• 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Il rover Curiosity è arrivato su Marte
#71
Senmut, perdonami ma solo tu dimostri certezze e sicurezza su qualsiasi argomento si discuta. Sei sicuro ci sia acqua, ci sia vita, beh beato te, sono le domande principe della scienza mondiale, in 3 righe gli hai dato una risposta senza se e senza ma.
Io NON sono mai stato sicuro di nulla, non sono sicuro nemmeno della mia ricerca figuriamoci di tutto il resto.
Pensa che dò persino possibilità all'esistenza della vita nel nostro sistema solare....
  Cita messaggio
#72
Forse, un po’ come accade spesso (e me ne stupisco), si scrive una cosa e se ne capisce un’altra.
Quali certezze? Io mi sono riportato alla letteratura scientifica consolidata, e si presume che chi commenta sia aggiornato.
In altri ambiti, quando valico il confine dell’ufficialità per tentare di proporre qualcosa di diverso che non necessariamente nega l’ufficialità (o parte di essa), documento a dovere i miei ragionamenti.

In quest’ultima circostanza non ho fatto altro che dire quanto segue:

1. la presenza di metano di origine biologica è appurata (correggimi se sbaglio);
2. la presenza di acqua nel sottosuolo è appurata (correggimi se sbaglio);
3. la presenza di acqua sulla superficie è probabile in alcune zone (correggimi se sbaglio);
4. la presenza di precipitazioni nevose (per condensazione di vapore acqueo) è stata accertata (correggimi se sbaglio).

Premesso ciò, mi sono lanciato in qualche ipotesi circa la natura di questa notizia strabiliante ed ho pensato a quanto segue:

1. la presenza di forme di vita molto semplici;
2. la presenza di forme di vita vegetale.

In tale eventualità, tuttavia, non riterrei così sbalorditiva la notizia visto che, già da parecchi anni, esistono dati ed immagini molto interessanti su queste tematiche. Le stesse rianalisi dei dati provenienti dalle sonde Viking, ad esempio, confermerebbero il primo punto.
Ho quindi chiuso il mio intervento con una speranza: l’augurio di stupirmi.

Tutto il resto fa parte dei soliti pregiudizi.
  Cita messaggio
#73
«Forse abbiamo trovato delle molecole organiche su Marte». È la notizia del giorno che rimbalza su Internet e su Twitter. Lo ha dichiarato Charles Elachi, direttore del Jet Propulsion Laboratory della Nasa a Pasadena in una conferenza all’Università La Sapienza di Roma. Ma ha precisato: «Organiche, non biologiche», per sottolineare che non si è trovata la vita, motivo che spinge all'esplorazione marziana.

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza
L’annuncio è interessante, ma ancora niente di sconvolgente. Le molecole organiche infatti non sono specifiche della vita; sono presenti in tutto l’universo, tanto che sono state scoperte anche in nubi interstellari e asteroidi particolari, definiti condriti carbonacee. Il fatto di contenere queste molecole quindi non significa affatto che nelle nubi interstellari o negli asteroidi ci sia la vita. La stessa affermazione che si può fare per eventuali composti organici trovati su Marte.

Le voci su Intenet
Ma la notizia ha subito scatenato l’isteria della rete e dei giornali online. Anche perché da giorni gira la notizia che Curiosity avrebbe fatto una scoperta epocale. «Curiosity ha trovato qualcosa di grosso su Marte», dicono le voci, alimentate da alcune dichiarazioni della Nasa, come quello che si legge qua (un’intervista alla National Public Radio statunitense).
Poiché lo strumento della sonda che avrebbe ricevuto dati interessanti è il SAM (Sample analysis at Mars) che ha il compito di rilevare composti organici, il passo successivo è quello di pensare che siano stati scoperti queste molecole. Poiché per organici si intendono composti del carbonio, gli stessi che formano gli organismi viventi, la conclusione logica è che su Marte ci sia vita.

