Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
I cristalli di ghiaccio del lago Baikal.
#1
[ATTACH=CONFIG]36938[/ATTACH]



Trasparenti come vetro

Ogni anno intorno a marzo, la superficie ghiacciata del Lago Baikal, un'immensa distesa d'acqua dolce situata nella Siberia meridionale, inizia a mostrare le prime crepe.

In poche settimane, centinaia di imponenti lastroni di ghiaccio si staccano dal restante strato stagliandosi sul paesaggio come cristalli di un gigantesco vaso andato in frantumi. Le immagini di questo fenomeno naturale, difficili da scattare ma incredibilmente suggestive, stanno rimbalzando per tutta la Rete.

Photo credit: Alexey Trofimov


[ATTACH=CONFIG]36939[/ATTACH]



Misure da guinness

Lungo 636 chilometri e con una superficie di 31.722 chilometri quadrati, il Baikal è uno dei laghi più estesi al mondo, il più profondo (la sua altezza va dai 744 ai 1.642 metri) e anche quello con il volume maggiore: si calcola contenga circa il 20% delle riserve d'acqua dolce della Terra, esclusi ghiacciai e calotte polari.

Photo by Valery Chernodedov


[ATTACH=CONFIG]36940[/ATTACH]


Uno scrigno pieno di ricchezze

Circondato da una serie di piccole catene montuose, è uno dei laghi più ricchi di biodiversità di tutta la Terra con 1.340 specie animali (la metà delle quali endemiche) e 570 specie di piante che vivono intorno e dentro di esso. L'isolamento geografico e l'età di questo lago - si pensa abbia intorno ai 25 milioni di anni - l'hanno reso uno dei luoghi più interessanti per lo studio dell'evoluzione delle specie acquatiche, tanto che c'è chi l'ha soprannominato "le Galápagos della Russia".

Bruno Morandi/Hemis/Corbis


[ATTACH=CONFIG]36941[/ATTACH]


Un tesoro per tutto il Pianeta

Per queste ragioni il lago si trova dal 1996 sotto la tutela dell'UNESCO come Patrimonio dell'Umanità. Fa inoltre parte delle Sette meraviglie della Russia, insieme ad altri gioielli come la Cattedrale di San Basilio e il monte Elbrus.

Data la mole d'acqua che contiene, il Baikal inizia a congelare relativamente tardi nell'inverno siberiano, tra la fine di dicembre e l'inizio di gennaio, e si fonde completamente altrettanto in ritardo, intorno a maggio.
Guarda anche le altre meraviglie del mondo viste da satellite

Photo via Baikal Nature


[ATTACH=CONFIG]36942[/ATTACH]


Spettacolo unico al mondo

Verso marzo, le differenze di temperatura e pressione tra una zona e l'altra del lago (dovute anche alle diverse profondità), insieme al calore del Sole e ai venti che sferzano la zona, causano la rottura della superficie di ghiaccio e la formazione di spunzoni turchesi rivolti verso il cielo, che attirano turisti e fotografi.

Photo via Jeffersons Opinion


[ATTACH=CONFIG]36943[/ATTACH]

Trasparente come vetro

Le acque del lago sono inoltre così limpide che quando non è coperto da neve, come in questo caso, guardando sotto alla superfice di ghiaccio si può arrivare a vedere sino a una profondità di 40 metri.

Photo by Mikki Fox, mikkifox@gmail.com


[ATTACH=CONFIG]36944[/ATTACH]

Scatti pericolosi

Avventurarsi sul ghiaccio per fotografarlo rimane comunque un'impresa riservata a pochi: oltre al pericolo derivante dallo scioglimento dei ghiacci, ci si mettono anche potenti raffiche di vento (quello che le popolazioni locali chiamano "sarma") che soffiano anche a 150 chilometri orari. Affrontare questo clima senza la giusta esperienza potrebbe portare alla morte per ipotermia.

James Morgan/Robert Harding World Imagery/Corbis


[ATTACH=CONFIG]36945[/ATTACH]

Tamburi affilati

I lastroni di ghiaccio attirano i visitatori anche per un'altra, curiosa peculiarità: se percossi suonano, con frequenze diverse a seconda delle dimensioni e dello spessore. E c'è chi - sfidando il gelo - si diverte a improvvisare concerti sulla sua superficie:


[ATTACH=CONFIG]36946[/ATTACH]

Climatizzatore naturale

La presenza del lago esercita una benefica azione mitigatrice sul clima della regione, solitamente caratterizzato da inverni molto duri e pesanti escursioni termiche. Grazie al Baikal la stagione fredda risulta meno dura e le estati più fresche e umide rispetto ad altre zone della Siberia.

Photo via Adventour


[ATTACH=CONFIG]36947[/ATTACH]

Abitanti nascosti

Le acque del lago sono molto ricche di ossigeno (75%) anche in profondità, mentre in molti laghi profondi nel mondo la vita scopare oltre i 300 metri, a causa dell'anossia. Questa caratteristica consente la sopravvivenza di specie come la nerpa, la foca del Baikal, che si trova in cima alla catena alimentare di questo ecosistema.

Bruno Morandi/Hemis/Corbis


[ATTACH=CONFIG]36948[/ATTACH]

Mare di ghiaccio

Le popolazioni cinesi chiamavano anticamente questo lago "il mare del nord", mentre agli Europei rimase semisconosciuto fino al XVII secolo; ora la bellezza di questa distesa di "aghi" ghiacciati è nota in tutto il mondo, e guardando le foto non è difficile capire il perché.

MORANDI Bruno/Hemis/Corbis
http://www.focus.it/ambiente/natura/i-cr...al_C9.aspx
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)