• 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
14/19 OTTOBRE 1951:La madre di tutte le alluvioni in Sardegna
#1
Fra poco meno di un mese cade l’anniversario dell’alluvione più grande che abbia colpito la Sardegna nel ‘900, e questo vuole essere una analisi meteo e storica di quell’evento.
L’ alluvione del 14-19 ottobre del 1951 è stata eccezionale non tanto per l’intensità della pioggia, ma bensì , per l’estensione e per la durata dei fenomeni precipitativi., che per 3-4 giorni hanno colpito buona parte dell’isola, portando accumuli di 400mm su molte località. Con l’utilizzo delle carte di reanalisi NCEP cercherò di ricostruire quei giorni.
Partiamo quindi con l’analisi sinottica.

Lunedì 14/10. Una depressione fredda in quota, in arrivo dalla penisola iberica, e la presenza a nord est di una possente alta pressione, attivano intense correnti di scirocco che provocano precipitazioni crescenti nell’arco della giornata per effetto stau.
Gli accumuli più importanti di quella giornata sono stati:
131 mm miniera di Tuvuois in una valle a nord del Serpeddì
102 mm Burcei
89 mm Muravera
70 mm Montes (1060 m s.l.m.)
60 mm a Sa Pira (caserma nella pineta di Sinnai)
85 mm Galtellì
46 mm San Pantaleo
40 mm di Massonedili (tra Tertenia e Quirra)


[Immagine: Rrea00119511014.gif]

Martedì 15/10. Nella mattina del 15 la depressione sul Mediterraneo occidentale era entrata in cut off, il minimo al suolo era statico e posizionato qualche miglio a sud ovest della Sardegna, mentre un carico di aria fredda, era ancora posizionato sulle Baleari. La depressione si trova bloccata da un nascente ponte altopressorio tra l’hp scandinavo e l’hp delle azzorre. Inoltre, il fatto che il minimo al suolo non corrisponda al minimo in quota, garantisce ancora lunga vita alla depressione. Nella costa orientale la pioggia continua con intensità sempre crescente, viene registrata la piena controllata del Flumendosa, il maggiore fiume sardo, ed anche la piena del Cedrino.
Tra gli accumuli maggiori della giornata si hanno:
539 mm rio de Pardia
470 mm Cantoniera Sicca d'Erba (lago Alto Flumendosa)
445 mm Cantoniera Massonedili
416 mm Genna Crexia
395 mm Arzana
350 mm Baunei
349 mm Flumendosa I salto
339 mm Centrale di Sa Teula
312 mm Cantoniera Rio Gironi (km 46-s.s. 195-poco prima di Quirra)
309 mm Talana


[Immagine: Rrea00119511015.gif]


Mercoledì 16/10. Piove sul bagnato. In questa giornata fa il suo ingresso l’aria fredda da est, in retrogressione dal ponte alto pressorio, andando a incrementare il gradiente termico verticale che destabilizzerà ulteriormente la colonna d’aria. Infatti all’aria caldo umida dei bassi strati, verrà a contrapporsi aria fredda alle alte quote. Possiamo tranquillamente ritenere, questa del 16/10, la giornata peggiore, infatti buona parte della Sardegna, soprattutto la costa sud-orientale, deve essere stata battuta da forti temporali e piogge torrenziali. Nella prima mattinata, il lago dell'alto Flumendosa, che il giorno prima conteneva poco meno di ¼ della capacità massima, raggiunge il livello di massimo invaso e si comincia a scaricare l'acqua in eccesso a valle.
Le precipitazioni continuano a cadere senza sosta e tra i valori più ingenti si hanno:
544 mm Sicca d'Erba/ 1014 mm in 2 giorni
451 mm Flumendosa I salto/ 800 mm in 2 giorni
430 mm Bau Mela (lago alto Flumendosa)/ 681 mm in 2 giorni
407 mm Cantoniera Pira de Onni/ 576 mm in 2 giorni
417 mm Genna Crexia/ 833 mm in 2 giorni
400 mm Arzana / 795 mm in 2 giorni
390 mm Cantoniera Giustizieri (nei pressi di Urzulei)/ 591 mm in 2 giorni
386 mm Cantoniera Genna Scalas/ 624 mm in 2 giorni
385 mm Villagrande/ 580 mm in 2 giorni/ 580 mm in 2 giorni
353 mm Armungia/ 428 mm in 2 giorni
348 mm cantoniera Massonedili/ 793 mm in 2 giorni
329 mm Bau de Muggeris (lago Alto Flumendosa)/ 583 mm in 2 giorni
326 mm Bau Mandara/ 607 mm in 2 giorni
308 mm Rio de Pardia/ 567 mm in 2 giorni


[Immagine: Rrea00119511016.gif]


