni di nuoto non contribuirà alla creazione di quella società parallela che si vuole evitare. Infatti il rischio è che qualora i genitori perdessero il ricorso alla Corte di Strasburgo ci sarebbe già qualcuno che avrebbe pronto il progetto di creazione di una scuola privata musulmana. "E' possibile che questa può essere una delle conseguenze - conclude Eymann - "Ma la paura di possibili conseguenze non può portarci a non fare rispettare una legge in vigore".
Cita messaggio
#2
Mah, a me sembra una rigidità eccessiva che allontana l'integrazione...
In Italia persino la frequenza delle lezioni di religione cattolica è facoltativa, per non parlare di quanto sia "facile" trovare un negozio ebraico aperto di sabato...
"Il governissimo come è stato fatto in Germania qui non è attuabile." (Enrico Letta, 8 aprile 2013). :buah:

La mia stazioncina meteo online (versione "quasi" definitiva)... Smile
http://rieticentrometeo.altervista.org

Terminillo.ORG Smile
----------
[SIGPIC][/SIGPIC]
Cita messaggio
#3
Gennaio1985 Ha scritto:Mah, a me sembra una rigidità eccessiva che allontana l'integrazione...
In Italia persino la frequenza delle lezioni di religione cattolica è facoltativa, per non parlare di quanto sia "facile" trovare un negozio ebraico aperto di sabato...

ti pareva che non avevano ragione i mussulmani per te!!
:mani1:

A me pare che l'integrazione la allontana chi non vuole mandare dei bambini a nuotare con i suoi coetanei
Cita messaggio
#4
Gennaio1985 Ha scritto:Mah, a me sembra una rigidità eccessiva che allontana l'integrazione...
In Italia persino la frequenza delle lezioni di religione cattolica è facoltativa, per non parlare di quanto sia "facile" trovare un negozio ebraico aperto di sabato...
non sono d'accordo sul ragionamento che ha fatto saluti........:occhio:
Cita messaggio
#5
le regole sono regole...se nn le rispetti stai a casa tua...
Socio fondatore e Consigliere dell'ASS.Meteo Caput frigoris

http://www.caputfrigoris.it/rete-meteo.htm

Avatar: Cappadocia(1000slm), febbraio 2012...
Cita messaggio
#6
basta che stai a casa tua così fai quello che ti pare paese che vai regole che trovi da rispettare............questi non possono pensare di esportare la loro religione e i loro costumi come fanno comodamente qui nel paese dei balocchi
Cita messaggio
#7
mattiab Ha scritto:ti pareva che non avevano ragione i mussulmani per te!!
:mani1:

A me pare che l'integrazione la allontana chi non vuole mandare dei bambini a nuotare con i suoi coetanei
E chi ha parlato di musulmani? In verità non ho parlato neanche di "ragione", che non ha molto senso...
Non a caso ho fatto l'esempio dei negozi ebraici, tutti sanno che il sabato sono chiusi e nessuno si lamenta, anche perchè sarebbe inutile...
Il futuro immediato (anzi ormai il presente) è la società multietnica, e fra non molto non è detto che in Europa la maggioranza sia ancora di "cultura" cristiana...
Sarà IMPOSSIBILE avere regole uguali per tutti, bisognerà ripensare il modello di società dalle fondamenta...
"Il governissimo come è stato fatto in Germania qui non è attuabile." (Enrico Letta, 8 aprile 2013). :buah:

La mia stazioncina meteo online (versione "quasi" definitiva)... Smile
http://rieticentrometeo.altervista.org

Terminillo.ORG Smile
----------
[SIGPIC][/SIGPIC]
Cita messaggio
#8
robby69 Ha scritto:basta che stai a casa tua così fai quello che ti pare paese che vai regole che trovi da rispettare............questi non possono pensare di esportare la loro religione e i loro costumi come fanno comodamente qui nel paese dei balocchi
Ma come? Prima vi lamentate perchè se andate a vivere in un paese arabo non siete liberi di professare la vostra religione (cosa peraltro quasi sempre falsa) e poi volete fare la stessa cosa?
Due pesi e due misure, come sempre...

P.S. Buona Festa della Liberazione... Smile
"Il governissimo come è stato fatto in Germania qui non è attuabile." (Enrico Letta, 8 aprile 2013). :buah:

La mia stazioncina meteo online (versione "quasi" definitiva)... Smile
http://rieticentrometeo.altervista.org

Terminillo.ORG Smile
----------
[SIGPIC][/SIGPIC]
Cita messaggio
#9
Gennaio1985 Ha scritto:Ma come? Prima vi lamentate perchè se andate a vivere in un paese arabo non siete liberi di professare la vostra religione (cosa peraltro quasi sempre falsa) e poi volete fare la stessa cosa?
Due pesi e due misure, come sempre...

P.S. Buona Festa della Liberazione... Smile
ma non ho ben capito, se nei paesi arabi é cosa quasi sempre falsa, in quelli occidentali che cos'é? Perchè ho visto tuoi intereventi che rimarcavano la mancanza di libertà religiosa degli musulmani in Europa. Vuoi dire che per te c'é più libertà per un europeo nei paesi arabi che non per un arabo in Europa?

Ma poi di che libertà religiosa vuoi discutere, stiamo parlando di bambini che non possono nuotare liberamente con i loro compagni. Questa non é libertà religiosa, questa é imbecillità.
Cita messaggio
#10
ma che storie, per delle lezioni di nuoto.

cos'è che ha di così malvagio il nuoto? hanno paura che i loro figli scappino via mare? mi vien da pensare che non li facciano neanche correre
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)