Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
L'uomo piu' "sfigato" del pianeta.
#1
Aggredito da squali, serpenti e scimmie e colpito da un fulmine: è l'uomo più sfortunato del pianeta.

Pochi dubbi: trovare un uomo più sfortunato di Erik Norrie, tranquillo abitante di Largo, Florida, è praticamente impossibile.

Erik è un pescatore, passa quindi molto tempo in mare. Ma è incorso in incidente ed episodi potenzialmente molto gravi anche sulla terra.

Il suo "curriculum della sfiga" è da record: è stato aggredito due volte da una scimmia, una da un serpente, è stato colpito da un fulmine e per non farsi mancare nulla è stato anche attaccato da uno squalo. Il Daily Mail racconta la sua storia.

Gli ultimi anni per lui sono stati una lunga via crucis. L'episodio più recente risale a qualche giorno fa. Il 29 luglio 2013, nel corso di una battuta di pesca, a largo delle Isole Abaco, nelle Bahamas del nord, Erik è stato infatti morso alla gamba destra da uno squalo, davanti agli occhi di moglie, quattro figli e patrigno.

Grazie ai rapidi soccorsi è stato portato in ospedale per un trapianto della pelle: "E’ stata una corsa dura. Pensavo davvero che stavo per morire", ha detto il pescatore, ora ricoverato al Tampa General Hospital. La probabilità di essere attaccato da uno squalo è pari ad 1 su 11,5 milioni. La probabilità di essere colpiti da un fulmine negli Stati Uniti è invece pari ad 1 su 280mila.

[ATTACH=CONFIG]29587[/ATTACH]
http://www.today.it/rassegna/erik-norrie...mondo.html
Cita messaggio
#2
Beh, direi che questo lo batte :lolA:

Roy Sullivan - Wikipedia

Roy Cleveland Sullivan (Contea di Greene, 7 febbraio 1912 – Dooms, 28 settembre 1983) era un Park ranger statunitense nel Shenandoah National Park della Virginia.
Tra il 1942 e il 1977, Sullivan venne colpito da un fulmine in sette occasioni diverse e sopravvisse tutte le volte. Per questo motivo, si guadagnò il soprannome "Conduttore umano di fulmini" o "Parafulmine umano". Sullivan è riconosciuto dal Guinness dei primati come la persona che venne colpita più volte da un fulmine rispetto a qualsiasi altro essere umano.

Veniva evitato dalle persone proprio a causa della paura di essere colpiti da un fulmine, e questo lo rattristava. Una volta ha ricordato: "Stavo camminando con il ranger capo un giorno, quando ad un tratto cominciò a fulminare. Il capo mi disse: 'ci vediamo più tardi.'" Confusedisi2:

Il primo colpo di fulmine si verificò nell'aprile del 1942. Sullivan si nascose in una torre di avvistamento antincendio per sfuggire al temporale. La torre era di recente costruzione e non aveva parafulmini, e così la torre venne colpita sette o otto volte. All'interno della torre, "il fuoco saltava da tutte le parti". Sullivan corse fuori e a pochi metri di distanza ricevette quello che lui ritiene essere il suo peggior fulmine. Bruciò mezzo pollice lungo tutta la gamba destra, colpendo la punta del piede e lasciando un buco nella scarpa.
Il secondo fulmine lo colpì nel luglio del 1969. Insolitamente, venne colpito mentre era nel suo camion guidando su una strada di montagna, il corpo in metallo di un veicolo normalmente protegge le persone in casi come questo. Il fulmine colpì prima gli alberi vicini e poi fu deviato finendo nella finestra aperta del camion. Il colpo rese Sullivan inconscio e gli bruciò le sopracciglia, le ciglia e la maggior parte dei suoi capelli. Il camion incontrollato continuò a muoversi fino a quando non si fermò vicino a un picco.
Nel 1970, Sullivan venne colpito mentre era nel suo cortile. Il fulmine colpì un trasformatore di alimentazione nelle vicinanze e da lì saltò sulla sua spalla sinistra, danneggiandola.
Il quarto fulmine si verificò nel 1972, mentre Sullivan stava lavorando all'interno di una stazione dei ranger nel Shenandoah National Park. Esso colpì i suoi capelli bruciandoli, e Sullivan tentò di soffocare le fiamme con la sua giacca. Poi si precipitò nella stanza di riposo, ma non poteva stare sotto il rubinetto e quindi usò un asciugamano bagnato. Dopo il quarto fulmine iniziò a credere che una forza stava cercando di distruggerlo ed ebbe da allora una gran paura della morte. Per mesi, ogni volta che c'era una tempesta mentre guidava il suo camion, si sdraiava sul sedile anteriore fino a quando la tempesta finiva.
Il 7 agosto 1973, mentre era fuori di pattuglia nel parco, Sullivan vide una nube di tempesta e se ne andò in fretta. Ma la nube, disse più tardi, sembrava che lo seguisse. Quando finalmente pensava di averla superata, egli decise di lasciare il suo camion. Poco dopo, fu colpito da un fulmine. Sullivan dichiarò di aver effettivamente visto il fulmine che lo ha colpito. Il fulmine oltre a bruciargli il cappello, si spostò in basso, colpendo il suo braccio sinistro e la gamba sinistra, levandogli la scarpa ma senza sciogliere i lacci. E poi si diresse verso la gamba destra appena sotto il ginocchio. Quando prese conoscenza, Sullivan strisciò verso il suo camion e versò la lattina di acqua, che teneva sempre lì, sopra la sua testa.
Il 5 giugno 1976, Sullivan fu colpito dal sesto fulmine che gli ferì la caviglia. Riferì di aver visto una nuvola, cercò di scappare, ma venne colpito ugualmente.
La mattina di sabato 25 giugno 1977, Sullivan era a pesca in una piscina d'acqua dolce, quando venne colpito la settima volta. Il fulmine colpì la parte superiore della testa e viaggiò verso il basso bruciandogli il petto e lo stomaco. Sullivan si voltò verso la sua auto e poi, altra cosa inaspettata, vide un orso che tentava di rubare la trota che aveva pescato. Sullivan ebbe la forza e il coraggio di colpire l'orso con un ramo di un albero. Egli ha sostenuto che era la ventiduesima volta che colpiva un orso con un bastone.
Tutti e sette i fulmini vennero documentati dal sovrintendente di Shenandoah National Park, R. Taylor Hoskins e furono verificati dai medici.
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
Cita messaggio
#3
spritz82 Ha scritto:Beh, direi che questo lo batte :lolA:

