Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
I record meteorologici nella Homepage Unimeteo!
#1
Grazie a Mesociclone e a Jack, a partire dai prossimi post gli articoli inerenti questo 3d "I Record Meteorologici Mondiali di Massima e di Minima...quasi in Real Time!!!" saranno pubblicati nella Home Page del sito Unimeteo: Previsioni e Articoli Meteo Italia - Unimeteo e nella sezione CLIMA,sotto la sezione RECORD METEOROLOGICI.
Per chi volesse leggere i vecchi post è possibile farlo in questo 3d oppure nel mio blog: Record Meteorologici in Real Time dove è possibile leggere oltre 330 articoli, dal luglio 2010 a oggi.

Grazie a tutto lo staff di UNIMETEO per l'opportunità concessami Wink
Cita messaggio
#2
L

Clamoroso in Canada
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
Cita messaggio
#3
Qui tutte le news by Jovi Big Grin

Record Meteorologici - Unimeteo
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
Cita messaggio
#4
ottimo, veramente ottimo, son contentissimo! il tuo sito lo seguivo sempre più volentieri, e ora me li trovo a portata di forum! Big Grin
grande Jovi Wink
Instagram - 500px - LinkedIn
Le mie corse su Strava

«To see things thousands of miles away, things hidden behind walls and within rooms, things dangerous to come to, to draw closer, to see and be amazed. That’s Life.»

«Cos'è il genio? Fantasia, intuizione, colpo d'occhio e velocità d'azione.»
Cita messaggio
#5
Grazie ragazzi per il sostegno Smile
Nuovo articolo in home page: http://www.uni-meteo.com/clima/record-me...ecord.html
Cita messaggio
#6
ciao Giuse Smile noi ci conosciamo, ogni commento è superfluo Big Grin sempre bravissimo come al solito Smile
(io e Giuseppe ci siamo fatti na mangiata di pesce a Sferracavallo...che la dovremo ripetere sicuramente alla prossima discesa eheh)
azz mi ero dimenticato a scannerizzarti la pagina del Luglio 1983, adesso te la scannerizzo, è in formato molto grande quindi la dividerò in due parti
ciao complimenti per il sito, è già fra i preferiti Smile
Cita messaggio
#7
Mat Ha scritto:ciao Giuse Smile noi ci conosciamo, ogni commento è superfluo Big Grin sempre bravissimo come al solito Smile
(io e Giuseppe ci siamo fatti na mangiata di pesce a Sferracavallo...che la dovremo ripetere sicuramente alla prossima discesa eheh)
azz mi ero dimenticato a scannerizzarti la pagina del Luglio 1983, adesso te la scannerizzo, è in formato molto grande quindi la dividerò in due parti
ciao complimenti per il sito, è già fra i preferiti Smile
Visto che ancora non mi hai inviato il report giornaliero ufficiale del luglio 1983 niente pesce Smile
Stammi bene :occhio:
Cita messaggio
#8
Gran bel lavorone....bisognerebbe però, a mio avviso, tener conto anche di dati OMM ufficiali che spesso la modestissima rete meteo AM italiana in primis, nn ha rilevato essendo molto modesta la copertura su ns territorio...
Realtà associative meteo italiane come quella di cui io faccio parte, sopperiscono sovente in maniera determinante
( e spesso colmano gravi lacune), su ciò che è il monitoraggio meteoclimatico di vaste aree....
Leggevo, per esempio, il dato di -37.1° di estremo minimo di P.rosà a Febbraio 2012...ci sarebbero in realtà i -37.4 di Pezza a 1450slm, e forse + rilevanti i
-28.6 di tagliacozzo e i -24.2 di Avezzano il 15 febbraio a 730slm e 680slm..Sono dati ufficiali OMM passati anche su circuito nazionale mediatico e in ambito di riviste e lavori scientifici..
Poi leggevo che nei settori centrali appenninici si è superato l'evento del 1956: purtroppo è falso, perchè nn solo è stato + duratuto il 56, ma ha portato + neve e temp. + basse...e questo su abruzzo, lazio, molise sicuramente! La neve a Roma si è vista anche in maniera + copiosa nel 2010 ma nn solo recentemente, con accumuli anche in pieno centro..
Lavoro cmq encomiabile, pieno di news sfiziose su scala globale...
Socio fondatore e Consigliere dell'ASS.Meteo Caput frigoris

http://www.caputfrigoris.it/rete-meteo.htm

Avatar: Cappadocia(1000slm), febbraio 2012...
Cita messaggio
#9
Ti do' ragione quando affermi che il numero di stazioni della RETE AM/ENAV è insufficiente per monitorare tutto il territorio italiano, ma a questo dobbiamo aggiunegerci la rete ARPA, UCEA ....

