Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Domanda sugli ormai famigerati e desiderati minimi
#1
Buonasera ragazzi,
avevo una domanda da porre: vedendo alcune carte da Meteociel, vedo che alcuni minimi sono caratterizzati da pressione anche maggiore di 1013 hPA, pressione standard al livello del mare (sempre se non erro): quindi, come fanno ad essere dei minimi se la pressione è maggiore di quella standard? per caratterizzare un minimo, conta anche le pressioni delle isobare vicine?
Ultima domanda: in carte come questa: Meteociel - Modle Numrique ECMWF CEP i colori indicano le temperature, giusto? ma allora la legenda sotto che dice? Per esempio il blu scuro = 520; che cosè questo indice e cosa indica?
Ultimissima cosa: cosa determina il movimento di un minimo? di solito ci sono dei minimi "standard" stagionali che si muovo seconso rotte "standard"?
Grazie a tutti per la pazienza e le risposte!
Il mio channel di youtube: http://www.youtube.com/user/Giallo231996?feature=mhee Accorrete nuomerosi!!!!

Le mie foto su flickr: http://www.flickr.com/photos/nico_martello/ spero vi piacciano!!! [Immagine: smile1.gif]
Cita messaggio
#2
Il Giallo Ha scritto:Buonasera ragazzi,
avevo una domanda da porre: vedendo alcune carte da Meteociel, vedo che alcuni minimi sono caratterizzati da pressione anche maggiore di 1013 hPA, pressione standard al livello del mare (sempre se non erro): quindi, come fanno ad essere dei minimi se la pressione è maggiore di quella standard? per caratterizzare un minimo, conta anche le pressioni delle isobare vicine?
Ultima domanda: in carte come questa: Meteociel - Modle Numrique ECMWF CEP i colori indicano le temperature, giusto? ma allora la legenda sotto che dice? Per esempio il blu scuro = 520; che cosè questo indice e cosa indica?
Ultimissima cosa: cosa determina il movimento di un minimo? di solito ci sono dei minimi "standard" stagionali che si muovo seconso rotte "standard"?
Grazie a tutti per la pazienza e le risposte!

Sul minimo domanda interessante, non mi sono mai posto il problema, di base se il minimo é profondo conta poco la pressione minima che raggiunge, fa maltempo lo stesso. Può esserci anche un minimo di 1025 sufficientemente forte per originare maltempo se si trova attorniato da pressione molto alta.

La seconda domanda, in pratica sono i dam = decametri, indica l'altezza alla quale viene rilevata una pressione di 500hPa. È una sorta di misurazione della pressione in quota. 500 dam = 5000 metri, indica che a 5000 metri abbiamo una pressione di 500hPa, più bassi sono i dam e più bassa é la pressione in quota. Questo é legato anche all'aria fredda, infatti se in quota abbiamo aria fredda ciò significa che tendenzialmente in quota la pressione é bassa.
Cita messaggio
#3
Ok, capito, ma quindi ad esempio 520 dam= 5200 metri?
E invece c'è un valore "standard" dei dam a 500hPa, come il 1013 per il sea level, o è troppo variabile per definire uno standard?
Il mio channel di youtube: http://www.youtube.com/user/Giallo231996?feature=mhee Accorrete nuomerosi!!!!

Le mie foto su flickr: http://www.flickr.com/photos/nico_martello/ spero vi piacciano!!! [Immagine: smile1.gif]
Cita messaggio
#4
Il Giallo Ha scritto:Ok, capito, ma quindi ad esempio 520 dam= 5200 metri?
E invece c'è un valore "standard" dei dam a 500hPa, come il 1013 per il sea level, o è troppo variabile per definire uno standard?
sì, giusto
non saprei, non mi sono mai posto la domanda. Sapere i valori standard non serve per capire da una carta che tempo che fa.
Cita messaggio
#5
I dam misurano l'altezza del geopotenziale in decametri (dam per l'appunto). Il geopotenziale è il lavoro che occorre per poter vincere la forza di gravità e spostare verso l'alto, ad una determinata altezza, una massa unitaria d'aria. L' altezza geopotenziale si ottiene dal rapporto tra geopotenziale e forza di gravità media al livello del mare.
Sono concetti non semplici da comprendere in prima analisi, ma per farla breve, l'altezza del geopotenziale serve per trovare come sono posizionate in quota le aree di alta pressione e di bassa pressione.
L'altra utilità sta nell'individuare ila direzione delle masse d'aria in quota, che in questo caso, a differenza della pressione al suolo, seguono le linee dei geopotenziali e il "tipo di massa" ovvero se si tratta di una massa piuttosto fredda o calda. Infatti, un geopotenziale alto, oltre ad indicare alta pressione, indica anche una massa calda, mentre un geopotenziale basso, indica aria più fredda.

