Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
I nuovi polinomi che permetteranno di prevedere i fenomeni naturali complessi
#1
I polinomi della complessità

Li hanno chiamati “i polinomi che governano la complessità”. Ci è arrivato l'Italiano Renzo Ricca (foto) del dipartimento di Matematica dell’Università di Milano-Bicocca. Le nuove “formule” permetteranno di misurare fenomeni come i vortici e di prevedere l’evoluzione di eventi naturali complessi. La scoperta ha meritato la copertina del prestigiosissimo Journal of Physics A, Mathematical and Theoretical.

La scoperta apre la strada alla misurazione diretta di strutture complesse, come appunto i vortici, non più sperimentando ma quantificando il cambiamento in tempo reale, man mano che il fluido si muove davanti ai nostri occhi. Si potranno sviluppare su queste basi programmi e software per una migliore previsione dell’evoluzione di fenomeni naturali.

L’articolo, “The Jones polynomial for fluid knots from helicity”, firmato da Ricca in collaborazione con Xin Liu, ricercatore del dipartimento di Matematica dell’Università di Sydney, illustra la scoperta di nuove tecniche matematiche per affrontare lo studio di complessi grovigli fluidi annodati, sfruttando i più recenti progressi nella teoria matematica dei “nodi”, un settore della topologia che si occupa dello studio qualitativo delle forme. Polinomi “speciali” dunque, che misurano la complessità di vortici, campi magnetici e correnti elettriche nello spazio.

Il disordinato turbinio di flussi fluidi e campi magnetici formano strutture fluide complesse, all’interno delle quali le forze e l’energia si distribuiscono come in un complicato groviglio di fili di lana che si intrecciano e si disfano continuamente e convulsamente. Per descrivere questo tipo di dinamica non sono sufficienti i metodi di modellizzazione matematica classici, basati sullo studio di equazioni differenziali semplificate, modelli statistici o geometria elementare.

Questi limiti sono venuti via via affiorando nello studio della dinamica dei fluidi, che dagli anni 80 si è sempre più arricchito di combinazioni di tecniche classiche e moderni metodi topologici. Grazie ai progressi fatti in questi ultimi anni, in particolare dalla teoria dei nodi, è ora possibile identificare e seguire nel tempo l’annodamento e lo snodamento di filamenti fluidi nello spazio. Semplici polinomi (come x+x3–x-4) identificano in modo univoco ognuno degli infiniti ed evanescenti nodi e legami che si formano nel fluido, a cui si associano poi proprietà dinamiche ed energetiche.

Il risultato della ricerca non solo apre un nuovo orizzonte di studi in quel che si chiama “dinamica topologica”, ma offre nuove e prima impensate possibilità per lo studio dei fenomeni complessi, sia in aspetti fondamentali della ricerca fisica e biologica, sia nel futuro campo delle applicazioni, come per esempio lo sviluppo di software che renderanno sempre più precisa e raffinata la predicibilità di fenomeni naturali, talvolta devastanti e quasi sempre incontrollabili. Se dominare la complessità risultasse impossibile, se non altro, da oggi, la si potrà affrontare con polinomi semplici ma efficaci.

Reference:

Xin Liu and Renzo L Ricca, The Jones polynomial for fluid knots from helicity, 2012 J. Phys. A: Math. Theor. 45 205501 doi:10.1088/1751-8113/45/20/205501
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
Cita messaggio
#2
Chi ha osato rubare l'ARCANO al dotto re??? partirà una denuncia attiva grossa.

Comunque ho paura che quei "semplici" polinomi nascondano cose matematicamente poco simpatiche sotto la x
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)