Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Berlusconi valuta di non presentare il PdL alle elezioni!
#1
L'ultima trovata per nascondere il tracollo del PdL: non presentarsi alle elezioni in modo che non si possa contare quanti voti sono stati persi! :buah::buah::buah:

Sono talmente alla frutta che non solo hanno rinunciato a vincere, ma perfino a partecipare! Se me lo raccontavano qualche mese fa non ci avrei creduto! :lolA:

Quanto vorrei trovare quelli del "si respira un aria nuova" del 2008 e ridergli sul muso adesso! :we:


Mossa per resistere E Berlusconi pensa alle liste civiche

Citazione:Dietro le quinte Tessere e voto, vertice dal Cavaliere
Mossa per resistere E Berlusconi pensa alle liste civiche
Difficoltà parallele Mentre il Pdl stenta a trovare alleanze con Lega e Udc, il Pd rischia di essere «dissanguato» a sinistra

ROMA - Battere un colpo, dare un segno di vita, dimostrare di esistere e non solo di resistere. È la necessità ancor più della volontà ad aver spinto ieri i tre leader della maggioranza - Alfano, Bersani, Casini - ad incontrarsi nello studio del segretario del Pd (assieme a Gaetano Quagliariello, Luciano Violante, Italo Bocchino e Ferdinando Adornato) per mettere il loro sigillo sull' unica intesa ad oggi possibile, quella sulle riforme istituzionali già sostanzialmente raggiunta nelle scorse settimane durante numerosi incontri fra gli sherpa. Non c' è più tempo da perdere perché, nell' inattività forzata alla quale il governo sta costringendo i partiti occupandosi direttamente di tutti i temi caldi dell' emergenza, il rischio di finire annegati nel grande mare dell' antipolitica è altissimo. Lo sanno bene nel Pdl, dove l' appuntamento con le amministrative è vissuto come un' ordalia: i sondaggi attribuiscono al partito che era alle Europee del 2009 al 35%, appena il 20% su base nazionale. Poco in assoluto, pochissimo se il Pdl non sarà capace di siglare alleanze almeno nelle grandi città (da Palermo a Verona a Genova), dove senza intese con la Lega e l' Udc rischia di non approdare nemmeno al secondo turno. Un vertice d' emergenza è stato convocato per lunedì a villa Gernetto, quando Silvio Berlusconi e Angelino Alfano incontreranno coordinatori e amministratori locali per fare il punto non solo in vista delle amministrative ma anche del tesseramento che sta provocando un terremoto nel partito. Sulle amministrative, se con la Lega ormai si prende atto che l' alleanza è impossibile, con l' Udc si cerca disperatamente di siglare almeno qualche patto, anche se da via Due Macelli fanno i duri: «Qualcosa faremo, ma perché legarci a un partito che è messo così male? Per perdere?». E dunque si cerca di correre ai ripari, in molti pensano - e tra loro Berlusconi - che si debba convergere il più possibile, dove possibile, in liste civiche che oltre ad avere più possibilità di vincere, impediscono di contare i voti persi... Insomma, l' aria che tira è che, come dice Paolo Bonaiuti, le amministrative saranno «il termometro che farà capire lo stato di salute dei partiti». Di tutti i partiti, come sa Pier Ferdinando Casini, che in privato dà l' allarme («O ci inventiamo qualcosa o veniamo spazzati via tutti»), e in pubblico lancia per maggio la nascita del polo della Nazione o come si chiamerà, un contenitore che partendo dai partiti del Terzo Polo (anche se nel Fli c' è chi dissente, secondo Briguglio un partito unico sarebbe «un errore»), li supera e si pone come luogo dove potrebbero convergere i delusi o addirittura gran parte del Pdl (dove la mossa ha provocato a seconda dei casi interesse, paura, rabbia), pezzi di Pd (dove pure si teme di perdere un possibile alleato, rimanendo schiacciati a sinistra con il rischio di dissanguarsi a danno di Sel e Idv) o magari anche quei ministri oggi senza truppe che volessero continuare l' avventura politica. Ministri ai quali, non a caso, Casini spalanca la porta. Anche nel timore che comincia a serpeggiare nella maggioranza che, come dice un ex ministro del Pdl «se la politica frana, possano crearsi loro movimenti e forze autonome, sfidando quel che resta dei partiti tradizionali». Sono dunque le paure incrociate e l' attesa per qualcosa che arriverà ma non si sa in quale forma, a obbligare Alfano, Bersani e Casini a dar vita ad una mini-stagione di riforme che dovrebbe disegnare un Paese un po' più tedesco, almeno nel sistema istituzionale. Perché per la legge elettorale ancora non si può dire, visto che non se ne potrà discutere prima delle amministrative. Anche per questo i leader cercano di tenersi aperte tutte le porte, intanto con il proprio elettorato - come fanno Alfano e Bersani ripetendo più e più volte che non c' è nessuna maggioranza politica che si sta formando -, poi ciascuno con i partiti contigui. Così nel Pd sospettano che il Pdl possa ancora avere la tentazione di allearsi con la Lega e di «tenersi il Porcellum con qualche modifica», e tutti pur andando in questa direzione si chiedono se un sistema con logiche proporzionali non sia il modo per perpetuare l' esperienza dell' esecutivo Monti, ripetendo sì le larghe intese, ma con gli attuali ministri e il premier a dare le carte.
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
Cita messaggio
#2
[Immagine: sondaggio-emg-tavola-1.jpg]

