Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
ARPAV nella bufera
#1
Citazione:Inchiesta Arpav, nuovo filone
Appalto da 30 milioni nel mirino
Perquisiti studio e abitazione dell’ex Dg Andrea Drago. La Procura contesta la turbativa d’asta, tra i 14 indagati anche l’imprenditore Guerrato


PADOVA - Un nuovo filone si apre in Procura nella maxi inchiesta sulla gestione dell’Arpav, l’agenzia regionale per l’ambiente, tra il 2005 e il luglio 2010, in pratica l’intero periodo che ha visto Andrea Drago come direttore generale. I pm Federica Baccaglini e Paolo Luca, titolari del fascicolo, hanno dato il via a un altro troncone delle indagini. La Procura padovana ha messo gli occhi sul servizio di gestione integrata (Global Service) per la manutenzione dei fabbricati dell’Arpav in Veneto. Una gara d’appalto che si aggirerebbe attorno ai 30 milioni di euro, vinta dalla società Guerrato di Rovigo. Il sospetto degli inquirenti è che quell’appalto nasconda un caso di turbativa d’asta, reato per cui sarebbero indagate 14 persone, tra cui l’ex direttore generale di Arpav, Andrea Drago, l’imprenditore Luciano Guerrato di Guerrato Spa, e i dirigenti di Arpav Paolo Masiero, all’epoca dei fatti responsabile dell’area amministrativa e Sandro Boato, direttore scientifico dell’Ente.

Proprio questi indagati lunedì mattina sono stati oggetto di una serie di perquisizioni da parte dei carabinieri del Nucleo investigativo e gli uomini del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza. Con loro anche il sostituto procuratore Federica Baccaglini, che ieri era presente alla perquisizione dello studio di Andrea Drago, in via Riviera Belzoni 1 a Monselice. Con loro anche l’avvocato Michele Godina in rappresentanza dell’Ordine degli avvocati di Padova: quando si perquisisce lo studio di un legale (e Drago lo è) dev’essere presente un consigliere del suo albo. Dallo studio, carabinieri e fiamme gialle si sono spostati nell’abitazione privata dell’ex direttore generale e poi nella sede della Guerrato, a Rovigo. Altre perquisizioni sono state portate a termine nei confronti di Masiero, Boato e degli altri indagati. Nel mirino degli inquirenti c’è proprio la gara che la Guerrato si era aggiudicata, come riportato dalla stessa azienda rodigina nel suo sito in una nota stampa dell’8 maggio 2009: «Il Global Service dell a d u r a t a d i 3 a n n i (2009-2011) dei fabbricati Arpav sul territorio regionale è stato aggiudicato a un raggruppamento temporaneo di impresa che vede la Guerrato Spa come capogruppo », riporta la nota. L’appalto, che poteva essere esteso anche al biennio 2012/2013 (per un totale di cinque anni) ha per oggetto tutte le prestazioni e le forniture necessarie per i servizi di riscaldamento, gestione degli impianti tecnologici, pulizie e manutenzioni varie. L’indagine sul Global Service delle sedi Arpav era partita da un esposto presentato in Procura da una ditta concorrente della Guerrato, che aveva perso la gara per la gestione del servizio. Ora toccherà agli investigatori capire se qualcosa di scorretto (e illegittimo) effettivamente c’è stato.

Nicola Munaro
01 febbraio 2011
RIPRODUZIONE RISERVATA

http://corrieredelveneto.corriere.it/ven...8918.shtml
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
Cita messaggio
#2
Beh si era visto con le previsioni per domenica, davano cielo coperto fin dal mattino e precipitazioni deboli o debolissime verso ovest..... qui nemmeno una, dico una nuvola ehehehhehehe
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)