Allora Snowland, mi pare che sul forum di MeteoSicilia di averti risposto ampiamente sul dato di Piano di Pezza e di averti riferito tutte le mie perplessità su quel valore, elogiando i grandi sforzi economici, fisici e quant'altro che la vostra Associazione deve sostenere per monitorare una terra bella e difficile come l'Abruzzo.

Il non volere inserire alcun intervento polemico nei tuoi post nazionali, che richiamavano il *Nuovo Record degli Appenini" caduto a Piano di Pezza, era una forma di rispetto per il lavoro che svolgete.
Questo era uno dei motivi che mi hanno spinto a non fare nessun commento polemico nei forum nazionale.
L'unico intervento l'ho fatto su MeteoSicilia: Forum di MeteoSicilia :: Leggi argomento - Piani di Pezza: Record assoluto dal 2008...-37.4 dopo che avevi riferito anche in quel forum "dell'evento straordinario", dicendo che non si poteva parlare di record di tutta l'Italia centro/meridionale se la stazione ha una storia climatica irrisoria e con qualche dubbio sulla strumentazione.

Personalmente penso ai posteri.
Proiettatiamoci in avanti di 100 anni e immaginiamoci gli appassionati del del 22° secolo che leggono i "record caduti negli ultimi 2 anni", penseranno che tra il 2009 e il 2012 si siano vissuti inverni siberiani, con oltre -37° nel centro Italia e quasi -50°C al nord-est.
E' una moda che non mi piace, preferisco di gran lunga i -42°C del 30 gennaio 1963, quello sì il vero record nazionale italiano.
Riterrei degno di menzione il dato di Piano di Pezza se altre stazioni avessero superato i grandi generali: 1929, 1956, 1985 e compagnia cantante.
Invece ci ritroviamo con meno di 5-6-7 anni di rilevamenti quando l'unica cosa che è successa è il nulla.
Poi, mi pare che ti contraddici dicendo che febbraio 2012 non ha superato il 1956 in nessun record "nei settori centrali appenninici".
Questo avvalorerebbe la mia tesi che il dato di Piano di Pezza non è un record ma lo è "diventato" grazie alla serie esigua di dati termometrici.
Visto che non ricordavo di aver scritto che febbraio 2012 sarebbe stato il più freddo di tutti gli inverni ho dato un'occhiata ai post al riguardo e l'unico che ho trovato è questo, dove scrivo che si è trattato del più freddo degli ultimi 20 anni:
Tutti i record di febbraio 2011 in Italia: di freddo, di neve e di caldo
Sui record caduti nelle stazioni AM/ENAV credo che non ci siano dubbi, se ci sono record sballati correggo ma non penso, come non ci sono dubbi che la Sardegna per numero di record, passata inosservata, l'ha fatta da padrone stabilendo il *Nuovo Record Regione* con -17.0°C, supportato in questo caso dai tanti record assoluti e mensili caduti come birilli in tutta l'isola.
Se ti rifersci invece ai record di accumuli nevosi a Urbino & c., ti ho già detto che è un virgolettato tratta dall'articolo scritto da Davide Dalla Libera di Class Meteo, che non conosco ma mi sembrano veritieri, tratti a sua volta dall'Arpa E.R..

C'è poi la questione, più volte ripetuta, che ti senti offeso perché non ho inserito Piano di Pezza come estremo di freddo a febbraio 2012.
Anche su questo ti ho risposto dicendoti che preferisco inserire negli estremi solo le stazioni ufficiali e non le amatoriali, sia per una questione di tempo (immaginati monitorare tutte le stazioni di appassionati in Italia e nel Pianeta) sia perché è impossibile sapere e capire se queste stazioni rispondono alle normative WMO.
Non credo che esista persona o sito al Mondo che faccia un lavoro del genere, sarebbe un numero di stazioni spropositato da archiviare.

