Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
...E' iniziato Servizio Pubblico
#1
...bella puntata su la mafia:occhio:
Cita messaggio
#2
Non l'ho mai visto...ma credo sia uno dei pochi programmi VERI di questa TV spazzatura oramai...
NEVE 2012/2013

Metà dicembre circa 1 cm
19-20/01 - 6 cm
11/02 - 9 cm
22/02 - 3 cm
24/02 - 4 cm
17-18/03 - 10 cm

TOTALE 33 cm

www.ibikeit.org
Cita messaggio
#3
Puntata finora interessantissima sull'attentato a Borsellino e la trattativa tra stato e mafia, raccomandatissima. Ospiti d'eccezione, molti come il ministro della giustizia di allora Martelli hanno avuto un ruolo di osservatore privilegiato di quegli avvenimenti.
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
Cita messaggio
#4
Non so... quando vedo una trasmissione sulla mafia provo solo un senso di rabbia impotente, poi mi vengono in mente Andreotti, Mangano, Dell'Utri, Iacoviello e Berlusconi, e finisco per leggere qualche forum su Internet...
"Il governissimo come è stato fatto in Germania qui non è attuabile." (Enrico Letta, 8 aprile 2013). :buah:

La mia stazioncina meteo online (versione "quasi" definitiva)... Smile
http://rieticentrometeo.altervista.org

Terminillo.ORG Smile
----------
[SIGPIC][/SIGPIC]
Cita messaggio
#5
Gennaio1985 Ha scritto:Non so... quando vedo una trasmissione sulla mafia provo solo un senso di rabbia impotente, poi mi vengono in mente Andreotti, Mangano, Dell'Utri, Iacoviello e Berlusconi, e finisco per leggere qualche forum su Internet...
Idem Marco...ma anche il caro Peppino,e allora mi rimetto a guardare...
[Immagine: scaled.php?server=713&filename=215524101...res=medium]

Studiate molto per padroneggiare la tecnica, che permette di dominare la natura.
Ricordatevi che è la Rivoluzione a essere importante e che ciascuno di noi, preso isolatamente, non vale nulla.
Soprattutto, nel più profondo di voi stessi, siate capaci di sentire ogni ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo. È la più bella qualità del rivoluzionario.
Cita messaggio
#6
Gennaio1985 Ha scritto:Non so... quando vedo una trasmissione sulla mafia provo solo un senso di rabbia impotente, poi mi vengono in mente Andreotti, Mangano, Dell'Utri, Iacoviello e Berlusconi, e finisco per leggere qualche forum su Internet...

effettivamente mi sta salendo una rabbia... così come mi sta emozionando tantissimo sentire il fratello di Borsellino pensando a quello che ha dovuto subire. Poi però penso anche che se ciò che stanno dicendo ora in trasmissione fosse stato detto in modo martellante dai TG negli ultimi anni, ci saremmo risparmiati parecchi anni bui.

Ma ti raccomando di riguardarti l'intervista appena conclusa al figlio di Provenzano... mi ha dato i brividi.. vedere come sceglieva e soppesava ogni parola, come sia riuscito a non prendere posizione sulla mafia senza però mai andare contro lo stato anzi appoggiandolo formalmente, addirittura lanciare una minaccia (violenza chiama violenza... vogliamo accanirci) cui il mio orecchio poco allenato non aveva nemmeno fatto caso (a differenza di ingroia e martelli che l'hanno subito rilevata)... ti fa capire quanto difficile e complicato sia scardinare quel mondo, che si permette addirittura di mostrarsi alla luce del sole.
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
Cita messaggio
#7
Da brividi l'intervista di Provenzano Junior, l'arroganza che viene dalla "normalità"... ancora più rabbia per noi che possiamo ben poco, circondati da stallieri e magistrati "scrupolosi"...
"Il governissimo come è stato fatto in Germania qui non è attuabile." (Enrico Letta, 8 aprile 2013). :buah:

La mia stazioncina meteo online (versione "quasi" definitiva)... Smile
http://rieticentrometeo.altervista.org

Terminillo.ORG Smile
----------
[SIGPIC][/SIGPIC]
Cita messaggio
#8
Ieri me la sono persa....accidenti Sad

Abbiamo oggi una mafia più civile e una società più mafiosa. Una mafia sempre più in giacca e cravatta e una società che cambiandosi abito troppe volte al giorno sceglie il travestimento. Insomma, abbiamo interi pezzi di società che hanno ormai introiettato i modelli comportamentali dei mafiosi. E lo si vede in tutti i campi. (Antonio Ingroia)

Ho avuto la fortuna di conoscere personalmente nel febbraio 2011 Salvatore Borsellino ed il giudice Antonio Ingroia e porto con me un ricordo indelebile.
Sarò sempre, nel io piccolo, al loro fianco.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)