Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
È morto Milo, artista e ciclista del basso Ticino!!
#1
Il gregario dei 2 K, campioni svizzeri rivali di Coppi e Bartali..
È morto Emilio Croci Torti, il RivaIV del pedale del Mendrisiotto.

[Immagine: MtzKom3.jpg]
tratto dall'edizione cartacea del corriere del Ticino o dall'edizione telematica per soli abbonati del corriere del Ticino...
Quante storie ha raccontato Emi*lio «Milo» Croci Torti, corridore ci*clista nei gloriosi anni Cinquanta. Un gregario, come si chiamava allo*ra chi aiutava il capitano della squa*dra a vincere le corse, classiche o grandi giri, termine giudicato un po' spregiativo, nello sport e nella vita di tutti i giorni. Ma i veri gregari del ci*clismo erano aiutanti avveduti, fe*deli, da qualcuno definiti pure «an*geli». Emilio Croci Torti, morto ieri all'età di 91 anni, angelo lo fu per davvero in sella, proteggendo i suoi capitani, da Ferdy Kübler a Hugo Koblet.
Ferdy lo volle al Tour del ‘w50
Ferdy lo volle al suo fianco al Tour de France del 1950, che vinse a 31 anni, staccando il belga Ockers di oltre 9', Bobet di 22' con Geminiani terzo a più mezz'ora. Voleva il successo a tutti i costi, Kübler, perché Koblet aveva vinto, primo straniero, il Giro d'Italia di quell'anno. Erano gli anni di Coppi e Bartali, dei nostri due «K», di Bobet e Geminiani, oltre a uno stuolo di altri campioni, belgi, olan*desi e spagnoli.
Milo conosceva l'orgoglio di Kübler e s'impegnò a fondo per aiutarlo. L'im*presa riuscì, un po' facilitata dal ritiro al completo della squadra italiana, per decisione di Gino Bartali, pro*prio quanto Fiorenzo Magni era in maglia gialla (!), spaventato - affer*mò il toscano - dal comportamento ostile dei tifosi francesi, in quei primi anni del Dopoguerra.
Migliaia di spettatori accorsero per salutare gli eroi della Grande Boucle e applaudire Ferdy e i rossocrociati (si correva con squadre nazionali). Al Tour, il corridore di Stabio, ci tor*nò, in rossocrociato, nel '53, insie*me a Remo Pianezzi, stavolta per aiutare Hugo Koblet, costretto pur*troppo al ritiro per una rovinosa ca*duta nella discesa del Col du Soulor, finita tra i rovi.
Per i due «K» Milo si battè sempre senza risparmio. Al Giro del 1954, suo capitano era Koblet: quando vi*de Coppi attaccarsi in salita a Filippi, nella Roma-Chianciano, si disse che così non andava. E si attaccò a sua volta a Fausto, il quale gli mollò un pugno, rompendogli gli occhiali. Per tutta risposta, Milo tolse la pompa dal telaio e la battè con forza sulla schiena di Coppi, beccandosi dieci*mila lire di multa, come il Campio*nissimo. Poi fecero la pace.
Per Kübler si fece in quattro ai Mon*diali di Varese nel 1951. Ferdy si alle*nò da solo, scalando il Klausen a cinque riprese! Era in forma. Milo, però, conosceva il circuito varesino nei minimi dettagli e studiò con Fer*dy la strategia di corsa, percorrendo le strade per non lasciare nulla d'in*tentato.
Croci Torti abitava infatti allora a Va*rese, in via Dalmazia, con la prima moglie e, la sera prima del Mondiale, ospitò Kübler nella sua casa. La mo*glie preparò il minestrone di cui Fer*dy era ghiotto e un succulento filetto. Quando fu l'ora di andare a dormire, i coniugi Croci Torti ordinarono all'o*spite di accomodarsi nel grande letto matrimoniale. Ferdy vinse il giorno dopo la maglia arcobaleno.
Dalla bici al pennello
Dopo aver corso dal 1946 al 1956, Croci Torti tornò con impegno al primo amore, quello della pittura: quadri agresti, vedute del suo Ticino e altri motivi. Molte sue opere sono appese alle pareti di casa Kübler e di altri campioni, a cui le regalò con af*fetto. Nel 1952 Milo vinse l'ultima tappa del Tour de Suisse, Arosa-Zuri*go, di 241 km, giungendo solo al tra*guardo. E Bartali, con humor da to*scanaccio, gli disse, come compli*mento per un quadro ricevuto in re*galo, che avrebbe dovuto fare del suo hobby il suo lavoro, invece di correre in bicicletta.
Cita messaggio
#2
servizio del regionale della tv svizzera.
RSI Il Quotidiano
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)