Roy Sullivan - Wikipedia

Roy Cleveland Sullivan (Contea di Greene, 7 febbraio 1912 – Dooms, 28 settembre 1983) era un Park ranger statunitense nel Shenandoah National Park della Virginia.
Tra il 1942 e il 1977, Sullivan venne colpito da un fulmine in sette occasioni diverse e sopravvisse tutte le volte. Per questo motivo, si guadagnò il soprannome "Conduttore umano di fulmini" o "Parafulmine umano". Sullivan è riconosciuto dal Guinness dei primati come la persona che venne colpita più volte da un fulmine rispetto a qualsiasi altro essere umano.

Veniva evitato dalle persone proprio a causa della paura di essere colpiti da un fulmine, e questo lo rattristava. Una volta ha ricordato: "Stavo camminando con il ranger capo un giorno, quando ad un tratto cominciò a fulminare. Il capo mi disse: 'ci vediamo più tardi.'" Confusedisi2:

Il primo colpo di fulmine si verificò nell'aprile del 1942. Sullivan si nascose in una torre di avvistamento antincendio per sfuggire al temporale. La torre era di recente costruzione e non aveva parafulmini, e così la torre venne colpita sette o otto volte. All'interno della torre, "il fuoco saltava da tutte le parti". Sullivan corse fuori e a pochi metri di distanza ricevette quello che lui ritiene essere il suo peggior fulmine. Bruciò mezzo pollice lungo tutta la gamba destra, colpendo la punta del piede e lasciando un buco nella scarpa.
Il secondo fulmine lo colpì nel luglio del 1969. Insolitamente, venne colpito mentre era nel suo camion guidando su una strada di montagna, il corpo in metallo di un veicolo normalmente protegge le persone in casi come questo. Il fulmine colpì prima gli alberi vicini e poi fu deviato finendo nella finestra aperta del camion. Il colpo rese Sullivan inconscio e gli bruciò le sopracciglia, le ciglia e la maggior parte dei suoi capelli. Il camion incontrollato continuò a muoversi fino a quando non si fermò vicino a un picco.
Nel 1970, Sullivan venne colpito mentre era nel suo cortile. Il fulmine colpì un trasformatore di alimentazione nelle vicinanze e da lì saltò sulla sua spalla sinistra, danneggiandola.
Il quarto fulmine si verificò nel 1972, mentre Sullivan stava lavorando all'interno di una stazione dei ranger nel Shenandoah National Park. Esso colpì i suoi capelli bruciandoli, e Sullivan tentò di soffocare le fiamme con la sua giacca. Poi si precipitò nella stanza di riposo, ma non poteva stare sotto il rubinetto e quindi usò un asciugamano bagnato. Dopo il quarto fulmine iniziò a credere che una forza stava cercando di distruggerlo ed ebbe da allora una gran paura della morte. Per mesi, ogni volta che c'era una tempesta mentre guidava il suo camion, si sdraiava sul sedile anteriore fino a quando la tempesta finiva.
Il 7 agosto 1973, mentre era fuori di pattuglia nel parco, Sullivan vide una nube di tempesta e se ne andò in fretta. Ma la nube, disse più tardi, sembrava che lo seguisse. Quando finalmente pensava di averla superata, egli decise di lasciare il suo camion. Poco dopo, fu colpito da un fulmine. Sullivan dichiarò di aver effettivamente visto il fulmine che lo ha colpito. Il fulmine oltre a bruciargli il cappello, si spostò in basso, colpendo il suo braccio sinistro e la gamba sinistra, levandogli la scarpa ma senza sciogliere i lacci. E poi si diresse verso la gamba destra appena sotto il ginocchio. Quando prese conoscenza, Sullivan strisciò verso il suo camion e versò la lattina di acqua, che teneva sempre lì, sopra la sua testa.
