Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Giovanardi: "De Magistris è per i femminielli e Pisapia vuole la droga libera"
#1
Giovanardi: "De Magistris è per i femminielli
e Pisapia vuole la droga libera"



In un'intervista su Youtube, il sottosegretario alla famiglia a ruota libera sui candidati sindaci a Napoli e Milano. "Vogliono diritti per i gay, e chi non è omosessuale verrebbe discriminato. A Milano, si farebbero gli interessi della criminalità". Gasparri: "Potrebbero arrivare in giunta ex terroristi". L'Italia dei valori: "Solo calunnie"
Luigi De Magistris
ROMA - Tra percentuali in bilico e mancate indicazioni di voto, Carlo Giovanardi ha delle certezze. Intervistato da Klaus Davi, il sottosegretario alla famiglia del Pdl ha detto la sua sulle future politiche amministrative di De Magistris e Pisapia, dopo le eventuali vittorie ai ballottaggi. Su De Magistris in particolare, Giovanardi ha le idee chiare, soprattutto in tema di assistenza alle famiglie: "Non escludo affatto che nell'improbabilissima eventualità che diventasse sindaco, De Magistris favorirà femminielli, gay e trans riconosciuti attraverso registri che ne legittimino le unioni, e discriminerà sul piano dei servizi sociali le famiglie con figli", ha dichiarato il sottosegretario. Che prosegue: "L'ex magistrato ha detto chiaramente che per lui non ci sono unioni di serie A e di serie B e che è favorevole ai matrimoni omosex, e che li metterebbe sullo stesso piano delle famiglie riconosciute dalla Costituzione".

Ce n'è anche per Pisapia, al ballottaggio con Letizia Moratti a Milano: "Pisapia vuole liberalizzare cannabis e marijuana, ma così finirebbe con l'aumentare il giro d'affari della criminalità organizzata". Secondo Giovanardi, le politiche di Pisapia porterebbero molti giovani nel "tunnel della droga": "E chiaro che se i giovani si avvicinano alla droga e cadono nei meccanismi di dipendenza aumenta il numero delle persone che diventano vittime. Esattamente l' obiettivo della criminalità organizzata, far cadere i giovaninel tunnel della droga, perché si garantiscono clienti per i prossimi venti anni".

"Famiglie discriminate". Giovanardi sottolinea di non discriminare gli omosessuali, ma che i due candidati sindaci hanno un'idea della famiglia diversa dalla sua. "Non temo la loro politica filo gay. Io non sono anti gay. Ma va evidenziato che con Pisapia e De Magistris, il riconoscimento delle unioni gay porterebbe a conseguenze discriminatorie per centinaia di migliaia di famiglie di Napoli e Milano". Secondo Giovanardi, le priorità degli eventuali nuovi sindaci sarebbero insomma famiglie omosessuali e droghe leggere: "Con loro sindaci, le case e i servizi sociali dei comuni darebbero priorità a queste nuove forme di unioni e matrimoni gay, e non alle famiglie riconosciute dalla Carta. Per esempio cambierebbero i criteri nell'assegnazione delle case, e decine di migliaia di famiglie colpevoli di non essere gay finirebbero in fondo alle priorità degli amministratori".

Gasparri: "Potrebbero arrivare in giunta ex terroristi". Sempre intervistato da Klaus Davi, Maurizio Gasparri ha dichiarato: "Se diventerà sindaco, non escludo affatto che Pisapia possa nominare come assessori persone provenienti da ambienti estremisti e vicini ai centri sociali o ex appartenenti al terrorismo. Nel passato alcuni del partito di cui ha fatto parte Pisapia tentarono di nominare Susanna Ronconi, ex brigatista, consulente del ministro Ferrero. E' vero che si è trattato di persone uscite dal terrorismo però non mi pare sia stato dato un bell'esempio".

Idv: "Calunnie". Il portavoce dell'Italia dei valori Leolouca Orlando risponde a Giovanardi con una nota: "Da questo governo estremista continuano ad arrivare calunnie e insulti a De Magistris e Pisapia. Viene da chiedersi cosa abbia di cattolico Giovanardi quando, imitando la peggiore Santanchè, praticamente dà del trafficante di droga a Pisapia e del razzista a De Magistris". "Con questi pasdaran allo sbaraglio capeggiati dal premier, l'esecutivo Berlusconi dimostra di essere arrivato alla frutta e consegna la vittoria ai ballottaggi al centrosinistra che, invece, parla ai cittadini con programmi senza insultare e calunniare gli avversari politici".

No comment, Giovanardi lo trovo semplicemente ridicolo...
Cita messaggio
#2
Ma basta...non se ne può più di questa gente !!
Cita messaggio
#3
Pisapia ha detto che se diventera' sindaco, proporra' un 'patto per Milano': 'Io ragiono, cerco di dialogare, non uso l'insulto. Gli estremismi sono altrove'.

Non serve dire altro...
Cita messaggio
#4
Sarmatico Ha scritto:Pisapia ha detto che se diventera' sindaco, proporra' un 'patto per Milano': 'Io ragiono, cerco di dialogare, non uso l'insulto. Gli estremismi sono altrove'.

Non serve dire altro...

Sperando che rimanga su questa linea, io tifo per una sua vittoria...
Cita messaggio
#5
a me più che altro dà l'impressione che Giovanardi sia lievemente omofobo
Cita messaggio
#6
DomenicoG Ha scritto:a me più che altro dà l'impressione che Giovanardi sia lievemente omofobo

Se dobbiamo vedere quello pure Berlusconi è omofobo e intollerante...
Cita messaggio
#7
Stefano1994 Ha scritto:Se dobbiamo vedere quello pure Berlusconi è omofobo e intollerante...

Ti ricordi la sua affermazione sul caso Ruby.."Meglio appassionati di belle donne che gay"
cioè..un presidente del consiglio che dice questo?! ci rendiamo conto?! :facepalm::we: :varia:
Cita messaggio
#8
Stefano1994 Ha scritto:Se dobbiamo vedere quello pure Berlusconi è omofobo e intollerante...

Bindofobo, aggiungerei.
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)