Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Germania, il presidente si dimette
#1
Citazione:Il capo dello Stato lascia la carica dopo lo scandalo del prestito da imprenditore amico

Germania, il presidente si dimette Merkel cancella la visita a Roma
La Cancelliera avrebbe dovuto incontrare il premier Monti a Palazzo Chigi: viaggio annullato all'ultimo istante

MILANO - Il presidente tedesco Christian Wulff si dimette. E salta la visita di Angela Merkel a Roma. Prima che Wulff annunciasse di voler lasciare la carica, la Cancelliera ha annullato l'incontro con il premier Mario Monti, che avrebbe dovuto tenersi alle 12 a Palazzo Chigi, e quello con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

SCANDALO WULFF - Da metà dicembre il presidente della Repubblica tedesca è finito nel tritacarne mediatico per un prestito privato a tassi agevolati ricevuto dalla moglie di un uomo d'affari e per alcune vacanze pagate da ricchi amici, quando era ancora ministro-presidente della Bassa Sassonia, e per aver cercato di condizionare la stampa. Giovedì la procura di Hannover, nel nord della Germania, ha annunciato di aver chiesto l'annullamento dell'immunità per Wulff. «La Germania ha bisogno di un presidente che non ha solo il sostegno della maggioranza ma di una grande maggioranza di cittadini», ha spiegato Wulff a Bellevue annunciando le dimissioni.

«ERRORI MA IN BUONA FEDE» - «Ho fatto errori ma sono stato sempre in buona fede. Negli ultimi mesi ho subito una serie di pressioni, da cui io e mia moglie siamo stati feriti». Wulff ha voluto ringraziare comunque tutti, ma soprattutto la sua seconda e attuale moglie, «da sempre convinta di una Germania moderna e audace e che mi ha dato sempre un grandissimo sosstegno. E auguro al Paese - ha concluso - un futuro migliore in cui uomini e democrazia possano convivere al meglio».

«DISPIACERE E RISPETTO» - La Merkel ha preso atto con «dispiacere» e «rispetto» della decisione di Wulff di ritirarsi. «Wulff è della convinzione di essersi sempre comportato bene e nonostante tutto ha abbandonato sua carica perché non poteva più servire il popolo. Lo rispetto molto», ha detto la Cancelliera. «Sono convinta - ha aggiunto - che noi tutti dobbiamo ringraziare lui e la moglie per il loro impegno». La Merkel ha annunciato anche che «i partiti si riuniranno per trovare un accordo per un successore: vogliamo portare avanti i colloqui in maniera veloce per un accordo rapido sul prossimo presidente della repubblica», ha chiarito.

LA TELEFONATA - Prima che Wulff parlasse, la Cancelliera aveva chiamato Monti per annunciare di dover rinviare la visita per «ragioni di politica interna». Si è trattato, si apprende, di una telefonata cordiale, durante la quale la Merkel ha assicurato di voler venire in Italia al più presto.

Redazione Online 17 febbraio 2012 | 11:52 RIPRODUZIONE RISERVATA

Germania, il presidente si dimette Merkel cancella la visita a Roma - Corriere.it

Altri mondi, nulla da dire...
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
Cita messaggio
#2
Com'è giusto che sia..qui invece pretendono pure di avere ragione :facepalm:
Inverno 2011/2012 accumuli: Tot. 9cm

Inverno 2012/2013 accumuli: Tot. 36,5cm

Inverno 2013/2014 : anno senza inverno

Inverno 2014/2015 accumuli : Tot. 6cm


Stazione Meteorologica di Thiene. (150 m.s.l.m.)

http://www.avmeteo.it/

[Immagine: cam.jpg]
Cita messaggio
#3
Liviustu Ha scritto:Com'è giusto che sia..qui invece pretendono pure di avere ragione :facepalm:

Un finanziamento a tasso agevolato da un imprenditore amico e qualche notte di vacanza pagata da altri sono costati la poltrona al capo dello Stato della locomotiva economica europea.

Rendiamoci conto :lolA:

Se questo è uno scandalo allora gli affari loschi in cui sono invischiati i politici italiani sono dei crimini contro l'umanità :lolB;

tanto per rinfrescare la memoria: evasione fiscale, corruzione data e ricevuta, favoreggiamento della prostituzione, traffico di droga, concussione...
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
Cita messaggio
#4
mesociclone Ha scritto:Un finanziamento a tasso agevolato da un imprenditore amico e qualche notte di vacanza pagata da altri sono costati la poltrona al capo dello Stato della locomotiva economica europea.

Rendiamoci conto :lolA:

Se questo è uno scandalo allora gli affari loschi in cui sono invischiati i politici italiani sono dei crimini contro l'umanità :lolB;

tanto per rinfrescare la memoria: evasione fiscale, corruzione data e ricevuta, favoreggiamento della prostituzione, traffico di droga, concussione...