La conferenza stampa di lunedì
Niente di certo, per ora, perché il tutto dovrebbe essere spiegato in una conferenza stampa che si terrà lunedì alle 9 di mattina (ora di San Francisco) durante il meeting annuale dell'American Geophysical Union. E che Focus.it seguirà in diretta anche se siamo dell’idea (ma speriamo che i fatti ci smentiscano) che un annuncio epocale non verrebbe confinato a una conferenza stampa programmata da mesi durante un convegno, ma verrebbe dato nel quartiere generale della Nasa a Washinghton. E a gettare acqua sul fuoco ci ha pensato la stessa curiosity che da Marte ha inviato questo tweet: Che cosa ho scoperto su Marte? Le voci corrono velocemente su Internet. Il mio team considera che tutta la missione "entrerà nei libri di storia".

Scoperta la vita su Marte? Focus spiega l'annuncio della Nasa
[Immagine: xzCrUL7.gif]
Mike:"You know what happened. The question is, can you live with it?”

"Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti"
  Cita messaggio
#74
E dove sarebbe la novità sconvolgente? :facepalm:

Resto in trepidante attesa dell'"ufficialità" ma, date le premesse ... .




Nel frattempo ecco cosa già si pubblica sul tema (dati Viking).

IJASS, vol. 13, no. 1, pp.14-26, March, 2012

DOI: Aeronautical and Space Sciences

Complexity Analysis of the Viking Labeled Release Experiments

Giorgio Bianciardi*, Joseph D. Miller**, Patricia Ann Straat***, Gilbert V. Levin****
Department of Patologia Umana e Oncologia, Università degli Studi di Siena, Via delle Scotte 6, 53100 Siena, Italy, Department of Cell and Neurobiology, Keck School of Medicine at USC, 1333 San Pablo St./BMT401, Los Angeles, CA 90033, Beyond Center, College of Liberal Arts and Sciences, Arizona State University, Tempe, AZ 8528

Abstract: The only extraterrestrial life detection experiments ever conducted were the three which were components of the 1976 Viking Mission to Mars. Of these, only the Labeled Release experiment obtained a clearly positive response. In this experiment 14C radiolabeled nutrient was added to the Mars soil samples. Active soils exhibited rapid, substantial gas release. The gas was probably CO2 and, possibly, other radiocarbon-containing gases. We have applied complexity analysis to the Viking LR data. Measures of mathematical complexity permit deep analysis of data structure along continua including signal vs. noise, entropy vs.negentropy, periodicity vs. aperiodicity, order vs. disorder etc. We have employed seven complexity variables, all derived from LR data, to show that Viking LR active responses can be distinguished from controls via cluster analysis and other multivariate techniques. Furthermore, Martian LR active response data cluster with known biological time series while the control data cluster with purely physical measures. We conclude that the complexity pattern seen in active experiments strongly suggests biology while the different pattern in the control responses is more likely to be non-biological. Control responses that exhibit relatively low initial order rapidly devolve into near-random noise, while the active experiments exhibit higher initial order which decays only slowly. This suggests a robust biological response. These analyses support the interpretation that the Viking LR experiment did detect extant microbial life on Mars.

Keyword: Astrobiology, extraterrestrial microbiology, Mars, Viking lander labeled release



Per i più curiosi(ty):

http://ijass.org/On_line/admin/files/2)(...11-030.pdf
  Cita messaggio
#75
Senmut Ha scritto:In realtà (per quello che mi riguarda) accade proprio il contrario: intervengo, con la voglia di approfondire, proprio perché non ho certezze. Dire agli altri che hanno certezze, senza entrare nel merito ed aggiungere altro (quando parecchie volte i tuoi interventi hanno paventato solo certezze) è un modo, a mio avviso, per imporsi con assoluta sicumera e dimostrare, nei fatti, il contrario rispetto a ciò che pensi.

Poi, per carità, sarò lieto di sbagliarmi.

Ho detto stupidate nell'intervento n. 67? Discutiamone, oppure correggimi. Hai competenze derivanti da studi ad alto livello, condividi il tuo sapere.

Buona giornata e buon lavoro.

