Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Compagni di Scuola lo picchiano. Sua Madre mette Foto su Facebook.
#1
Un intero anno scolastico trascorso a incassare calci e pugni dai bulli. Una gamba rotta e svariati lividi a provare i maltrattamenti subiti. Un 14enne di Mandello del Lario (Lecco) ha trovato il coraggio di raccontare alla madre quanto accadeva a scuola. E lei non solo ha chiesto all'istituto di prendere provvedimenti, minacciando di denunciare i colpevoli, ma ha anche postato su Facebook le foto che mostrano le vessazioni subite dal figlio.

Lecco, i bulli picchiano suo figlio Mamma mette le foto su Facebook
"Negli ultimi mesi era chiuso e taciturno. C'era stato anche un peggioramento del rendimento scolastico - racconta la madre del ragazzo al quotidiano Il Giorno -. Pensavamo fosse un periodo legato all'età. Poi mi ha raccontato tutto quello che stava accadendo".

La scuola media prenderà provvedimenti nei confronti dei colpevoli. La madre della vittima, al momento, ha deciso di non sporgere denuncia: "Non vogliamo rovinare la vita di nessuno ma solo proteggere nostro figlio. Se questa cosa si chiude con adeguati provvedimenti da parte della scuola non chiederemo l'intervento delle forze dell'ordine".

A convincere il 14enne a vuotare il sacco raccontando alla mamma le umiliazioni subite nei mesi precedenti è stato l'ultimo episodio: i suoi compagni lo hanno chiuso in una doccia e gli hanno gettato litri d'acqua addosso. In precedenza lo avevano più volte picchiato con calci e pugni, tanto da causargli tanti lividi, fotografati dalla madre e postati sul social network, e persino lo spostamento della tibia.

"Non vogliamo trasformarci da vittime in carnefici, non vogliamo che i ragazzi finiscano davanti al Tribunale dei Minori. Ma vogliamo che le istituzioni scolastiche prendano provvedimenti affinché cose del genere non abbiano a ripetersi", conclude la mamma dello studente.

Il preside: "Fatto grave, stiamo prendendo provvedimenti" - Intervistato da lecconotizie.com, il preside della scuola media di Mandello, Renato Cazzaniga, ha assicurato il massimo impegno per arginare la piaga del bullismo: "Stiamo già prendendo dei provvedimenti nei confronti dei responsabili di queste azioni. Interverremo sui singoli, ma anche sull’intera classe in termini educativi. Sono fatti spiacevoli, che non dovrebbero accadere".






http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/l...5152.shtml
Osservatorio Meteorologico Professionale di Basilicanova (Parma) .



http://www.temp.digiteco.com/default.asp...&view=Real
Cita messaggio
#2
Fosse per me riserverei lo stesso trattamento con gli interessi ai responsabili. Che brutta storia, e purtroppo non è certo l'unica.... Sad
Luca C.
Cita messaggio
#3
Condivido quello che ha detto la Mamma del Ragazzo, che non bisogna passare da vittime a carnefici. Le Istituzioni e i Genitori devono fare di più. Non è possibile arrivare a tanta cattiveria! Ci vuole più Educazione! Ci vogliono delle pene adeguate!
Osservatorio Meteorologico Professionale di Basilicanova (Parma) .



http://www.temp.digiteco.com/default.asp...&view=Real
Cita messaggio
#4
Blizzard Ha scritto:Condivido quello che ha detto la Mamma del Ragazzo, che non bisogna passare da vittime a carnefici. Le Istituzioni e i Genitori devono fare di più. Non è possibile arrivare a tanta cattiveria! Ci vuole più Educazione! Ci vogliono delle pene adeguate!

Quello sì, spero solo in una pena adeguata. Il problema è che in Italia non c'è, o comunque non viene applicata. La cosa migliore, come condanna (secondo me) sarebbero un bel pò di ore di servizi sociali per questi casi qui.
Luca C.
Cita messaggio
#5
thunder95 Ha scritto:Quello sì, spero solo in una pena adeguata. Il problema è che in Italia non c'è, o comunque non viene applicata. La cosa migliore, come condanna (secondo me) sarebbero un bel pò di ore di servizi sociali per questi casi qui.
Condivido. Forse le pene ci sono, ma il problema è che non vengono applicate. In troppi casi non vengono applicate, o comunque vengono applicata malamente.
Ma prima bisognerebbe Educare questi Ragazzi. Le Famiglie in Primis, ma che non devono essere lasciate sole dalla Scuola.
Osservatorio Meteorologico Professionale di Basilicanova (Parma) .



http://www.temp.digiteco.com/default.asp...&view=Real
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)