Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
I Record di Caldo del Maggio 1870
#1
New Ice Age La Rubrica di NIA: Appena finita la PEG e Maggio diventa caldissimo
Cita messaggio
#2
concordo soprattutto in questa parte

Citazione:Tutta questa ricerca serve per spiegare un concetto che spesso viene dimenticato, noi abbiamo dati certi e diffusi di temperatura solo dopo la 2° guerra mondiale, mentre grazie alle reti regionali gestite dalle varie arpa possiamo arrivare fino agli anni 20 o 30 del 1900, anche se per vedere tante stazioni diffuse anche qui dobbiamo aspettare il dopoguerra.

Quindi tutto questo si ripercuote su una memoria a breve termine che facilmente può essere riscritta in tempi vicini con nuovi record e cose simili dimenticandoci però che prima del 1950 difficilmente abbiamo tanti dati, vediamo infatti che nel 1870 probabilmente c’è stata l’ondata di caldo più intensa avvenuta in Italia da almeno il 1700 ( periodo nel quale le serie storiche degli osservatori citati prima iniziano le proprie osservazioni ) e se avessimo avuto le stesse stazioni che adesso siamo in grado di monitorare avremmo dei record imbattuti da 141 anni, non solo record di freddo, perché venivamo dalla PEG, ma anche record di caldo.

c'è gente che ha il terrore che sta finendo il mondo perché si battono record di caldo, cosa sono 140 anni di rilevazioni termometriche, confronto alla vita della Terra?
Instagram - 500px - LinkedIn
Le mie corse su Strava

«To see things thousands of miles away, things hidden behind walls and within rooms, things dangerous to come to, to draw closer, to see and be amazed. That’s Life.»

«Cos'è il genio? Fantasia, intuizione, colpo d'occhio e velocità d'azione.»
Cita messaggio
#3
Articolo molto interessante, che non fa altro che dimostrare quanto siano relativi i "record" meteorologici.
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)