Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Dal 9 dicembre l'Italia si ferma
#1
In molti siti e su Facebook girano queste notizie,voi cosa ne pensate.....[ATTACHMENT NOT FOUND]
IL 9 DICEMBRE L'ITALIA SI FERMA. APPUNTAMENTO ALLE 8:00 A DE FERRARI - Liguria Notizie
Sciopero generale 9 dicembre 2013: l’Italia si ferma? Ecco di cosa si tratta - Attualità - Investireoggi.it
[video=youtube;RDxTvJnaIbk]http://www.youtube.com/watch?v=RDxTvJnaIbk[/video]
Cita messaggio
#2
Una volta uno sciopero nazionale era:
A :una cosa seria
B:lo organizzava qualcuno di rappresentativo.
[Immagine: 1523773_10151975495315765_744383259_o.jpg]
Cita messaggio
#3
si ma se quelli rappresentativi oggi sono pane e ciccia con quelli del governo bisogna fare da soli,di serio c'e' rimasto una cosa sola,fuci.. e pist...
Cita messaggio
#4
buona iniziativa anche se ci vorrebbe ben altro....
Cita messaggio
#5
Non so, a prima vista sembra un'idea valida, ma c'è qualcosa che non mi convince...
"Il governissimo come è stato fatto in Germania qui non è attuabile." (Enrico Letta, 8 aprile 2013). :buah:

La mia stazioncina meteo online (versione "quasi" definitiva)... Smile
http://rieticentrometeo.altervista.org

Terminillo.ORG Smile
----------
[SIGPIC][/SIGPIC]
Cita messaggio
#6
Invece di fermarsi l'Italia dovrebbe DESTARSI.
Cita messaggio
#7
In Italia c'è poca voglia di scendere in piazza perché non c'è ancora molta povertà
Lo si capisce da un fatto: chi è povero si sente emarginato, cosa che non potrebbe mai accadere in un paese povero.
Io con la mia situazione enomica pessima mi sento sempre emarginato e diverso perché in tutti questi anni non ho mai trovato amicizie che vivessero quello che vivo io: tutti benestanti, tutti a organizzare compleanni da migliaia di euro, vacanza, televisori enormi, moto e macchine.
I miei cuginetti sono gli unici della classe a non avere un tenore di vita fatto di all stars, jeans richmond, felpe D&G e iphone di ultima generazione.

Poi basta vedere le cittadine di provincia, oltre il centro storico e qualche condominio sono tutte ville, villette, magioni con piscine, viali alberati, giardini inglesi. Perfino a Foggia, mia città d'origine, fatico a vedere gente veramente messa male. Ristoranti sempre pieni, prediciottesimi e feste dei 18 anni da migliaia di euro, sfilate di moda al corso che se non metti lo stessi vestito due domeniche di seguito ti sputano in faccia, aquapark e locali pieni d'estate, macchinoni ovunque. Chi è povero lo è per situazioni estreme di vita di strada e criminalità e quindi non scenderebbe mai in piazza, piuttosto si nasconde.

Io penso che in Italia chi sta male sta veramente male e non ha più niente, ma è comunque una minoranza perché vuoi per una cultura di imprenditoria selvaggia che ha arricchito mezzo paese anche chi non era competente per quei lavori, di risparmio bancario e di case di proprietà (spesso passate ai figli che possono mettere su famiglia senza mutui e affitti) e aggiungendoci che molti dei poveracci scapparono 50 anni fa e molti altri sono fuggiti in questi ultimi anni, l'Italia è un paese di altolocati snob dove la socializzazione avviene solo tramite il denaro e luoghi dove gira il denaro e dove gli indigenti sono fatti sentire come una macchia da ignorare o cacciare dal bel paese.
Cita messaggio
#8
Jared Ha scritto:In Italia c'è poca voglia di scendere in piazza perché non c'è ancora molta povertà
Lo si capisce da un fatto: chi è povero si sente emarginato, cosa che non potrebbe mai accadere in un paese povero.
Io con la mia situazione enomica pessima mi sento sempre emarginato e diverso perché in tutti questi anni non ho mai trovato amicizie che vivessero quello che vivo io: tutti benestanti, tutti a organizzare compleanni da migliaia di euro, vacanza, televisori enormi, moto e macchine.
I miei cuginetti sono gli unici della classe a non avere un tenore di vita fatto di all stars, jeans richmond, felpe D&G e iphone di ultima generazione.

Poi basta vedere le cittadine di provincia, oltre il centro storico e qualche condominio sono tutte ville, villette, magioni con piscine, viali alberati, giardini inglesi. Perfino a Foggia, mia città d'origine, fatico a vedere gente veramente messa male. Ristoranti sempre pieni, prediciottesimi e feste dei 18 anni da migliaia di euro, sfilate di moda al corso che se non metti lo stessi vestito due domeniche di seguito ti sputano in faccia, aquapark e locali pieni d'estate, macchinoni ovunque. Chi è povero lo è per situazioni estreme di vita di strada e criminalità e quindi non scenderebbe mai in piazza, piuttosto si nasconde.

Io penso che in Italia chi sta male sta veramente male e non ha più niente, ma è comunque una minoranza perché vuoi per una cultura di imprenditoria selvaggia che ha arricchito mezzo paese anche chi non era competente per quei lavori, di risparmio bancario e di case di proprietà (spesso passate ai figli che possono mettere su famiglia senza mutui e affitti) e aggiungendoci che molti dei poveracci scapparono 50 anni fa e molti altri sono fuggiti in questi ultimi anni, l'Italia è un paese di altolocati snob dove la socializzazione avviene solo tramite il denaro e luoghi dove gira il denaro e dove gli indigenti sono fatti sentire come una macchia da ignorare o cacciare dal bel paese.
Sento molta amarezza in quello che dici, e ti capisco, ma ti posso assicurare che in questo paese non è tutto oro quello che luccica, e chi se la passa male sono moltissimi, e ogni giorno aumentano sempre di più. Non voglio dare ragione a Berlusconi quando diceva che in Italia si sta bene perchè i ristoranti sono pieni. Sono pieni dei soliti, di quella gente che ha sempre potuto beneficiare di un certo tenore di vita, e che ora, con la crisi, si sono ridimensionati, ma si possono sempre permettere il "di più", a differenza di chi prima stentava ed ora è costretto alla fame. Fidati,di questo passo l'indigenza aumenterà sempre di più, e anche chi, un tempo si poteva concedere qualche "stravizio" dovrà fare diversi buchi in più alla cinghia, e ..... tirarla. :mad:
Cita messaggio
#9
Sciopero autotrasporti 8-9-13 Dicembre 2013 si farà con Movimento dei Forconi. Molte sigle trasporti aderenti pur dopo smentite
Sciopero autotrasporti 8-9-13 Dicembre 2013 si far con Movimento dei Forconi. Molte sigle trasporti aderenti pur dopo smentite
Cita messaggio
#10
Giustissimo ,,,,, bisogna muoversi da soli i sindacati ormai non esistono piu...... sono politici avanzati dei partiti..... posti la per aggiustare le loro malefatte,,,,, bisogna reagire e questo e' l'unico modo possibile,ed e quello che loro non vorrebbero ..... infatti cercano di non farlo sapere a nessuno ,sentito niente sui media? Tg giornali ,,,,?ma sottovalutano la rete ,,,,,,, quindi facciamo tutti quello che possiamo .........
[SIGPIC][/SIGPIC]
Contro un fatto non c'è argomento che tenga.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)