Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Come si leggono le cartine Meteorologiche: Breve Sintesi
#1
Mi è stato chiesto da un utente, ma credo serva a molto nuovi iscritti, di aprire un post dove si spiega come leggere le cartine. Cerchero', questa sera, di spiegare le piu' significative, poi magari i prossimi giorni ne commentero' altri.
Tutti possono intervenire per domande e delucidazioni, o per correggere magari miei errori.

Cio' che spiego qui' di seguito è una spiegazione molto semplice e basilare, per tutti.


Definiamo subito i modelli. I modelli Meteorologici, non sono altro che una serie di calcoli scientifici e orografici, algoritmici ed equazioni i quali vengono graficati, ovvero vengono espressi sotto forma di "disegno". Questi modelli si dividono in GM ( Global Model ) è sono i modelli tipo ECMWF, GFS, UKMO ecc.. ed hanno una griglia di risoluzione molto grande, che varia dai 250 Km x 250Km a 50Km x 50Km. La griglia definisce la risoluzione del modello e ne definisce quindi la precisione. I vari modelli GM differiscono tra loro per il tipo di dati, equazioni utilizzate ed orografia, ovvero la risoluzione geografica che ha del territorio in esame. La stessa cosa vale per il LAM ( Limated Area Model ) i quali non sono altro che modelli meteorologici per aree limitate, i quali hanno formule molto piu' pricise per un determinato territorio, in oltre hanno un griglia risolutiva molto precisa, addirittura 1Km x 1Km, in alcuni casi anche meno.
Solitamente la griglia, ovvero l'area di risoluzione del modello, viene espresso in gradi, poichè vengono presi in considerazione i meridiani ed i paralleli della terra.

Carta a 500hPa


[Immagine: rtavn001jm5.png]


In questa carta vengono rappresentate le temperature ( linee grige) a 500hPa, piu' o meno 5500 metri.
I "colori" sono i geopotenziali espressi in DAM. La Scala DAM è una scala che rappresenta la pressione a 5500metri e viene espressa al centesimo, essa non è altro che una semplificazione dell'hPa (ettoPascal). Ad esempio se prendiamo la 552DAM, la quale viene presa come punto di riferimento nella scala principale corrispondera' a 5520hPa.
Le linne bianche, rappresentano la pressione al suolo e vengono definite isobare ( isos = uguale baros = pressione [ se non erro, non ho studiato ne latino ne greco ] ) questo significa stessa pressione. Questa cartina è a risoluzione Europea, quindi le isobare mantengono una scala di 5Hpa, per evitare problemi di sovrapposizione.



Carta a 850hPa

[Immagine: rtavn002hk2.png]


In questa carta, vengono riportate le temperature a 850hPa, circa 1496 metri. Le linee nere, ti aiutano nella visione delle temperature, ma ovviamente essendo un modello a scala ampia, non sono precise, un po' come tutte le varia carte ( le carte vengono definiti anche plot grafici ).
Le linee bianche rappresentano la pressione a quella determinata quota, e viene preso come punto di riferimento, per l'appunto 149DAM. La questione è la stessadei 552DAM.




Carta delle precipitazioni


[Immagine: rtavn124lc0.png]

Questa carta, rappresenta le precipitazioni con la scala affianco. Piu' il colore si fa scuro e piu' le rpecipitazioni sono intense. Le precipitazioni sono espresse in mm. I puntini arancioni, rappresentano le rpecipitazioni convettive, ovvero dovute per lo piu' a contrasti di masse d'aria diverse a temeprature diverse ( detto in parole povere )


Carta dei venti.

[Immagine: rtavn129rk0.png]

La speigazione vale per tutte le carte dei venti a tutte le quote. A fianco trovi una scala che viene espressa in nodi ( kt in tedesco ) ma la velocita' puo' anche essere espressa in Km/h o m/s. La scala va da 0 colore blu, a viola, ovvero vento molto forte. Come gia' ho detto, le carte che spiego, valgono per tutti i modelli, solo che cambiano i colori o la risoluzione.
Le freccie bianche, rappresentano la direzione del vento e l'intensita' a seconda delle "lineette" orizzontali che possiede.