[Immagine: sondaggio-emg-tavola-2.jpg]

[Immagine: sondaggio-emg-tavola-3.jpg]

[Immagine: sondaggio-emg-tavola-5.jpg]

-----------

[Immagine: tecn%C3%A8_tavola3.jpg]

[Immagine: tecn%C3%A8_tavola2.jpg]

[Immagine: Tecn%C3%A8_tavola1.jpg]

------

[Immagine: sScNf.png]
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
Cita messaggio
#3
Tranquilli, la "sinistra" riuscirà a perdere anche stavolta... :lolA:
Speriamo almeno che non decida di rendere la sconfitta ancora più pesante "vincendo" le elezioni col banchiere... Sad
"Il governissimo come è stato fatto in Germania qui non è attuabile." (Enrico Letta, 8 aprile 2013). :buah:

La mia stazioncina meteo online (versione "quasi" definitiva)... Smile
http://rieticentrometeo.altervista.org

Terminillo.ORG Smile
----------
[SIGPIC][/SIGPIC]
Cita messaggio
#4
Io che ho sempre appoggiato la Sinistra Italiana,pur sapendo che anche li vi sono sempre stati dei grossi limiti,spero vivamente che non vincano le elezioni.Lo dico perché proprio durante questi ultimi periodi mi sono reso conto realmente (prima avevo purtroppo una non voluta idea superficiale) di quali uomini e donne è composta la nostra politica.Da Destra a Sinistra.Nessuno,dico nessuno salvo eccezioni di una manciata di persone, si merita di ricoprire questo tipo di ruoli all'interno della società Italiana.Servirebbe un "rigeneramento" della classe politica, con personaggi giovani e che dimostrano e hanno dimostrato di voler bene a questo paese.Ma come tutti voi sapete i giovani, in Italia, sono solo etichette.
Il popolo dei giovani il più delle volte viene etichettato come persone svogliate,mammoni,in cerca dello sballo,in trepidazione per lo sballo del sabato sera e sfigati.Con questa considerazione dove vogliamo andare?La politica è cambiata signori miei,siamo noi che dovremmo riportarla sulla retta via,sempre se una retta via ci sia mai stata..in ogni caso non siamo in grado di poter agire,o difficilmente riusciamo a far arrivare le nostre idee perché dall'alto sembra sia di moda farci tacere.E' una grave problematica,ma finché non saremo in grado di opporci la democrazia non sarà mai tale nel nostro paese.Se c'è qualcun'altro che prende le decisioni al posto nostro senza nemmeno un minimo di consulto, senza sapere cosa realmente vogliamo come faremo a migliorare questa nazione?..Siamo solo servi,non abbiamo potere.Questa è la realtà.
Inverno 2011/2012 accumuli: Tot. 9cm

