Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Le studiano tutte.
#1
Pugilato: per eludere i controlli antidoping, MIKE TYSON usava un pene finto.

[ATTACH=CONFIG]34536[/ATTACH]

Mike Tyson ha ammesso di aver combattuto più volte sotto l’effetto della cocaina ma di aver sempre aggirato i controlli anti-doping grazie ad un pene finto ripieno di urina “pulita”.

In attesa dell’uscita ufficiale della sua ultima autobiografia, ‘The Undisputed Truth’, proseguono le anticipazioni dei giornali sui retroscena più scabrosi e licenziosi della vita del campione di pugilato. Secondo il britannico Mirror l’ultima fase della sua carriera è stata fortemente condizionata dalla dipendenza dalle droghe, soprattutto cocaina e marijuana, a causa della quale è anche risultato positivo e multato di 200mila dollari.

Ma quella del 2000 è stata la sua unica positività dal momento che assieme al suo team, a partire dall’incontro del 2000 ad Hampden Park contro Lou Savarese, aveva escogitato un piano infallibile per aggirare i controlli. “La storia di tutte le guerra è una storia di droga. Tutti i grandi generali e combattenti erano drogati in battaglia. E così anche io. Finito il match, un mio assistente faceva la pipì in un pene finto che io nascondevo dentro le mutande. E con quell’urina riempivo le provette dell’antidoping”.
http://www.blitzquotidiano.it/sport/mike...g-1717317/
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)