Per quanto riguarda la pressione ti ha spiegato bene Mattiab
"La Sardegna. Questa terra non somiglia a nessun altro luogo"D.H. Lawrence

"QUI VIGE L'UGUAGLIANZA: NON CONTA UN CAZZO NESSUNO!" cit.

"Quando l'ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa un dovere"
Bertolt Brecht
Cita messaggio
#6
Ok, penso di aver più o meno capito, grazie per le risposte!
Il mio channel di youtube: http://www.youtube.com/user/Giallo231996?feature=mhee Accorrete nuomerosi!!!!

Le mie foto su flickr: http://www.flickr.com/photos/nico_martello/ spero vi piacciano!!! [Immagine: smile1.gif]
Cita messaggio
#7
Il Giallo Ha scritto:Ok, capito, ma quindi ad esempio 520 dam= 5200 metri?
E invece c'è un valore "standard" dei dam a 500hPa, come il 1013 per il sea level, o è troppo variabile per definire uno standard?


L'equivalente dei 1013 hPa a livello del suolo, a 500 hPa sono i 552 dam, che infatti per esempio su wetterzentrale sono indicati con una linea nera (quella che delimita la zona verde da quella gialla).

[Immagine: xKd2R.gif]

Tuttavia, anche qui, è solo un valore di riferimento, quindi possono esserci gocce fredde con geopotenziali superiori a quei 552dam, se circondati da zone con geopotenziali superiori (come accade generalmente in estate o a basse latitudini):


Goccia centrata su Gran Bretagna:
[Immagine: rtavn1801.png]



O, con potenziali ancora più elevati, la goccia che puoi osservare al largo di Terranova in questa mappa

[Immagine: recm2161e.gif]


Come ti hanno già spiegato, una goccia fredda in quota indica la presenza di aria più fredda alle quote alte. Se la goccia è abbastanza profonda, può indurre una circolazione ciclonica anche al suolo, con la formazione di una vera e propria depressione ben strutturata sia in quota che al suolo e la formazione di un fronte caldo nella parte anteriore, seguito da un fronte freddo.

[Immagine: agburt10_01a.jpg]

[Immagine: agburt10_01b.jpg]

[Immagine: agburt10_01c.jpg]


[Immagine: agburt10_02.jpg]


[Immagine: agburt10_01d.jpg]




Altrimenti, come succede spesso in estate, è "solo" portatrice di instabilità, ma senza generare veri e propri fronti: ovvero l'aria fredda in quota si sovrappone ad una massa di aria caldo ed umida al suolo, innescando temporali, violenti o meno a seconda del gradiente termico tra superficie e quota (ed altri fattori).

Nel web trovi parecchi articoli divulgativi, su questo ed altri argomenti di base, possono essere una buona base per iniziare ad approfondire... poi eventuali dubbi li chiedi qui. :wink:

Leggere le carte dei modelli (Parte V): le carte a 500 hPa - MeteoGiornale.it
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
Cita messaggio
#8
Ottima spiegazione, grazie!!!
Il mio channel di youtube: http://www.youtube.com/user/Giallo231996?feature=mhee Accorrete nuomerosi!!!!

Le mie foto su flickr: http://www.flickr.com/photos/nico_martello/ spero vi piacciano!!! [Immagine: smile1.gif]
Cita messaggio
#9
Ecco, quello di questi giorni è un esempio di un minimo con pressione abbastanza alta (1020hpa):

[Immagine: DvK9Z.png]
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)