Giovedì 17/10. L’aria fredda proveniente dalla Russia viene a mancare, la depressione entra in fase barotropica e continuano le correnti da est. Questa giornata vede una attenuazione delle piogge nel Cagliaritano, ma le piogge continuano cadere abbondanti nel’est dell’isola. L’Unione Sarda parla di 5 morti in Ogliastra, di paesi travolti dalle acque. Si segnala l’esondazione del Flumendosa, tra Villaputzu e Muravera, nel sud-est dell’isola. Per molte zone della Sardegna orientale questo sarà il giorno più piovoso dell’anno, mentre ad ovest cadono pochi mm di pioggia.
Queste le località con gli accumuli giornalieri più ingenti:
417 mm Sicca d'Erba / 1431 mm in 3 giorni
408 mm cantoniera Pira de Onni / 984 mm in 3 giorni
384 mm cantoniera Giustizieri/ 975 mm in 3 giorni
377 mm Genna Scalas / 1001 mm in 3 giorni
371 mm Jerzu / 783 mm in 3 giorni
365 mm Arzana / 1160 mm in 3 giorni
362 mm Flumendosa I salto / 1162 mm in 3 giorni
352 mm Villagrande / 932 mm in 3 giorni
340 mm Talana / 697 mm in 3 giorni
326 mm Bau Mela / 1007 mm in 3 giorni
326 mm Bau Mandara / 933 mm in 3 giorni
314 mm Bau de'Muggeris / 897 mm in 3 giorni
300 mm Dorgali / 865 mm in 3 giorni
297 mm cantoniera Correboi / 751 mm in 3 giorni
282 mm Lula / 629 mm in 3 giorni
238 mm Centrale Sa Teula / 917 mm in 3 giorni


[Immagine: Rrea00119511017.gif]


Venerdì 18/10. La depressione si sposta verso il nord Africa e le correnti si dispongono dai quadranti nord orientali. In questa fase le piogge colpiscono uniformemente tutta la Sardegna, anche se con più intensità si concentrano al nord Sardegna, anche se gli accumuli non sono paragonabili a quelli fatti registrare i giorni precedenti nella Sardegna orientale. L’Unione Sarda parla di ponti crollati in Gallura, e si ha il primo bilancio dei paesi rimasti isolati: Oliena-Arzana-Baunei-Gairo-Jerzu-Loceri-Tortolì-Talana-Nuoro, che vengono riforniti per via aerea, quando il tempo lo permette.
Questi i dati giornalieri più significativi del giorno 18:
370 mm cantoniera Pira de Onni (1354 mm in 4 giorni)
350 mm Oliena (1002 mm in 4 giorni)
257 mm Jerzu (1040 mm in 4 giorni)
226 cantoniera Zuirghe (nel bacino del Coghinas)-(632 mm in 4 giorni)
223 mm cantoniera Genna Scalas (1224 mm in 4 giorni)
206 mm Benetutti (296 mm in 4 giorni)
205 mm cantoniera Taroni (sotto monte Sarru) (488 mm in 4 giorni)
180 mm Monti (408 mm in 4 giorni)
180 mm Nuoro (556 mm in 4 giorni)
176 mm Padulo (410 mm in 4 giorni)
174 mm Cantoniera Giustizieri (1149 mm in 4 giorni)
170 mm Talana (1013 mm in 4 giorni)
162 mm Bau Mela (1169 mm in 4 giorni)
160 mm Flumendosa I salto (1322 mm in 4 giorni)
151 mm Noce Secca (826 mm in 4 giorni)
150 mm Dorgali (1015 mm in 4 giorni)
150 mm Mazzinaiu (362 mm in 4 giorni)
146 mm Bau Mandara (1079 mm in 4 giorni)


[Immagine: Rrea00119511018.gif]

Sabato 19/10. La depressione si sta colmando, le ultime piogge interessano il nord Sardegna. Viene raggiunto l’abitato di Villaputzu, isolato da 3 giorni, dove risulta siano crollate circa 70 case. I centri abitati di Gairo ed Osini sono interessati da pericolosi movimenti franosi, e pochi giorni dopo le autorità decretano la loro evacuazione. Qualche giorno verranno stanziati 20 miliardi di lire per le zone alluvionate.

Ecco due immagini attuali di Gairo o Osini vecchi, abbandonati subito dopo l'alluvione. Tutto è rimasto come in quei giorni d'Autunno di 60 anni fa. I nuovi paesi furono costruiti poco più a monte.

Gairo vecchia in basso, più in alto il nuovo centro abitato
[Immagine: gairo%20(3).JPG]

Osini vecchia
[Immagine: osini.jpg]

Fonti:
http://www.meteogiornale.it/notizia/7145...n-sardegna
http://www.sardegna-clima.it/index.php?o...i&Itemid=2
"La Sardegna. Questa terra non somiglia a nessun altro luogo"D.H. Lawrence

"QUI VIGE L'UGUAGLIANZA: NON CONTA UN CAZZO NESSUNO!" cit.

"Quando l'ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa un dovere"
Bertolt Brecht
  Cita messaggio
#2
Foto o video dell'evento?
C'è un confine sottile tra uno sbaglio e un colpo di genio; purtroppo dovresti essere un genio per vederlo.

Sheldon Cooper

L'Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c'è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell'altro diffida,
e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé


Johann Wolfgang von Goethe
  Cita messaggio
#3
mesociclone Ha scritto:Foto o video dell'evento?

Non ho trovato nulla sul web, ma sto ancora cercando...
"La Sardegna. Questa terra non somiglia a nessun altro luogo"D.H. Lawrence

"QUI VIGE L'UGUAGLIANZA: NON CONTA UN CAZZO NESSUNO!" cit.

"Quando l'ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa un dovere"
Bertolt Brecht
  Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)