Il 5 giugno 1976, Sullivan fu colpito dal sesto fulmine che gli ferì la caviglia. Riferì di aver visto una nuvola, cercò di scappare, ma venne colpito ugualmente.
La mattina di sabato 25 giugno 1977, Sullivan era a pesca in una piscina d'acqua dolce, quando venne colpito la settima volta. Il fulmine colpì la parte superiore della testa e viaggiò verso il basso bruciandogli il petto e lo stomaco. Sullivan si voltò verso la sua auto e poi, altra cosa inaspettata, vide un orso che tentava di rubare la trota che aveva pescato. Sullivan ebbe la forza e il coraggio di colpire l'orso con un ramo di un albero. Egli ha sostenuto che era la ventiduesima volta che colpiva un orso con un bastone.
Tutti e sette i fulmini vennero documentati dal sovrintendente di Shenandoah National Park, R. Taylor Hoskins e furono verificati dai medici.
Come "sfigato" perseguitato dai fulmini senz'altro, anche se molto monotono. A questo proposito anch'io posso annoverare il "privilegio" di essere stato centrato da un dardo di Giove che mi ha strinato la cannottiera in età giovanile procurandomi anche la perdita della parola per un lasso di tempo abbastanza lungo, ma non posso certamente competere:p
Tornando ai casi in questione, direi che il primo "sfigato" è più completo, avendo registrato situazioni diverse tra loro, il secondo, denota una particolare antipatia presso i fulmini:buah::buah::buah::buah::lolA::lolA:
Cita messaggio
#4
Aggredito da squali, serpenti e scimmie e colpito da un fulmine: è l'uomo più sfortunato del pianeta.....
Ed io che ero convinto che l'uomo più sfigato del pianeta fosse l'uomo sposato !!!!!!!! :ola::ola:
Cita messaggio
#5
la coppia più sfigata del mondo è quella che durante il viaggio di nozze ha incontrato catastrofi in tutto il mondo...se trovo l'articolo lo posto
Inverno 2014/2015 stupiscimi Big Grin
[Immagine: sticker-forum]
Cita messaggio
#6
ecco qua :lolA:
Luna di miele tra le catastrofi: l'Odissea di una coppia svedese - Corriere della Sera
Inverno 2014/2015 stupiscimi Big Grin
[Immagine: sticker-forum]
Cita messaggio
#7
Cris96 Ha scritto:ecco qua :lolA:
Luna di miele tra le catastrofi: l'Odissea di una coppia svedese - Corriere della Sera
Anche questo caso si può definire sfigatissimo e inusuale per le vissicitudini che la coppietta ha dovuto affrontare in un viaggio di piacere, ma al contrario del primo episodio,non hanno riscontrato guai fisici. Certo però, che alla coppia in questione, direi papale papale di non venire a fare un giro turistico in Italia, non si sa mai.:lolA::lolA:
Cita messaggio
#8
l'uomo più fortunato direi, visto che malgrado tutto é ancora vivo
Cita messaggio
#9
mattiab Ha scritto:l'uomo più fortunato direi, visto che malgrado tutto é ancora vivo
Anche questo è vero, dipende solo da che lato si guardano le cose.:confuso:
Cita messaggio
#10
mattiab Ha scritto:l'uomo più fortunato direi, visto che malgrado tutto é ancora vivo

Mi fa strano, ma son d'accordo con te :lolA:
"La Sardegna. Questa terra non somiglia a nessun altro luogo"D.H. Lawrence

"QUI VIGE L'UGUAGLIANZA: NON CONTA UN CAZZO NESSUNO!" cit.

"Quando l'ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa un dovere"
Bertolt Brecht
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)