Carta Cape e Lifted Index

[Immagine: rtavn1211kd3.png]

Questa carta rappresenta i CAPE, ovvero i Joule ( J) su chilogrammo ( Kg ) il quale esprime un'energia. Essa ci permette di capire, a secondo dell suo numero, dove potranno esserci fenomeni forti, violenti , temporali o grandine.


Carta delle correnti a getto

[Immagine: rtavn1214fd5.png]

le correnti a getto, non sono altro che i venti a 200hPa, 300hPa e 500hPa, ovvero, partendo dall'ultimo, 5500metri c.ca, 10000metri c.ca e 15000metri c.ca se non riicordo male. Si leggono come i venti, solo che al posto delle freccie, abbiam oqueste linee continua, accompagnate da delle piccole freccettine che indicano la direzione.


Come si leggono le carte FAX

Sebach, Bracknell, NWS, HIRLAM

[SIZE=3]Questi tre tipi di carte si leggono allo stesso modo, ad eccezione delle sembach, che danno alcune informazioni in piu'.

Andiamoli ad analizzare uno per uno.


SEMBACH

[Immagine: semb24rr7.gif]

[SIZE=2]le sembach ( o USAF ) sono carte elaborate su base NOGAPS & GFS. Le linee gialle, rappresentano la pressione al suolo e sulle stesse vengono riportati i vari valori pressori. Le "linee" colorate rappresentano i fronti. Il fronte occluso, viene rappresentato con il colore viola e simbolicamente con un mezzo cerchio ed un triangolo affiancati. Il fronte occluso e quel fronte composto da aria aumida e fredda, che porta abbondanti precipitazioni, ma in generale ogni fronte porta con se qualcosa.
Il fronte freddo, viene rappresentato in blu, con la simbologia dei triangoli.
Il fronte freddo, viene espresso in rosso, con la simbologia dei mezzi cerchi.
In oltre, questo modello, ci offre la previsione della nuvolosita' e delle rpecipitazioni, dividendole in nevose ( fiocchi celesti ) e piovose ( cerchi verdi ). Il tutto è molto approssimativo.



[/SIZE]
[/SIZE]
[SIZE=3]HIRLAM

[Immagine: hirlam12nk2.gif]

[SIZE=2]Le Hirlam, semplificano il tutto, ponendo solo pressione sul livello del mare, con relativa misura, in azzurro, fronti caldi, freddi e occlusi.
Come per le Sembach, essendo un linguaggio convenzionale, i fronti freddi sono in blu con i triangoli, i caldi rossi, con i mezzi cerchi, e gli occlusi viola composti da trangoli e mezzi cerchi affiancati.



[/SIZE]
[/SIZE]
[SIZE=3]Bracknell

[Immagine: brack0gj8.gif]

[SIZE=2]Questo modello, corrisponde al GM UKMO.
La lettura e' come per le carte sopra descritte, con l'unica differenza che la carta è un Bianco e Nero e quindi bisogna seguire la simbologia e non i colori.
I fronti freddi, sono sempre quelli simboleggiati dai triangoli, i fronti caldi sono simboleggiati dai mezzi cerchi, mentre i fronti occlusi da trianoli e mezzicerchi affiancati.
Le linee rappresentano la pressione con relativa misura.

[/SIZE]
[/SIZE]


[SIZE=3]NWS

[Immagine: nws1sul1.gif]

[SIZE=2]Questo modello viene prodotto negli stati uniti e semplifica ulteriormente le cose, proponendoci solo la pressione rpevista nelle prossime 12 ore e semplificando i fronti. La lettura e la stessadelle rpecedenti. Il modello è molto "grossolano".
In oltre, in queste carte, vengono riportati i valori rilevati dalle stazioni internazionali, al momento del plot grafico.






[SIZE=5]RICORDO A TUTTI:

[SIZE=3]Con il simbolo L, si identifica il centro di bassa pressione ( Low Pressure ) in Inglese o Americano. Si puo' trovare anche la T ( in Tedesco ) e la B ( in Italiano ).

Con il simbolo H, si identifica il centro di Alta pressione ( High Pressure ) in Inglese o Americano o Tedesco. Si puo' trovare anche la A ( in Italiano ).
[/SIZE][/SIZE]
[/SIZE]
[/SIZE]
Cita messaggio
#2
io le carte meteo le so' leggere..diciamo di si' ma gli spaghi no per nulla mi potete aiutare...vi avviso che sono molto zuccone:ridi::ridi:
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)