Dai per certe cose che nemmeno gli scienziati sanno con certezza. Basandoti addirittura su fotografie....
Libero di farlo, sia chiaro.
  Cita messaggio
#76
Puoi dirmi a cosa ti riferisci nello specifico?
  Cita messaggio
#77
ai vari punti che poi hai modificato del messaggio dell'altro giorno.
Ad ogni modo, l'unica cosa su cui concordo è che il ritrovamento di eventuali molecole organiche non dovrebbe essere nulla di eccezionale, essendo esse presente un po' dovunque.
  Cita messaggio
#78
matteo1982 Ha scritto:ai vari punti che poi hai modificato del messaggio dell'altro giorno.
Ad ogni modo, l'unica cosa su cui concordo è che il ritrovamento di eventuali molecole organiche non dovrebbe essere nulla di eccezionale, essendo esse presente un po' dovunque.

Non ho mai modificato alcun punto. Mi fai vedere, nei dettagli, a cosa ti riferisci (per una questione di correttezza, se non altro)?
  Cita messaggio
#79
Senmut Ha scritto:Forse, un po’ come accade spesso (e me ne stupisco), si scrive una cosa e se ne capisce un’altra.
Quali certezze? Io mi sono riportato alla letteratura scientifica consolidata, e si presume che chi commenta sia aggiornato.
In altri ambiti, quando valico il confine dell’ufficialità per tentare di proporre qualcosa di diverso che non necessariamente nega l’ufficialità (o parte di essa), documento a dovere i miei ragionamenti.

In quest’ultima circostanza non ho fatto altro che dire quanto segue:

1. la presenza di metano di origine biologica è appurata (correggimi se sbaglio);
2. la presenza di acqua nel sottosuolo è appurata (correggimi se sbaglio);
3. la presenza di acqua sulla superficie è probabile in alcune zone (correggimi se sbaglio);
4. la presenza di precipitazioni nevose (per condensazione di vapore acqueo) è stata accertata (correggimi se sbaglio).

Premesso ciò, mi sono lanciato in qualche ipotesi circa la natura di questa notizia strabiliante ed ho pensato a quanto segue:

1. la presenza di forme di vita molto semplici;
2. la presenza di forme di vita vegetale.

In tale eventualità, tuttavia, non riterrei così sbalorditiva la notizia visto che, già da parecchi anni, esistono dati ed immagini molto interessanti su queste tematiche. Le stesse rianalisi dei dati provenienti dalle sonde Viking, ad esempio, confermerebbero il primo punto.
Ho quindi chiuso il mio intervento con una speranza: l’augurio di stupirmi.

Tutto il resto fa parte dei soliti pregiudizi.

perdonami era questo. Dai per certa la presenza di materiale di origine biologico su Marte. Beh, in questo modo avresti risolto uno dei "misteri" dell'umanità. Così come la certezza di avere acqua nel sottosuolo ed addirittura sul suolo. Oltre alla presenza di forme di vita vegetali e non dedotte dalle foto.
In pratica in 5 punti hai dato risposta ad alcune tra le principali domande della scienza e dell'umanità.
  Cita messaggio
#80
matteo1982 Ha scritto:perdonami era questo. Dai per certa la presenza di materiale di origine biologico su Marte. Beh, in questo modo avresti risolto uno dei "misteri" dell'umanità. Così come la certezza di avere acqua nel sottosuolo ed addirittura sul suolo. Oltre alla presenza di forme di vita vegetali e non dedotte dalle foto.
In pratica in 5 punti hai dato risposta ad alcune tra le principali domande della scienza e dell'umanità.

Non so se è uno scherzo o altro; eppure basta leggere. Il primo punto della prima serie si riferisce al metano (certezza); il secondo punto alla presenza di acqua nel sottosuolo (certezza); il terzo alla presenza di acqua in superficie in alcune zone (probabilità); il quarto alla presenza di precipitazioni nevose (certezza).

La seconda serie, quella relativa alle ipotesi (e quindi non certezze) che ho fatto circa la consistenza di questa "notizia sbalorditiva", si compone di due punti.

Il primo è inerente alla presenza di forme di vita molto semplici (si veda il mio posto odierno sulle analisi dei dati Viking); il secondo, invece, attiene alla presenza di forme di vita vegetale (e vorrei sapere dove e quando avrei parlato di certezza, in tale ambito).


Stacco.

Ciao.
  Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)