Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Istat: popolazione italiana cresce... ma grazie agli stranieri
#1
Stranieri crescono al 7,5%. Saldo morti/nati picco negativo (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Roma, 24 mag - Popolazione dell'Italia in crescita dello 0,5% a oltre 60,6 milioni a fine 2010. Lo rileva l'Istat nel 'Bilancio demografico nazionale', spiegando che l'incremento, pari a 286.114 unita' rispetto all'anno precedente, e' dovuto completamente alle migrazioni dall'estero. Tra i dati, infatti, che emergono c'e' quello relativo al saldo naturale, dato dalla differenza tra nati (561.944) e morti (587.488), che e' stato negativo per 25.544 unita' e che e' il peggiore dal 2003. Il numero dei nati e' diminuito rispetto al 2009 dell'1,2%, seguendo un andamento gia' registrato nel corso dell'anno precedente. Da due anni dunque si e' interrotta la serie positiva dell'aumento della natalita', dovuta all'apporto dato dalle donne straniere che pero' per ora non compensa piu' il calo delle nascite tra le donne italiane. La quota di stranieri sulla popolazione totale residente passa dal 7% del 2009 al 7,5% del 2010. L'incidenza della popolazione straniera e' molto piu' elevata in tutto il Centro-Nord (9,9% nel Nord-ovest, 10,3% nel Nord-est e 9,6% nel Centro), rispetto alle regioni del Sud e delle Isole, dove la quota di stranieri residenti e', rispettivamente, appena del 3,1% e del 2,7%. La crescita complessiva della popolazione - spiega ancora l'Istituto di statistica - non e' uniforme sul territorio nazionale in conseguenza di bilanci naturali e migratori notevolmente diversificati.

Istat: in 2010 popolazione cresce a 60,6mln, continua calo delle nascite | Radiocor, martedi' 24 maggio 2011 (articolo 937587)
Cita messaggio
#2
Emilia Romagna:
Gli emiliano romagnoli sono sempre di più (4.432.439) con un incremento nel 2010 di 36.833 persone (+ 0,84%). A far crescere la popolazione, come da più di quindici anni accade, sono i non italiani. E' questa l'ultima fotografia demografica scattata dall'ufficio Statistica della Regione, che registra, tuttavia, una leggera flessione nell'aumento del numero di stranieri residenti (nel 2009 erano cresciuti del 15,2%, 9,5% nel 2010, 8,2% nel 2011).

Tra le province dove si registra la crescita maggiore di popolazione straniera c'è Modena (+ 6.750 persone), preceduta da Bologna (+ 8.032). In termini percentuali, sotto la Ghirlandina gli stranieri sono cresciuti del 12,8%, una percentuale superiore alla media regionale (11,3%).

I dati demografici, aggiornati al primo gennaio 2011 e pubblicati oggi nello stesso giorno in cui l'Istat rende noto l'aggiornamento nazionale, mostrano che l'aumento della popolazione non riguarda tutte le fasce d'età. Quella che va dai 15 ai 39 anni, infatti, è diminuita nell'ultimo decennio di circa 60.000 residenti, mentre tutte le altre sono in aumento. Nell'ultimo anno gli anziani in Emilia-Romagna sono aumentati di 1.153 unità (+0,12%), arrivando a stabilizzarsi al 22,3% della popolazione: gli 'over 80' aumentano di più (+2,8%) e sono il 7,1% dell'intera popolazione (7% nel 2010); due su tre sono donne, più longeve. I bambini sono cresciuti di 10.497 unità (+1,8%).
ATTUALITA': Demografia. Siamo in di più, e più stranieri
Cita messaggio
#3
Lo avevo letto pure ieri sì..purtroppo è la realtà..
Cita messaggio
#4
Vicentino:
NUMERI DEI FLUSSI. Nel Vicentino vivono 96 mila stranieri regolari. I rifugiati dalla Libia sono un numero irrisorio rispetto alle migliaia di clandestini presenti da anni. E per i rimpatri l'Italia è "maglia nera" in Europa
Vicenza. Una provincia con oltre 870 mila abitanti, che dà casa e lavoro a 96 mila stranieri regolari e in cui si stima la presenza di qualche migliaio di stranieri clandestini: le ultime sanatorie hanno portato alla luce circa 10 mila irregolari. È in questa provincia che l'accoglienza di 366 persone - secondo il piano stabilito dalla filiera ministero dell'Interno-Regione-prefettura - sta creando un putiferio politico.
I PROFUGHI. Certe volte è meglio (ri)partire dai numeri: per fare chiarezza, per non perdere il senso della misura. Trecentosessantasei. Sono «profughi», non migranti economici irregolari, non clandestini; «profughi - ministro Roberto Maroni dixit - in fuga da un paese in guerra», la Libia, dove a loro volta si erano trasferiti per lavorare dall'Africa sub-sahariana, loro terra d'origine. Finora dei 366 previsti ne sono giunti nel Vicentino appena 109. Rifocillarli e dare loro un tetto costa 40 euro al giorno per ciascuno di loro.
continua su:
Il Giornale di Vicenza.it - Notizie, Cronaca, Sport, Cultura su Vicenza e Provincia
Cita messaggio
#5
Licantropo90 Ha scritto:Lo avevo letto pure ieri sì..purtroppo è la realtà..

perchè purtruppo? se sono regolari e rispettano le regole ben vengano..chi sta senza far nulla deve essere rispedito a casa...
Cita messaggio
#6
DomenicoG Ha scritto:perchè purtruppo? se sono regolari e rispettano le regole ben vengano..chi sta senza far nulla deve essere rispedito a casa...

Il problema è che non sono tutti regolari domenico..non siamo dei santi pure noi italiani..ma è giusto che coloro che non rispettato le regole venga rispedito a casa..
Cita messaggio
#7
Licantropo90 Ha scritto:Il problema è che non sono tutti regolari domenico..non siamo dei santi pure noi italiani..ma è giusto che coloro che non rispettato le regole venga rispedito a casa..

Pensa a quelli che vengono dall'estero, magari da paesi in guerra, e si fanno il c.ulo per mantenere la famiglia..non guardare quelli che stanno in strada senza far nulla dalla mattina alla sera..
Cita messaggio
#8
Se lo stampino bene in mente i puristi: la "razza" italiana non esiste, siamo solo in ritardo rispetto all'estero, ma fra poco non avremo più tratti genetici simili come ora.
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
Cita messaggio
#9
DomenicoG Ha scritto:Pensa a quelli che vengono dall'estero, magari da paesi in guerra, e si fanno il c.ulo per mantenere la famiglia..non guardare quelli che stanno in strada senza far nulla dalla mattina alla sera..

Parlo dei secondi che hai citato infatti..fossero tutti come quei 2-3 che conosco io hai voglia che non mi lamenterei..
Cita messaggio
#10
mesociclone Ha scritto:Se lo stampino bene in mente i puristi: la "razza" italiana non esiste, siamo solo in ritardo rispetto all'estero, ma fra poco non avremo più tratti genetici simili come ora.

Appunto, se guardiamo all'estero, la situazione è ben diversa. Ad esempio da poco ho visitato bruxelles, la quantità di neri o di persone di etnia nordafricana sono moltissime, direi un 30/70....così come in francia.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)