• 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Il rover Curiosity è arrivato su Marte
#11
Ecco il sole visto da Marte, che spettacolo!!! (presa da Fb)
[ATTACH=CONFIG]6290[/ATTACH]
  Cita messaggio
#12
Curiosity Sends High-Resolution Color Images from Gale Crater
[ATTACH=CONFIG]6434[/ATTACH]

[video=youtube;8_-A5-lclQk]http://www.youtube.com/watch?v=8_-A5-lclQk[/video]

http://mars.jpl.nasa.gov/msl/multimedia/
[Immagine: xzCrUL7.gif]
Mike:"You know what happened. The question is, can you live with it?”

"Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti"
  Cita messaggio
#13
Beccatevi questa 360° Curiosity rover: Martian solar day 2
[Immagine: xzCrUL7.gif]
Mike:"You know what happened. The question is, can you live with it?”

"Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti"
  Cita messaggio
#14
I n c r e d i b i l e ! ! !

S'è alzato un po' di brecciolino che è ricaduto sulla sonda...
“Noi abbiamo combattuto per quelli che c’erano, per quelli che non c’erano e anche per chi era contro...” - Arrigo 'Bulow' Boldrini
“Bisogna essere duri senza mai perdere la tenerezza” - E.G.De la Serna
"Avere poche idee ma ben confuse talvolta aiuta" - S.Ricci
  Cita messaggio
#15
VIDEO: Mars 7-Day: Cold, Frigid and Freezing!
[Immagine: xzCrUL7.gif]
Mike:"You know what happened. The question is, can you live with it?”

"Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti"
  Cita messaggio
#16
I segni delle ruote :lolA:

[ATTACH=CONFIG]7019[/ATTACH]
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
  Cita messaggio
#17
pure su altri pianeti l'uomo combina danni :buah:
  Cita messaggio
#18
fantastico...
''Bravo così me piaci, quando ridi me stai più simpatico. Ah Robbè, che te frega delle tristezze, lo sai qual'è l'età più bella? Te lo dico io qual'è. E' quella che uno c'ha. Giorno per giorno. Fino a quanno schiatta se capisce....''
(Bruno Cortona, 1962)
  Cita messaggio
#19
Da due settimane Curiosity, il robot automatico (rover) della NASA, si trova su Marte per analizzare il suolo marziano e condurre altri esperimenti, utili anche per capire se un tempo sul pianeta vi fossero particolari forme di vita. Il rover, grande quanto un’automobile e pesante quasi una tonnellata, è atterrato su Marte seguendo una delicatissima procedura mai eseguita prima e dopo i primi test sul funzionamento delle proprie strumentazioni ha iniziato la sua missione, che durerà almeno due anni.
[ATTACH=CONFIG]7152[/ATTACH]
Ieri per la prima volta Curiosity ha usato il suo raggio laser, puntandolo contro una pietra per iniziare ad analizzarla. L’operazione è durata appena dieci secondi, tempo nel quale la roccia è stata esposta a 30 impulsi della durata di cinque miliardesimi di secondo ciascuno, con una potenza pari a un milione di watt. L’energia sviluppata eccita gli atomi della roccia e si producono scintille, la cui luce viene analizzata dagli strumenti di Curiosity per scoprire quali siano gli elementi costituitivi del materiale roccioso.


Lo strumento utilizzato si chiama ChemCam (Chemistry and Camera) e sta fornendo i primi dati, che saranno analizzati qui sulla Terra dai ricercatori della NASA. Questi primi test servono per verificare il corretto funzionamento dello strumento e calibrarlo, in attesa del suo utilizzo su altri target. Curiosity è complessivamente dotato di dieci strumenti per analizzare il suolo marziano e consentire ai ricercatori di approfondire le loro conoscenze sulla storia del pianeta. Il rover è dotato anche di numerose fotocamere, che negli ultimi giorni hanno scattato molte immagini, anche ad alta risoluzione e come non si erano mai viste, dell’area intorno a Curiosity.

[ATTACH=CONFIG]7153[/ATTACH]
La parte posteriore sinistra di Curiosity con alcune delle antenne utilizzate dal rover per comunicare con la Terra.foto: NASA.gov
[ATTACH=CONFIG]7154[/ATTACH]
L’immagine mostra una porzione del fianco sinistro di Curiosity, al centro sono visibili anche alcune tracce lasciate dai razzi per la discesa del rover su Marte.
foto: NASA.gov

[ATTACH=CONFIG]7155[/ATTACH]
Parte della parete rocciosa del cratere Gale, nella zona in cui Curiosity è atterrato. L’immagine è stata corretta per bilanciare i colori dopo la sua trasmissione sulla Terra.
foto: NASA.gov

[ATTACH=CONFIG]7156[/ATTACH]
La vista a sud del punto di atterraggio di Curiosity.
foto: NASA.gov


[ATTACH=CONFIG]7157[/ATTACH]
La pietra nel cerchio indica il primo obiettivo di Curiosity. Una prima analisi di dieci secondi è stata condotta ieri attraverso l’utilizzo di un raggio laser. A seconda della reazione del materiale, i ricercatori potranno ottenere nuove informazioni sul tipo di minerali che si trovano sulla superficie del pianeta.
foto: NASA.gov