Ma Meso tu ti scandalizzi?io ormai non più.Evasione fiscale,corruzione,favoreggiamento di qualsiasi tipo,traffico di droga,concussione,banca rotta fraudolenta,falso in bilancio "Loro" lo possono fare perché hanno potere e in quanto tale credono di essere il Dio in terra.Invece per un semplice cittadino anche una innocua canna costa davvero caro,economicamente per di più.Se "Loro" favoriscono la prosituzione possono farlo,perché sono cavoli loro come molti ignoranti Italiani asseriscono,ma se un cittadino normale va con una prostituta si becca pure una multazza salata.Ma che parliamo a fare?In sto benedetto paese le cose non cambieranno mai e poi mai.Mettetevelo nella zucca.
Inverno 2011/2012 accumuli: Tot. 9cm

Inverno 2012/2013 accumuli: Tot. 36,5cm

Inverno 2013/2014 : anno senza inverno

Inverno 2014/2015 accumuli : Tot. 6cm


Stazione Meteorologica di Thiene. (150 m.s.l.m.)

http://www.avmeteo.it/

[Immagine: cam.jpg]
Cita messaggio
#5
Ticinonline - Svizzera/Estero - Straordinaria normalità tedesca
BERLINO - A volte basta una frase controversa, oppure l'aver copiato parti di una tesi di dottorato. Non accade sempre, ma in Germania spesso non serve nemmeno essere indagati dalla magistratura per sentirsi in dovere di rassegnare le dimissioni.

Prima dell'ormai ex presidente Christian Wulff - che ha lasciato in seguito alle indagini della procura di Hannover per una serie di vicende opache che lo riguardano - era capitato al suo predecessore, Horst Koehler (2004-2010), di rinunciare all'incarico. Era bastata un'uscita contestata a proposito della difesa della democrazia sulle montagne dell'Hindu Kush, in Afghanistan, a farlo decidere per le dimissioni. Qualcuno allora aveva detto che il presidente fosse deluso per una carica dall'autorità limitata. Altri ventilarono ragioni differenti. Ma Koehler fece intendere che quelle dimissioni, che non aveva chiesto quasi nessuno, erano la conseguenza della messa in discussione della sua autorità morale.

Ma anche al di fuori della 'discendenza' dei presidenti c'è una non breve lista di politici che hanno scelto di fare un passo indietro dopo averne fatto uno falso. L'ultimo è il famigerato 'ministro copione' Karl-Theodor zu Guttenberg. Da poco nominato ministro della Difesa, l'astro nascente del centrodestra era stato scoperto ad aver copiato ampie parti della sua tesi di dottorato. Bersagliato impietosamente dalla stampa e dal popolo della rete, zu Guttenberg aveva lasciato l'incarico per poi ritirarsi in 'esilio' negli Stati Uniti.

Tornando indietro nella storia ad altri episodi celebri, non si può certo mancare di ricordare le dimissioni - da molti ritenute una reazione esagerata - dell'allora cancelliere socialdemocratico Willy Brandt. Nel 1974 Brandt lasciò l'incarico in seguito alla scoperta che uno dei suoi più stretti collaboratori, Guenter Guillaume, era un informatore della Repubblica democratica (Ddr).

Eppure non tutti i politici tedeschi sono così 'sensibili': proprio il predecessore di Koehler, Johannes Rau (1999-'04), era finito al centro di uno scandalo che ricorda la vicenda Wulff. L'ex presidente, morto nel 2006, era stato accusato di essersi fatto pagare alcuni voli e una festa di compleanno da 150mila marchi dalla banca WestLb. Rau fornì spiegazioni, che non convinsero tutti, e rimase al suo posto. Proprio come fece un altro presidente, Karl Carsten (1979-'84), finito al centro di una bufera quando si era venuto a sapere dei suoi trascorsi nel partito nazista e nelle Sa. Carsten restò al suo posto. Anche nella memoria dei tedeschi.
Cita messaggio
#6
Chapeau...
"La Sardegna. Questa terra non somiglia a nessun altro luogo"D.H. Lawrence

"QUI VIGE L'UGUAGLIANZA: NON CONTA UN CAZZO NESSUNO!" cit.

"Quando l'ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa un dovere"
Bertolt Brecht
Cita messaggio
#7
mmm... L'esempio è come tante altre volte devastante per la nostra "classe politica"...

Però queste dimissioni giusto in tempo per non far venire Angelona in Italia... Bisognerebbe avere più elementi, la partita politico/economica che si sta giocando in Europa è di dimensioni epocali nel senso letterale della parola...
"Il governissimo come è stato fatto in Germania qui non è attuabile." (Enrico Letta, 8 aprile 2013). :buah:

La mia stazioncina meteo online (versione "quasi" definitiva)... Smile
http://rieticentrometeo.altervista.org

Terminillo.ORG Smile
----------
[SIGPIC][/SIGPIC]
Cita messaggio
#8
mesociclone Ha scritto:Un finanziamento a tasso agevolato da un imprenditore amico e qualche notte di vacanza pagata da altri sono costati la poltrona al capo dello Stato della locomotiva economica europea.

Rendiamoci conto :lolA:

Se questo è uno scandalo allora gli affari loschi in cui sono invischiati i politici italiani sono dei crimini contro l'umanità :lolB;

tanto per rinfrescare la memoria: evasione fiscale, corruzione data e ricevuta, favoreggiamento della prostituzione, traffico di droga, concussione...

Mondi paralleli, appunto. E non dovrebbe stupire che l'Europa stia esplodendo, avendo unito realtà così diverse senza unificare i governi.
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
Cita messaggio
#9
Germania, la Merkel dice sì a Gauck
Via libera alla candidatura alla presidenza della Repubblica dell'attivista dei diritti umani sostenuto dalla Spd


Germania, la Merkel dice sì a Gauck - Corriere.it
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)