Inverno 2012/2013 accumuli: Tot. 36,5cm

Inverno 2013/2014 : anno senza inverno

Inverno 2014/2015 accumuli : Tot. 6cm


Stazione Meteorologica di Thiene. (150 m.s.l.m.)

http://www.avmeteo.it/

[Immagine: cam.jpg]
Cita messaggio
#5
Liviustu Ha scritto:Io che ho sempre appoggiato la Sinistra Italiana,pur sapendo che anche li vi sono sempre stati dei grossi limiti,spero vivamente che non vincano le elezioni.Lo dico perché proprio durante questi ultimi periodi mi sono reso conto realmente (prima avevo purtroppo una non voluta idea superficiale) di quali uomini e donne è composta la nostra politica.Da Destra a Sinistra.Nessuno,dico nessuno salvo eccezioni di una manciata di persone, si merita di ricoprire questo tipo di ruoli all'interno della società Italiana.Servirebbe un "rigeneramento" della classe politica, con personaggi giovani e che dimostrano e hanno dimostrato di voler bene a questo paese.Ma come tutti voi sapete i giovani, in Italia, sono solo etichette.
Il popolo dei giovani il più delle volte viene etichettato come persone svogliate,mammoni,in cerca dello sballo,in trepidazione per lo sballo del sabato sera e sfigati.Con questa considerazione dove vogliamo andare?La politica è cambiata signori miei,siamo noi che dovremmo riportarla sulla retta via,sempre se una retta via ci sia mai stata..in ogni caso non siamo in grado di poter agire,o difficilmente riusciamo a far arrivare le nostre idee perché dall'alto sembra sia di moda farci tacere.E' una grave problematica,ma finché non saremo in grado di opporci la democrazia non sarà mai tale nel nostro paese.Se c'è qualcun'altro che prende le decisioni al posto nostro senza nemmeno un minimo di consulto, senza sapere cosa realmente vogliamo come faremo a migliorare questa nazione?..Siamo solo servi,non abbiamo potere.Questa è la realtà.

In realtà la democrazia è perfettamente rispettata visto che l'Italia è un popolo formato in prevalenza da vecchi, ignoranti e furfanti.
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
Cita messaggio
#6
mesociclone Ha scritto:In realtà la democrazia è perfettamente rispettata visto che l'Italia è un popolo formato in prevalenza da vecchi, ignoranti e furfanti.

Beh se la metti così :facepalm:
Inverno 2011/2012 accumuli: Tot. 9cm

Inverno 2012/2013 accumuli: Tot. 36,5cm

Inverno 2013/2014 : anno senza inverno

Inverno 2014/2015 accumuli : Tot. 6cm


Stazione Meteorologica di Thiene. (150 m.s.l.m.)

http://www.avmeteo.it/

[Immagine: cam.jpg]
Cita messaggio
#7
Movimento 5 stelle :cool1:
NEVE 2012/2013

Metà dicembre circa 1 cm
19-20/01 - 6 cm
11/02 - 9 cm
22/02 - 3 cm
24/02 - 4 cm
17-18/03 - 10 cm

TOTALE 33 cm

www.ibikeit.org
Cita messaggio
#8
mesociclone Ha scritto:In realtà la democrazia è perfettamente rispettata visto che l'Italia è un popolo formato in prevalenza da vecchi, ignoranti e furfanti.


E purtroppo mi sa che hai ragione su tutta la linea. :vomito:
"Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario" (G. Orwell).

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." (Italo Calvino, Le Città Invisibili)
Cita messaggio
#9
Stefano1994 Ha scritto:Movimento 5 stelle :cool1:

ma non appoggiavi la lega?
:facciapalma:









:ridi:
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)