Ti faccio un esempio di una stazione nel palermitano che fece il "record italiano di massima mensile" il 28 febbraio 2010:
In questi giorni sto' cercando di riorganizzare tutti gli estremi siciliani, italiani ed europei e cosa scopro :facepalm:
che la stazione di Fabio (Palermo NW) è la stazione più calda a febbraio in 90 di rilevamenti.
ma facciamo un passo indietro...
secondo i dati dell'Osservatorio Acque (inizio 1924) il record di febbraio apparterrebbe
a Palermo Zootecnico con +34.1°C del 24 febbraio 1977 ma il dato è sicuramente sovrastimato,
infatti se date un'occhiata alle massime giornaliere e confrontando gli estremi dello Zootecnico con l'Osservatorio Astronomico
ci si rende subito conto che le 2 stazioni fino all'1 febbraio di quell'anno erano perfettamente allineate,
con lo Zootecnico a 23.5° e l'Osservatorio a +23.1°, dal 2 febbraio cominciano i problemi di sovrastima
con la prima che segna +20.5°C mentre la seconda segna una massima di 18.8°, ma ancora ci potrebbe stare.
Dal 3 febbraio la situazione peggiora sensibilmente con la max dello Zootecnico a 20.0° mentre l'Osservatorio a 16.2°.
Il 5 febbraio ancora peggio con lo Zootecnico a 23.0° e l'Osservatorio a 17.0°C...ben 6° di differenza.
Il 7 febbraio è la stazione dell'Osservatorio ha rilasciare un dato completamente sballato
con una massima di soli +10.8°C contro i +25.5° dello Zootecnico, i +17.8° dell'Istituto Castelnuovo, i +17° di Punta Raisi e i +17.1° di Piazza Verdi.
E così via....

L'apice lo si raggiunge tra il 23-24 febbraio quando secondo i dati dell'Osservatorio lo Zootecnico
avrebbe fatto registrare rispettivamente +34° e +34.1°C contro i 27° e i 26.2° dell'Osservatorio Astronomico.

La temperatura più alta (affidabile) quel mese fu' registrato proprio nella stazione dell'Osservatorio Astronomico con +29.6° del 25 febbraio 1977.
A tutt'ora sarebbe il record italiano di massima per febbraio.
Ma anche in questo caso c'è un ma.
Probabilmente il giorno è sbagliato perché il picco di quell'ondata di calore la si ebbe il 24 e non il 25,
come dimostrano tutte le temperature nel capoluogo siciliano,
tranne che la sciroccata non abbia avuto il suo apice tra la sera del 24 e il 25 e allora ci potrebbe stare che,
come spesso succede , in alcune zone si raggiunga la temperatura più alta in un'ora diversa rispetto alle altre.
Spero che anche in questo caso il dato non sia sballato, ma le medie e i raffronti con le altre stazioni
mi propendendo a dire che ci sia stato o un'errore di battitura del giorno o che realmente la temperatura sia stata registrata il 25, ma nella notte.

Dopo aver scartato i +34.0 e +34.1° dello Zootecnico, che sicuramente in caso di buon funzionamento
avrebbe fatto registrare una temperatura maggiore rispetto a tutte le altre stazioni palermitane,
visto l'ubicazione favorisce un maggiore innalzamento termico in caso di venti di caduta,
è il momento dei +32.8°C registrati a Catenanuova il 17 febbraio 1990.
Quel giorno eravamo con una semplice +9/+11° in quota e naturalmente le stazioni vicine erano "più fredde" quel giorno almeno 7°C.
Dato facilmente catalogabile come errato.

Tornando indietro di oltre 80 anni ci sarebbe un'altra stazione che a febbraio avrebbe raggiunto i +32.8°C
si tratta della 2983 SFERRO (Staz. Antimal.).
Anche in questo caso, visto le termiche in quota e il raffronto con le altre stazioni, il dato della temperatura è totalmente sballata.

Poi ci sarebbero i +30.0°C raggiunti a Taormina l'11 febbraio 1979 ma nutro molti dubbi sull'affidabilità di quella stazione,
magari qualche amico della Sicilia orientale potrebbe fugarmeli.

Dalle re-analisi risulta, grazie al buon Scirocco Wink , che in 140 anni in Sicilia la temperatura più alta a 850hPa è stata registrata il 28 febbraio 1947 con una +21°C.
Purtroppo erano i tempi post guerra e le stazioni dell'Idrografico erano soltanto 8 in tutta l'isola.
La massima raggiunta quel giorno fu' registrata nella solita a Palermo Osservatorio con un misero +27.9°C,
probabilmente a causa di una salita e ridiscesa delle temperature repentina (il giorno prima c'era una +10° il giorno dopo una +11°C in quota).
Già esisteva la stazione aeroportuale di Palermo Boccadifalco ma purtroppo non sono riuscito a trovare nessun dato sul NOAA.

Ritengo, pertanto, che la temperatura più alta mai registrata in Sicilia nel mese di febbraio è il +29.6°C dell'Osservatorio Astronomico del 24 o 25 febbraio 1977.

Per concludere possiamo dire che, comprendendo forzatamente le stazioni amatoriali, il +30.4°C di Palermo Piazza Europa del 28 febbraio 2010
sarebbe il record il record italiano a solo 1.7°/2° dal record europeo di febbraio detenuto con +32.1° o +32.4°, in corso di analisi, da una stazione greca.
Qui un'articolo dell'ondata di calore del 28 febbraio 2010 che scrisse per MeteoSicilia Luca: Meteosicilia - 28 febbraio 2010: PALERMO batte il suo record di caldo ? S, no, forse...