[ATTACH=CONFIG]7158[/ATTACH]
Parte del panorama visibile dal punto in cui si trova Curiosity. Il segmento indica la scala dell’immagine.
foto: NASA.gov

[ATTACH=CONFIG]7159[/ATTACH]
Un autoritratto di Curiosity, dove sono visibili buona parte dei componenti sulla sua superficie e i meccanismi che permettono al rover di muoversi e di scattare fotografie.
foto: NASA.gov

Curiosity, il robot automatico (rover) della NASA, si trova su Marte da poco più di due settimane e alcune ore fa si è mosso per la prima volta sul suolo del pianeta. Terminate le verifiche sullo stato delle sue strumentazioni, i responsabili della missione hanno dato il via libera per far spostare lentamente il rover grande quanto un’automobile e pesante circa 900 chilogrammi. Curiosity ha effettuato una serie di manovre percorrendo complessivamente una distanza di sei metri dal punto in cui era atterrato il 6 agosto. La piccola marcia del rover su Marte è stata accolta con grande entusiasmo dai tecnici della NASA, che attendevano di verificare le condizioni dei sistemi che faranno muovere le ruote del robot per la missione marziana, che durerà almeno due anni.
[ATTACH=CONFIG]7160[/ATTACH]

Il test è stato superato senza particolari difficoltà, ma Curiosity dovrà attendere ancora diversi giorni prima di spostarsi dalla sua attuale posizione per esplorare altre aree di Marte nella zona del cratere Gale. I ricercatori della NASA devono eseguire ancora diverse verifiche sulle strumentazioni del rover e realizzare alcune analisi dell’ambiente circostante. Domenica, per esempio, hanno eseguito una prima analisi di una roccia marziana utilizzando il laser di Curiosity, cosa che ha permesso di verificare anche il buon funzionamento dei sistemi per eseguire esperimenti sulla natura geologica di Marte. Terminati i giorni di ulteriori controlli, Curiosity potrà partire per il suo primo viaggio verso est-sudest, compiendo uno spostamento di quasi 400 metri.
[ATTACH=CONFIG]7161[/ATTACH]
Ieri, sulla Terra, i responsabili della NASA hanno intanto deciso di chiamare il luogo in cui è atterrato Curiosity con il nome “Bradbury Landing” in onore dello scrittore Ray Bradbury, morto quest’anno e che ieri avrebbe compiuto 92 anni. Bradbury fu uno degli scrittori statunitensi più famosi del XX secolo, noto soprattutto per il suo libro Fahrenheit 451, pubblicato nel 1953 (in Italia nel 1956). Il libro racconta un futuro in cui tutti i libri vengono bruciati dai governi per assoggettare la società e gli esseri umani.
Prima di pubblicare Fahrenheit 451, Bradbury si occupò anche di Marte con una raccolta di racconti di fantascienza intitolata Cronache Marziane. Il tema era legato alla futura esplorazione di Marte e alla colonizzazione del pianeta, avvenuta in seguito a una guerra nucleare sulla Terra. La raccolta di racconti rifletteva bene le paure e le tensioni dell’epoca, dovute alla Guerra Fredda. Considerato il grande interesse che Bradbury dimostrò per Marte, i responsabili della NASA hanno ritenuto quasi naturale dedicargli il luogo di atterraggio del loro nuovo rover sul pianeta, come ha spiegato Michael Meyer dell’ente spaziale: «Molti di noi e milioni di altri lettori sono stati ispirati dalle storie di Ray Bradbury in cui si sognava la possibilità di vivere su Marte».
Oltre a realizzare importanti esperimenti scientifici per comprendere meglio le caratteristiche geologiche di Marte e per scoprire se, un tempo, il pianeta avesse ospitato qualche forma di vita, Curiosity sta scattando una preziosa serie di nuove fotografie ad alta definizione dell’area in cui si trova. Le nuove immagini, spesso spettacolari, servono anche ai ricercatori per studiare il terreno intorno al rover e studiare la migliore traiettoria per i suoi spostamenti sul pianeta.
La NASA ha anche diffuso le fotografie ad alta definizione della delicatissima fase di atterraggio, mai sperimentata prima, di Curiosity sul suolo marziano. Il video mostra le immagini in sequenza della discesa sul pianeta, che ha previsto anche l’utilizzo di un grande paracadute e di una ingegnosa gru, mantenuta in aria da alcuni razzi propulsori, che ha calato dolcemente il rover sul suolo marziano.
[video=youtube;gZX5GRPnd4U]http://www.youtube.com/watch?v=gZX5GRPnd4U&feature=player_embedded[/video]

I primi passi di Curiosity su Marte | Il Post
Marte, in HD | Il Post






[Immagine: xzCrUL7.gif]
Mike:"You know what happened. The question is, can you live with it?”

"Quando il sole della cultura è basso, i nani hanno l'aspetto di giganti"
  Cita messaggio
#20
la nasa è di un altro pianeta (letteralmente....)
  Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)