• 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Il rover Curiosity è arrivato su Marte
#31
Credo che il colore rossiccio sia dovuto alla sistematica applicazione, ora abbandonata, di un apposito filtro. Del resto non mi sono mai spiegato (e nessuno è mai riuscito a farlo) quale possa essere il fenomeno meteorologico (nella fattispecie una particolare ed ipotetica tempesta di vento) in grado di rendere il cielo rosso e, contemporaneamente, di garantire un'eccellente visibilità sulla superficie.
  Cita messaggio
#32
Secondo me sono contrastate però non sono un'esperto

avrebbe pure senso Big Grin
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
  Cita messaggio
#33
quello che dice mesociclone è giusto, ad ogni modo le immagini prima di essere rese note sono elaborate, ripulite, ridotte. Insomma, non sono quelle rozze prese dai robottini.
  Cita messaggio
#34
A chi può interessare, qui c'è una buona spiegazione:

PERCHE' IL CIELO E' AZZURRO ANCHE SU MARTE?
  Cita messaggio
#35
A rigor di logica più l'atmosfera è rarefatta e più il cielo tende al blu, fino al nero (fenomeni meteorologici esclusi).
  Cita messaggio
#36
http://www.unimeteo.net/langolo-della-sc...post166856


Scientists enhanced the color in one version to show the Martian scene under the lighting conditions we have on Earth, which helps in analyzing the terrain
[Immagine: xzCrUL7.gif]
Mike:"You know what happened. The question is, can you live with it?”

"Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti"
  Cita messaggio
#37
Sarmatico Ha scritto:http://www.unimeteo.net/langolo-della-sc...post166856


Scientists enhanced the color in one version to show the Martian scene under the lighting conditions we have on Earth, which helps in analyzing the terrain

Io mi riferisco ai reali colori, cielo in primis. Wink
  Cita messaggio
#38
Ed ora quest'altro link che rimanda alla sezione "curiosity" del medesimo sito.

Raccomando vivamente la lettura.

Curiosity vs Viking: l'ora del cambiamento?
  Cita messaggio
#39
mah, questa frase secondo me lascia perplessi
"In realtà, non abbiamo ricorso ad oscure e complicate tecniche di editing: il risultato finale ottenuto nel nostro elaborato era esattamente lì, sotto gli occhi di tutti. E' stato però indispensabile rimuovere l'eccesso cromatico aggiunto, crediamo, nel tentativo di "interpretare" Marte secondo una visione forse un pochino forzata e pregiudizievole. "

Che significa crediamo? Chi ha detto che l'effetto cromatico è aggiunto?
Ad ogni modo, non ho mai pensato che il cieo di marte fosse solo rosso.
E' tale in presenza di venti, che sosllevano il pulviscolo ferroso. altrimenti l'aspetto è quello legger,ente fuligginoso, tipico degli ambienti secchi, polverosi, privi di acqua.
  Cita messaggio
#40
A livello fotografico, se dovessi dire cosa cambia tra le 2 versioni dei colori, direi che semplimente hanno messo un settaggio di WB (white balance - bilanciamento del bianco) sbagliato, tutto qui.
Senza spiegazioni scientifiche e formule di fisica.

Per intenderci il WB è quello che in ogni macchina fotografica ci permette di ottenere sempre "lo stesso bianco" in una foto.
Considerando come bianco puro quello della luce solare a mezzogiorno (circa 5500K) ci si può accorgere facilmente che se si scatta in differenti condizioni di luce il bianco "cambia" (o meglio cambia la sua resa).
Ad esempio in una giornata nuvolosa il cielo è più freddo che con la luce solare diretta, quindi si cambia il settaggio del WB al fine di compensare il bianco. Il WB per cielo nuvoloso scalda il bianco.
Viceversa la luce ad incandescenza è eccessivamente calda rispetto a quella solare, quindi il WB per tungsteno raffredda il bianco.
Se volete fare una prova vi basterà usare il WB tungsteno in una giornata soleggiata. La foto verrà praticamente blu!
Se al contrario usate un settaggio "nuvoloso" o "ombra" (più caldo del nuvoloso) in una giornata soleggiata la foto verrà eccessivamente calda.

Generalmente esistono molti WB adatti ad ogni occasione: sole, nuvoloso, ombra, tungsteno, fluorescente (di solito con 3 tonalità specifiche: calda-media-fredda), oltre, per le macchine più avanzate, la regolazione manuale della temperatura di colore (quella in gradi K°, come per i fari xeno) e anche uno schema quadrato, con le principali dominanti di colore sulla cornice, con cursore da spostare a piacimento, per regolazioni di precisione (ad esempio per mettere un arancione diverso o cambiare tonalità di verde).

Con questo voglio dire che basta sbagliare WB e si incasina la foto.

La cosa in oggetto quindi (ma prendetelo come mio parere personale) può non essere necessariamente una versione "scenografica" di marte.
Mi spiego: in foto con bassi contrasti, come nubi lontane, o al pelo dell'orizzonte, o, perchè no, anche un pianeta molto polveroso come marte, usare tonalità molto calde accentua i contrasti; in particolare esalta i colori, mentre una tonalità fredda tende ad "ingrigire tutto", abbassa i contrasti, confonde i margini.
Il risultato è che se la polvere è più color "sabbia" che "arancione" tende più facilmente ad essere confusa con una roccia grigia.
Usando colori molto caldi la sabbia-polvere diventerà molto arancione e il grigio staccherà di più.

Ovviamente non bisogna abusarne altrimenti la foto avrà un bilanciamento del bianco innaturale.

Quindi la ricetta per far risaltare qualcosa in un'atmosfera non limpidissima, o in prossimità dell'orizzonte è:
-scaldare il bianco
-aumentare il contrasto
Tuttavia come conseguenza "indesiderata" aumenta il carico di colore di una foto: il rorro sembrerà più rosso, il blu più blu, ecc.
E sarà necessaria una diminuzione della saturazione.

Quindi la prima ipotesi è la necessità di studio del terreno.

Altra ipotesi sulle foto scenografiche può essere semplicemente che abbiano fatto foto su marte...col settaggio WB della terra, forse al fine di evidenziarne le differenze e magari in base a questo ipotizzare la composizione dell'atmosfera (immagino che con strumenti specifici e avanzati sia possibile).

Scusate la lunghezza.:culo: Big Grin
"Sai perché essere intelligenti è brutto? Perché sai sempre quello che sta per accadere: non c'è nessuna suspance!"

(Cit. Terry in "Bandits")
  Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)