Ma conosco quel dato perché sono di quella realtà e ho fatto un approfondimento al riguardo, confrontando i dati delle stazioni ufficiali con una stazione amatoriale, ma non ho inserito quel valore nel post dei record, pur essendendo certo della bontà del dato, perché mi rendo conto che sarebbe una forzatura.

Riguardo le perplessità sulla strumentazione ti scrissi questo su MeteoSicilia:
"Un'altra cosa che da qualche settimana mi ha fatto pensare sulla bontà dei dati, a prescindere dell'ubicazione della stazione,
sono i sensori utilizzati nelle doline nel nord-est e anche dal vostro progetto "40 sotto zero", mi spiego:
Se non ho capito male, il sensore termometrico che monta la stazione Piani di Pezza è un Omega OM63.
Progetto 40 sotto zero - AQ Caput frigoris

Queste sono le caratteristiche del sensore prese da questo sito:
Portable Low Cost Temperature Data Logger

"Specifications
Temperature Measurement
Range: -40 to 85°C (-40 to 185°F)
Temperature Sensor: Internal digital sensor
Temperature Accuracy: ±0.5°C (±1°F)
Temperature Resolution: ±0.01°C (±0.01°F)
Sampling Rate: User selectable, 1 second to 18 hours
Data Storage: 43,344 temperature readings
Temperature Alarms: Programmable high and low alarm thresholds.
After the data logger is started, alarm status can be
checked by pressing the Start Check button. If an alarm has occured,
the status LED on the data logger will flash red.
Recording Mode: User selectable; stop on memory full
or continuous recording with memory rollover
Recording Start: Push button, computer controlled,
or up to 6 week delayed start
PC Interface: USB port (USB cable included)
Calibration: Single point offset calibration
available through software for temperature
Operating System Compatibility: Windows 98/2000/XP/VISTA
Time Accuracy: ±100 ppm @ 75ºF
Power: 3.0V lithium battery (included)
Battery Life: 6 years typical
Storage Temperature: -40 to 85°C (-40 to 185°F)
Dimensions:
76 Hx 40 W x 15 mm D
(3.0 x 1.6 x 0.6")
Weight: 28 g (1 oz)"

Nel vostro caso sareste nel range di buon funzionamento secondo il costruttore
ma i -45°-48.3°C registrati nelle doline sarebbero abbondantemente oltre il limite del sensore.Exclamation

Queste invece le caratteristiche della Davis Vantage Pro 2 prese da qui: http://www.meteo-system.com/davisvp2wireless.pdf
Operating Temperature . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . -40° to +150°F (-40° to +65°C)
Non-operating Temperature . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . -50° to +158°F (-45° to +70°C)
Current Draw (ISS SIM only) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 0.14 mA (average), 30 mA (peak) at 4 to 6 VDC
Solar Power Panel . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 0.5 Watts (ISS SIM), plus 0.75 Watts (Fan-Aspirated)
Battery (ISS SIM /Fan-Aspirated) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . CR-123 3-Volt Lithium cell / 2 - 1.2 Volt NiCad C-cells
Battery Life (3-Volt Lithium cell) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8 months without sunlight - greater than 2 years depending on solar charging
Battery Life (NiCad C-cells) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1 year
etc....etc..........

In questo caso viene specificato che il sensore oltre i -45°C non è più affidabile e difatti il 28 gennaio scorso
presso la stazione in Alaska di Jim River (una Davis Vantage Pro 2) veniva registrata un'eccezionale -79°F pari a -61.7°C
mentre tutti i giornali online del Mondo e i siti che prevedono una NIA nell'imminente cominciando a fare la voce grossa,
il servizio meteorologico dell'Alaska si affrettava di comunicare che il dato non era stato convalidato.
Il problema del dato errato sembra che sia stato causato dalle batterie che non hanno sopportato le basse temperature
e comunque la stazione viaggiava su valori nettamente inferiori rispetto ai limiti costruttivi.
Qui un'articolo: Weather Extremes : Update on Jim River, Alaska -79°F | Weather Underground

Detto ciò, ma siamo sicuri che a simili temperature il sensore abbia un margine di errore superiore rispetto ai 0.5°C dichiarati dalla casa?"


Ps: Giusto per chiarire il mio punto di vista, la maggior parte delle stazioni amatoriali vengono curate e sono più attendibili di alcune stazioni ufficiali, basta scartare quelle sballate!
Poi ognuno è libero di scrivere ciò che vuole come ognuno è libero di criticare in caso di inesattezze.
Nessuno è infallibile Wink

Scusate per eventuali errori di battitura. Wink
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)